Stuprata dal branco in un hotel, 42 anni dopo lancia un appello ai testimoni: "Venite allo scoperto"

I fatti avvennero nel lontano 1978 a Plymouth, nel Regno Unito. La polizia ha ricostruito l'identikit di due uomini che quella sera cercarono di difendere la vittima. Che oggi dice: "Ho vissuto con questo trauma ogni giorno per 42 anni"

L'identikit dei due presunti testimoni dello stupro avvenuto 42 anni fa a Plymouth

Quando è stata violentata aveva appena 17 anni. Oggi di anni ne ha 59, ma lo choc di quello strupro lo sente ancora sulla sua pelle. Ed è decisa ad ottenere giustizia. Anche se da quel giorno sono passati più di 40 anni. La donna - racconta il Guardian – venne violentata da un gruppo di uomini in una stanza d’albergo a Plymouth, nelle contea del Devon (Regno Unito). Era il gennaio del 1978.

Secondo la ricostruzione della polizia, quel pomeriggio la vittima era uscita con una sua amica. In un locale di Plymouth, all’epoca conosciuto come "Safari Club", conobbe un ragazzo di circa 20 anni che si presentò come un insegnante di matematica. Il giovane le disse anche di essere un giocatore di una squadra di rugby del sud del Galles in trasferta a Plymouth. La 17enne salutò l’amica e si allontanò con il giovane. Un’ora dopo, nella stanza d’hotel dove alloggiava il ragazzo irruppero altre persone. La 17enne venne stuprata a turno da più uomini, tutti sui vent’anni, quasi certamente compagni di squadra dell’insegnante.

L'appello ai due testimoni: "Venite allo scoperto"

"All'epoca pesavo appena 55 kg e non ero in grado di impedire a quegli uomini di sopraffarmi fisicamente" racconta la vittima. Che si rivolge in particolar modo a due testimoni dello stupro, di cui la polizia ha ricostruito un identikit. Si tratta di due ragazzi che secondo il racconto della donna sembravano scioccati da quanto stava accadendo e che avrebbero provato a fermare i compagni di squadra. "All’epoca ero una ragazzina spaventata, ma il peso di quella violenza l'ho sentito ogni giorno per 42 anni. Anche ora che ho 59 anni soffro di  disturbo da stress post-traumatico".

"Ho vissuto con questo trauma ogni giorno per 42 anni"

"Ormai potreste avere delle figlie o delle nipoti. Non ci sono molte persone a cui viene data l'opportunità di correggere un errore così terribile" continua la donna. "Il fatto che voi conosciate l’identità dei miei stupratori vi dà questa opportunità unica. Gli uomini che mi hanno violentato sono tornati a casa dopo e sono andati avanti con le loro vite". "Io ho vissuto con questo trauma giorno dopo giorno per 42 anni. Chi mi ha violentato oggi potrebbe allenare i vostri figli o i vostri nipoti".

La polizia del Devon e della Cornovaglia ha rivolto un appello a chiunque abbia lavorato o soggiornato presso lo Strathmore Hotel tra il gennaio e il febbraio del 1978 e sia in possesso di informazioni utili alle indagini. Gli agenti nutrono ancora qualche speranza di poter acciuffare i responsabili: "Nonostante siano passati più di 40 anni è il momento di fare la cosa giusta". 

In basso l'identikit dei due testimoni chiave ricostruito dalla Devon and Cornwall Police. I due uomini oggi hanno circa 60 anni e il loro aspetto potrebbe essere molto diverso da quello di allora. 

Plymouth, nel Regno Unito

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Buoni fruttiferi postali, il "brutto pasticcio" sui rimborsi

  • Bollette luce e gas, buona notizia per metà degli italiani

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di giovedì 13 febbraio 2020: centrato un 5+1 da mezzo milione

  • Grande Fratello Vip 2020: anticipazioni, cast e cosa c'è da sapere

  • La moglie di Piero Pelù rivela: "Mi ha sposata perché aveva strizza"

  • C'è posta per te, Maria De Filippi perde la pazienza: "Non ce la posso fa"

Torna su
Today è in caricamento