Ancora una strage di migranti: 21 morti sulle coste della Turchia

Tra le vittime del nuovo naufragio ci sarebbero anche diversi bambini. Secondo l'Organizzazione internazionale per le migrazioni (Oim) sono circa 700 le persone morte o disperse durante la traversata dell'Egeo nel 2015

Immagine di repertorio

Ancora una strage nel mare Egeo. Le autorità turche hanno recuperato su due spiagge i cadaveri di almeno 21 migranti, tra cui diversi bambini, morti dopo il naufragio dell'imbarcazione su cui stavano cercando di raggiungere la Grecia.

Il naufragio è stato causato dalle cattive condizioni del tempo ed è avvenuto poco dopo la partenza dalla regione turca di Dikili, come riportano i media turchi. Otto persone sono state tratte in salvo dalla Guardia Costiera, che sta conducendo operazioni di ricerca di mare, mentre la polizia perlustra la costa.

migranti morti egeo twitter-2

I corpi di undici vittime sono stati rinvenuti su una spiaggia della zona di Ayvalik, più a Nord, a poche miglia nautiche dall'isola greca di Lesbo, mentre altri dieci sono stati recuperati nel distretto di Dikili.

Secondo l'Organizzazione internazionale per le migrazioni (Oim), sono circa 700 le persone decedute e disperse lo scorso anno durante la traversata del Mar Egeo. Nel 2015, sempre secondo l'Oim, un milione di migranti è arrivato in Europa.