Bus con tifosi e calciatori finisce in un burrone: venti morti

Il dramma nel sud dello stato messicano di Veracruz. Tra le vittime giocatori e i tifosi di una squadra di calcio dilettante. Forse l’alta velocità la causa dello schianto

(foto Twitter)

Almeno venti persone che viaggiavano su un autobus, tra le quali i giocatori e i tifosi di una squadra di calcio dilettante, sono morte a causa di un incidente stradale nel sud dello stato messicano di Veracruz.

Da quanto riferiscono le autorità locali, l’autobus è precipitato nel momento in cui stata attraversando un ponte. Il mezzo è sbandato ed è finito in fondo al burrone di un fiume. Ignote per ora le cause dell’incidente.

Dalle prime ricostruzioni sarebbe stata l’alta velocità a causare il drammatico ischianto. Sull’autobus viaggiavano circa trenta persone. Nello schianto, precisano le autorità messicane, sono rimasti feriti altri dieci passeggeri, tra cui alcuni in modo grave.

Il presidente messicano, Enrique Peña Nieto, ha espresso le sue condoglianze alle famiglie delle vittime su Twitter.

veracruz2-2

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Politica

      Elezioni Francia 2017, corsa a quattro per la poltrona di Hollande

    • Politica

      Presidenziali: Salvini e Meloni tifano Le Pen, nel Pd prevale la prudenza

    • Mondo

      Corea del Nord: "Pronti a spazzare via l'America dalla faccia della terra"

    • Asso di denari

      Solo i greci sono più scansafatiche degli italiani. E anche sui banchi di scuola…

    I più letti della settimana

    • La Russia mette al bando i Testimoni di Geova

    • Provocazione nucleare, Trump accusa: "Iran può essere la nuova Corea del Nord"

    • Trovato morto il killer di Facebook: "Si è sparato dopo un inseguimento"

    • Corea del Nord: "Pronti a spazzare via l'America dalla faccia della terra"

    • Ragazza di 17 anni uccisa da uno squalo sotto gli occhi dei genitori

    • Spari contro la scrittrice italiana Kuki Gallman: è grave

    Torna su
    Today è in caricamento