domenica, 23 novembre

Come ti eleggo il presidente

I francesi andranno al ballottaggio il 6 maggio: testa a testa tra Hollande e Sarkozy

Giulia Sabella 27 marzo 2012

Il socialista François Hollande in testa al primo turno, Nicolas Sarkozy che perde voti ma non la speranza. E poi l'exploit della destra estrema di Marine Le Pen, l'estrema sinistra di Mélenchon all'11% e il crollo del centrista Bayrou. Sono questi i risultati del primo turno delle presidenziali francesi. Il socialista Hollande e il presidente uscente Sarkò dovranno ora sfidarsi nel ballottaggio del prossimo 6 maggio.

LA GUIDA - Lo scrutinio che viene utilizzato è di tipo uninominale maggioritario a due turni. Il 22 aprile gli elettori dovranno dare la propria preferenza ad uno dei candidati presenti. Se nessuno di questi riuscirà ad ottenere più del 50% dei voti, i cittadini francesi aventi diritto di voto si recheranno nuovamente alle urne il 6 maggio, dove dovranno scegliere tra i due candidati che avranno ricevuto il maggior numero di preferenze al primo turno.  

Per potersi candidare alle elezioni presidenziali è necessario ottenere le preferenze di 500 eletti nazionali o locali (sindaci, deputati, senatori, membri delle assemblee regionali), i cui nomi sono resi pubblici dal Consiglio costituzionale. Stando alla legge dell’11 marzo 1988, che riguarda la trasparenza finanziaria della vita politica, i candidati devono sottoporre al Consiglio costituzionale una dichiarazione circa la loro situazione patrimoniale, con l’obbligo di ripresentarla alla fine del proprio mandato.

Con il referendum del 24 settembre del 2000 il mandato del presidenziale è stato ridotto da 7 a 5 anni. Al momento, stando ai sondaggi, i favoriti sono Nicolas Sarkozy, attuale Presidente della Repubblica francese e membro dell’Ump (Unione per un Movimento Popolare) , e François Hollande, del Partito Socialista. Tra i candidati che hanno fatto più parlare di sé in questa campagna elettorale ci sono anche Marine Le Pen del Fronte Nazionale, partito di estrema destra, e Eva Joly, esponente dei Verdi.

 

FOCUS CANDIDATI - CHI SONO, DA DOVE VENGONO, COSA PROMETTONO

Nicolas Sarkozy in corsa per il secondo mandato
Il socialista François Hollande
L'estrema destra di Marine Le Pen
François Bayrou e l'alternativa centrista
Jacques Cheminade, partito Solidarieté et progrès
Nicolas Dupont-Aignan, il candidato gollista
Nathalie Arthaud per Lutte ouvrière
Philippe Poutou con il Nuovo Partito Anticapitalista
Jean-Luc Mélenchon alla sinistra di Hollande
Eva Joly, la candidata che viene dal Nord

Hollande e Sarkò pareggiano nei sondaggi
Le posizioni dei due maggiori sfidanti sulla questione israelo-palestinese
L'economia: la prima preoccupazione degli elettori francesi

Nicolas Sarkozy
elezioni
esteri

Commenti