Isis, ora è un problema europeo: il caos in Siria spalanca le prigioni

La Turchia intende rimandare nei loro paesi di origine i foreign fighters che dall'Europa erano andati a combattere per la causa dell'Isis durante la guerra civile siriana. Il caso si è riacceso dopo l'invasione del Rojava siriano da parte delle milizie di Ankara

La Turchia ''non è un hotel per membri di Daesh di nessun Paese''. Lo ha detto il ministro degli Interni turco Suleyman Soylu incontrando i giornalisti e denunciando quella che ha definito l'inazione europea rispetto ai prigionieri dello Stato Islamico.

La Turchia intende rimandare nei loro paesi di origine i foreign fighters che dall'Europa erano andati a combattere per la causa dell'Isis durante la guerra civile siriana.

Il ministro dell'interno turco ha accusato gli stati europei di irresponsabilità. "Non ci si può limitare semplicemente a revocare la cittadinanza agli ex terroristi e aspettarsi che la Turchia si prenda cura di loro".

"Questo è inaccettabile per noi. È anche irresponsabile" ha aggiunto, spiegando che ''manderemo nei loro Paesi d'origine i membri di Daesh che abbiamo catturato''.

Il caso del destino dei combattenti jihadisti si è riacceso dopo l'invasione del Rojava siriano da parte della Turchia lo scorso 9 ottobre. Solo pochi giorni fa le forze della sicurezza turca hanno arrestato due jihadiste olandesi che erano fuggite insieme ai tre figli dal campo profughi di al-Hol in Siria e cercavano di rientrare in Olanda.

L'Olanda ha chiarito di non voler riaccogliere i propri connazionali che si sono uniti all'Isis. Secondo il quotidiano turco Daily Sabah, a una delle due donne sarebbe stata revocata la nazionalità olandese per la sua adesione a una organizzazione terroristica.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Di recente alcuni avvocati olandesi hanno intrapreso una causa contro il loro governo per essersi rifiutato di accettare 23 donne terroriste dell'Isis e i loro 56 figli.

"Così abbiamo ucciso il Califfo": le prime immagini del raid contro il leader dell'Isis

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, in arrivo un altro Dpcm di Conte: ecco le nuove misure dal 14 luglio

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di martedì 14 luglio 2020

  • Tour de France 2020, tutte le tappe: altimetria, calendario e percorso

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di sabato 11 luglio 2020

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di giovedì 9 luglio 2020

  • Giro d'Italia 2020, tutte le tappe: altimetria, calendario e percorso

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
Today è in caricamento