"Indossava mutandine sexy, non è stupro": esplode la 'protesta dei tanga' in Irlanda

La strategia difensiva dell'avvocato in un caso di stupro ha suscitato proteste in Irlanda, nelle piazze e sui social, dove le donne stanno pubblicando le foto dei loro indumenti intimi contro pregiudizi e stereotipi

foto Twitter

In Irlanda le donne stanno protestando dopo l'assoluzione di un 27enne accusato di stupro nei confronti di un confronti di una ragazza di 17 anni. Al processo, l'avvocato del giovane, che sosteneva di aver avuto con la 17enne un rapporto consensuale, ha mostrato alla giuria le mutandine che la ragazza indossava quella sera, ovvero un tanga di pizzo davanti, facendo sottointendere così di essere "disponibile" a un incontro sessuale. 

La strategia difensiva dell'avvocato O'Connel era stata subito criticata dal Dublin Rape Crisis Centre. Specificando di voler contestare non il verdetto ma il gesto del legale, il Centro ha ribadito la necessità di una riforma del sistema giuridico per tenere fuori dalle aule dei tribunali i pregiudizi contro le donne. "Questo tipo di mitologie e stereotipi sullo stupro compaiono di frequente nei tribunali, perché la difensa dello stupro è sempre che il sesso era consensuale. Così l'accusato può usare qualsiasi cosa per dimostrare che c'è stato il consenso", ha detto all'Irish Independent il numero uno del centro, Noeline Blackwell. 

Il tanga è poi diventato ora il simbolo di una protesta che ha preso piede nel paese, in strada e sui social. A Cork, dove si sono svolti i fatti e dove si è celebrato il processo, circa duecento donne sono scese in piazza fin sotto il tribunale con striscioni e slogan, lanciando sulla scalinata dell'edificio decine e decine di indumenti intimi, mentre online è partito l'hasthag #ThisIsNotConsent, utilizzato per postare foto di tanga di tutti le forme e colori per protestare contro i pregiudizi.

"Stuprata dal branco, in aula è lei sotto accusa": la protesta che infiamma la Spagna

Il caso è poi arrivato fino al Parlamento, dove la deputata Ruth Coppinger ha mostrato un tanga di pizzo durante una seduta parlamentare: "Potrebbe sembrare imbarazzante mostrare un tanga qui, ma pensate a come si sente una vittima di stupro, quando in modo inappropriato viene mostrata la sua biancheria intima in un tribunale?".

coppinger parlamento tanga-2

Su Twitter poi Coppinger ha scritto: "Ho sentito che le telecamere non mi hanno inquadrato quando ho mostrato il tanga nella Dáil (la camera bassa del parlamento irlandese, ndr). In tribunale le vittime possono vedere la loro biancheria intima mostrata come prova ed è legale, quindi devono poter essere espsote anche nella Dáil ". 

La polemica sul processo segue lo scandalo sulla pubblicazione di dettagli intimi durante il processo a due giocatori di rugby in Irlanda del Nord, assolti qualche mese fa dall’accusa di stupro.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Estrazioni Lotto, SuperEnalotto e 10eLotto di oggi martedì 10 settembre 2019: i numeri vincenti

  • Temptation Island Vip 2019: puntate, coppie e tutte le anticipazioni

  • "Salvini deve andare a fare in c***": sconcerto in tv su La7

  • Michelle Hunziker, il gesto 'contro' Marica Pellegrinelli dopo l'addio a Ramazzotti

  • Estrazioni Lotto, SuperEnalotto e 10eLotto di giovedì 12 settembre 2019: i numeri vincenti

  • Sondaggi, sorpresa sul podio: chi sale e chi scende tra Lega, Pd e M5s

Torna su
Today è in caricamento