L'Iran accusa i ribelli siriani: "Hanno usato armi chimiche"

Secondo l'opposizione siriana è stato invece il regime di Assad ad aver perpetrato la strage di Damasco

Vi sono "prove" dell'utilizzo di armi chimiche da parte delle milizie ribelli siriane: lo ha dichiarato il portavoce del Ministero degli Esteri iraniano, Abbas Aragchi.

LA SIRIA COME IL KOSOVO?

"Siamo molto preoccupati dalle informazioni riguardanti l'uso di armi chimiche in Siria e condanniamo con fermezza l'utilizzo di tali armi: esistono prove che dei gruppi terroristici sono responsabili di questo attacco", avvenuto mercoledì scorso e costato la vita - secondo l'opposizione, che accusa invece il regime - ad oltre 1.300 persone.

"ATTACCO CHIMICO ORDINATO DA FRATELLO DI ASSAD"

Il portavoce ha inoltre messo in guardia gli Stati Uniti contro "qualsiasi ipotesi di intervento militare": "Non esiste alcuna autorizzazione internazionale per un intervento in Siria, spero che i responsabili della Casa Bianca diano prova di intelligenza sufficiente per non infilarsi in una situazione pericolosa".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, la fidanzata di Dybala rompe il silenzio: "Tosse e dolori al corpo, sensazione perenne di disagio"

  • Belen contro Barbara d'Urso: l'affondo durante una diretta su Instagram

  • Domenica In, Roby Facchinetti annulla l'ospitata: "Bergamo è la mia città, sono devastato dal dolore"

  • Coronavirus, quale mascherina bisogna usare

  • Coronavirus, addio alla mamma di Piero Chiambretti

  • Coronavirus, come sono cambiati i trasporti pubblici durante l'epidemia

Torna su
Today è in caricamento