Francia, fermati due giovani radicalizzati: "Preparavano un attacco imminente"

Nella loro abitazione sono stati rinvenuti esplosivi di tipo Tatp, la bomba "fai da te" usata dall’Isis già in altri attentati. I due volevano colpire durante le presidenziali

Immagine d'archivio

L’Isis torna a far paura in Francia dove la polizia ha arrestato due giovani di 23 e 29 anni accusati di voler compiere un "attentato imminente" durante le presidenziali francesi. I due sono stati bloccati in un edificio di Marsiglia.

Secondo i media francesi all’interno della loro abitazione gli inquirenti hanno trovato esplosivi di tipo TATP, la bomba "fai da te" usata dall’Isis negli attentati di Parigi e Bruxelles. France Info riferisce inoltre che i fermati  sarebbero già noti ai servizi di sicurezza francesi e che si sarebbero convertiti all'islam radicale mentre erano detenuti nel carcere di Sequedin.

Proprio a Marsiglia mercoledì si terrà un comizio di Marine Le Pen, ma non c’è nessun elemento per affermare che fosse lei l’obiettivo dei due jihadisti. Sta di fatto che l’allerta nel Paese resta altissima. Il ministro dell'Interno francese, Matthias Fekl, ha dichiarato che  "è stato fatto tutto il possibile per garantire la sicurezza delle presidenziali". Per scongiurare il pericolo di attentati alla vigilia delle elezioni, la Francia ha messo in campo ben 50mila uomini tra poliziotti e gendarmi.

COS'E' IL TATP, LA BOMBA FAI DA TE DELL'ISIS

Potrebbe interessarti