Suicida padre Virgilio Elizondo: era accusato di pedofilia

Il teologo di fama mondiale si è tolto la vita nella sua casa in Texas. Era stato accusato di aver commesso abusi sessuali su un ragazzo trent'anni fa, ma ha sempre negato

Virgilio Elizondo

Non ha retto alle accuse di pedofilia, si è ucciso con un colpo di pistola in testa. Padre Virgilio Elizondo è stato trovato morto nella sua casa a West Side, San Antonio, in Texas. Vicino al corpo dell'uomo, con un dito ancora sul grilletto, è stato reperito un biglietto.

Il prelato ottantenne è stato trovato senza vita da una donna, di cui non sono state al momento rese note le generalità. Secondo lei, il sacerdote non era mai sembrato a rischio di suicidio. Elizondo era stato accusato nel 2015 di aver commesso abusi sessuali su un ragazzo trent'anni fa. 

Padre Elizondo aveva 80 anni ed era un teologo di fama mondiale. Professore presso l’Università di Notre Dame ed ex rettore della San Fernando Cathedral. Ha sempre negato gli episodi che gli venivano contestati.