Prete abusa di una bimba di 5 anni: incastrato dai disegni della vittima

Orrore in Brasile. La piccola si è improvvisamente rifiutata di seguire le lezioni di inglese con il parroco: la madre insospettita ha cercato tra i libri e ha trovato i disegni con immagini inequivocabili.

Padre Joao da Silva ha ammesso di avere abusato sessualmente di una bambina di 5 anni, o almeno lo ha ammesso ai genitori della piccola vittima che gli hanno sottoposto i disegni inequivocabili tracciati dalla piccola. Un disegno mostra un uomo che apparentemente incombe su di un bambino che ha uno sguardo di terrore dipinto sul suo viso. Un'altra immagine straziante mostra una ragazza sdraiata su un letto con un uomo tra le sue gambe, il volto scomposto da un urlo di terrore o agonia. 

L'intera città brasiliana di Montes Claros, nella regione del Minas Gerais, è sotto shock. I genitori della bambina si erano insospettiti quando la piccola si è improvvisamente rifiutata di seguire le lezioni di inglese con il parroco. La madre sconvolta ha portato gli schizzi ad uno psicologo infantile che ha esortato i suoi genitori a cercare tra i suoi libri nuove prove degli abusi: qui erano nascosti altri sei disegni strazianti con le immagini dell'abuso sessuale: lui sopra di lei, con il pene eretto.

Joao da Silva 1-2

Padre Joao da Silva, 54anni, dopo una rapida indagine è stato arrestato vicino la sua chiesa. A breve partirà il processo: il pastore dovrà rispondere di violenza sessuale su un minore. Lo stesso giorno in cui è stato arrestato ha perso il suo posto nella chiesa brasiliana.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di giovedì 20 febbraio 2020

  • Il marito di Mara Venier dopo le accuse: "Il successo dà fastidio, prenderemo decisioni"

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di sabato 22 febbraio 2020

  • Grande Fratello Vip 2020: anticipazioni, cast e cosa c'è da sapere

  • Heather Parisi: "La mia vita in Cina nell'inferno del Coronavirus. Qui si lavora da casa, i prodotti sono razionati"

  • Patrizia Mirigliani: "Ho denunciato mio figlio, non avevo scelta"

Torna su
Today è in caricamento