Bus con tifosi e calciatori finisce in un burrone: venti morti

Il dramma nel sud dello stato messicano di Veracruz. Tra le vittime giocatori e i tifosi di una squadra di calcio dilettante. Forse l’alta velocità la causa dello schianto

(foto Twitter)

Almeno venti persone che viaggiavano su un autobus, tra le quali i giocatori e i tifosi di una squadra di calcio dilettante, sono morte a causa di un incidente stradale nel sud dello stato messicano di Veracruz.

Da quanto riferiscono le autorità locali, l’autobus è precipitato nel momento in cui stata attraversando un ponte. Il mezzo è sbandato ed è finito in fondo al burrone di un fiume. Ignote per ora le cause dell’incidente.

Dalle prime ricostruzioni sarebbe stata l’alta velocità a causare il drammatico ischianto. Sull’autobus viaggiavano circa trenta persone. Nello schianto, precisano le autorità messicane, sono rimasti feriti altri dieci passeggeri, tra cui alcuni in modo grave.

Il presidente messicano, Enrique Peña Nieto, ha espresso le sue condoglianze alle famiglie delle vittime su Twitter.

veracruz2-2

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Politica

      Renzi incassa l'ultima fiducia, il Senato approva la Manovra 2017

    • Politica

      Crisi di governo, 608 parlamentari senza pensione se si vota prima del settembre 2017

    • Cronaca

      Berlusconi ricoverato di nuovo: "Il battito del cuore è irregolare"

    • Cronaca

      Intestazione fittizia e frode fiscale: chiesto il rinvio a giudizio per Fabrizio Corona

    I più letti della settimana

    • Indonesia, aereo scompare dai radar: "E' caduto in mare"

    • Usa, i grandi elettori contro Trump: "Inadeguato, ora un nome nuovo"

    • Shock a teatro: ballerino muore sul palco, il pubblico non capisce e ride

    • Donna uccide madre, fratello e tre figli: poi si suicida

    • La Germania verso il voto, Merkel ai suoi: "Aiutatemi! Dovete aiutarmi!"

    • Libia, Isis perde Sirte: il dramma senza fine delle migranti schiavizzate dei jihadisti

    Torna su
    Today è in caricamento