Stati Uniti, strage nella scuola elementare

Adam, un ragazzo autistico di 20 anni figlio di una maestra della Sandy Hook School, ha sterminato un'intera classe: 26 morti, di cui 20 bambini. Dopo il massacro si è suicidato. Uccisa ance la madre.

NEWTON (CONNECTICUT) - 25 morti. 26 con il killer-suicida. 27 con la madre del killer. Di questi, venti sono bambini. E' il drammatico bilancio di una della peggiori stragi nella storia degli Stati Uniti d'America. Ancor più sanguinosa del massacro della Columbine, seconda per numero di vittime solo alla tragedia dell'università della Virginia. 

L'autore di quello che passerà alla storia come il massacro della Sandy Hook è Adam Lanza, un ragazzo di soli 20 anni originario della cittadina del Connecticut ma residente nel New Jersey, a Hoboken, piccola cittadina con 'vista' su Manhattan. 

Adam era un giovane autistico, figlio di una delle insegnanti - "una delle migliori maestre", commenta un genitore alla Bbc - della scuola. 

I FATTI. Ricostruire quanto accaduto in ordine cronologico è difficile. Da ore gli inquirenti stanno lavorando per capire come si sono svolti i fatti. La follia omicida di Adam, infatti, sembra non essere iniziata all'interno della scuola ma diverse ore prima. 

GUARDA IL VIDEO SULLA STRAGE

Prima di recarsi alla Sandy Hook armato con due pistole, una Glock e una Sig Sauer (ritrovate sul luogo della strage) e un fucile calibro 223, Adam ha infatti ucciso sua madre nella loro casa di Newton. Poi è salito in macchina e si è diretto verso la scuola. 
Adam "sapeva come muoversi nella scuola, che conosceva benissimo" spiegano gli inquirenti: il giovane è entrato nell'ufficio di presidenza è ha fatto fuoco contro la preside e lo psicologo. 

Poi si è diretto verso la classe della madre, si è chiuso la porta alle spalle, "probabilmente ha anche salutato i colleghi della donna, che lo conoscevano". 
Quindi, ha sfoderato nuovamente le due pistole e ha fatto esploso un centinaio di colpi esplosi contro insegnanti e bambini. 
Alla fine del massacro, si è suicidato con un colpo alla testa.

I MORTI. Il bilancio è quello di un eccidio: 20 bambini morti, 6 adulti e il killer suicida. 27 morti nella scuola, 28 aggiungendo il corpo della maestra Nancy Lanza. 

LE INDAGINI. Per ore gli inquirenti si sono messi sulle tracce di Adam Lanza, ritenuto non il killer ma il complice del killer. Sotto al giubbotto antiproiettile, infatti, Adam portava il documento di suo fratello Ryan, 24 anni, studente alla Quinnipiac University.

Ma Ryan con la strage non c'entra nulla: anche lui, oggi, si può annoverare tra le vittime della follia omicida del suo fratellino Adam. Sotto choc, rintracciato proprio a Newton, Ryan sta infatti provando insieme agli investigatori a ricostruire cosa è scattato nella mente del fratello.
Ma prima, Ryan, "deve superare lo choc di aver perso la sua famiglia" ha spiegato il capo della polizia del Connecticut.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bollo auto, due novità importanti in arrivo dal 1° gennaio 2020

  • Estrazioni Lotto oggi e SuperEnalotto: estratto il 5+1 da mezzo milione. I numeri di martedì 3 dicembre 2019

  • Scoperto "esercito" di badanti evasori totali: alcuni prendevano pure la disoccupazione

  • Omicidio Nadia Orlando, Francesco Mazzega si è tolto la vita nel giardino di casa

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di giovedì 5 dicembre 2019

  • Estrazioni Lotto oggi sabato 30 novembre 2019. SuperEnalotto, centrato 5+1 da 692mila euro

Torna su
Today è in caricamento