Compra bambini africani e li rende schiavi: condannato a 11 anni

E' una storia spaventosa quella che nel Michigan vede protagonisti un uomo di 44 anni e tre bambini: si comportava come fosse il padre, li mandava a scuola ma li usava come 'schiavi' da affittare

STATI UNITI. Un uomo di Ypsilanti, nel Michigan, che per anni ha tenuto in stato di schiavitù quattro bambini è stato condannato a 11 anni di prigione da un giudice di Detroit.

Secondo quanto riferisce la stampa locale l'uomo aveva costretto i bambini per cinque anni, fino a gennaio 2011, a lavorare come domestici in casa di amici e conoscenti con la scusa di farli studiare "da camerieri".

In diverse occasioni, l'uomo, un ex inserviente dell'università del Michigan, aveva picchiato e abusato dei piccoli portati dall'Africa occidentale negli Stati Uniti. Il trasferimento era avvenuto con passaporti e documenti falsi che attestavano che lui ne era il genitore.

Secondo la ricostruzione degli inquirenti il 44enne aveva mandato a scuola tre dei minori, comportandosi come fosse il padre. I bambini vittime di violenze sono stati affidati all'assistenza sociale dopo aver raccontato le proprie tramautiche esperienze.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Scuola

    Maturità 2018, prima prova: tutte le tracce

  • Economia

    "Sconosciuti" al Fisco: in Italia scoperti quasi 13mila evasori totali

  • Cronaca

    Caserta, centro sociale denuncia: "Spari contro migranti al grido: Salvini, Salvini"

  • Politica

    Morti sul lavoro, silenzio di Stato

I più letti della settimana

  • Balalaika: dopo il Mago Forest, anche Gerry Scotti esagera su Belen

  • "Amici di Maria De Filippi": tutti i vincitori

  • Nicolò Ferrari e Marta Pasqualato si sono fidanzati: la conferma arriva sui social

  • Antonella Clerici dalla tv alla campagna: "Ecco la super villa in cui si trasferirà con Garrone"

  • Belen sbotta in diretta: la battuta del mago Forest è troppo

  • Fisco, in arrivo la "Comunicazione delle somme dovute": che cosa fare

Torna su
Today è in caricamento