Migranti, in Svezia e Danimarca tornano i controlli alle frontiere

Stoccolma reintroduce il controllo dei documenti per arginare il flusso di richiedenti asilo dalla Danimarca e chiede l'esenzione temporanea del trattato di Schengen. Stesse misure adottate da Copenaghen al confine con la Germania. Berlino avverte: "Schengen in pericolo"

Immagine di repertorio

Svezia e Danimarca si blindano contro i migranti. Per la prima volta in quasi 50 anni Stoccolma ha chiuso la frontiera danese, misura introdotta per controllare l'enorme flusso di rifugiati in viaggio verso il suo territorio, chiedendo l'esenzione temporanea del trattato di Schengen. Il personale di sicurezza è stato aumentato al posto di frontiera sul lato danese del ponte-tunnel di Oresund, il principale punto di accesso per i migranti, e al confine viene controllato ogni documento d'identità.

Secondo le nuove norme i passeggeri dei treni in transito nel tunnel sotterraneo dovranno uscire dal treno, passare i controlli e poi risalire sul convoglio. Coloro che saranno trovati senza un documento non potranno rientrare. I pendolari sono stati avvertiti della possibilità di lunghe code al rientro da Copenaghen alla Svezia nel pomeriggio, l'ora di punta. Una recinzione temporanea è stata eretta all'aeroporto Kastrup della capitale danese dove i treni dovranno essere controllati prima di proseguire. La Svezia ha accolto 160mila richiedenti asilo nel 2015.

A poche ore dall'annuncio dell'introduzione dei controlli alla frontiera svedese, anche la Danimarca ha chiuso i confini con la Germania per i migranti che non sono in possesso dei documenti necessari, come ha spiegato il primo ministro danese Lars Løkke Rasmussen. La chiusura della frontiera da parte della Svezia e di altri Paesi del Nord Europa "può avere grandi conseguenze per la Danimarca" e "può portare a un numero crescente di rischieste di asilo", ha dichiarato il premier.

La zona di libera circolazione europea, l'area Schengen, è "in pericolo" dopo che la Svezia ha reintrodotto i controlli alla frontiera danese e la Danimarca a quella tedesca, secondo la Germania. "La libertà di movimento è un principio importante, uno dei risultati più grandi (nell'Ue) negli ultimi anni", ha dichiarato il portavoce del ministero degli Esteri tedesco Martin Schaefer parlando ai giornalisti. "Schengen è molto importante ma è in pericolo", ha aggiunto commentando la chiusura della frontiera decisa da Copenaghen.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bollette luce e gas, buona notizia per metà degli italiani

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di giovedì 13 febbraio 2020: centrato un 5+1 da mezzo milione

  • Grande Fratello Vip 2020: anticipazioni, cast e cosa c'è da sapere

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di martedì 11 febbraio 2020

  • La moglie di Piero Pelù rivela: "Mi ha sposata perché aveva strizza"

  • Il fidanzato di Antonella Elia contro Barbara d’Urso: “E’ tutto manipolato, non dovevo venire”

Torna su
Today è in caricamento