Terremoto in Giappone, crolli e voragini in strada: morti e feriti ad Osaka

Sale il bilancio della scossa di magnitudo 6.1 che ha colpito il Giappone occidentale. Tra le vittime anche una bimba di 9 anni, oltre 200 i feriti. Nel 1995 la regione fu devastata da un terremoto di magnitudo 7.3 in cui morirono oltre 6000 persone

Gli effetti del terremoto a Takatsuki, prefettura di Osaka, 18 Giugno 2018 FOTO ANSA

Un forte terremoto di magnitudo 6.1 ha scosso questa mattina il Giappone occidentale uccidendo tre persone. La protezione civile ha riferito che 214 persone sono state ricoverate in ospedale per ferite di varia entità. Secondo quanto riportato dai media giapponesi il sisma è avvenuto verso le 8:00 ora locale, l'1:00 in Italia ed ha colpito in particolar modo l'area della città portuale di Osaka.

Il terremoto di magnitudo 6.1 ha colpito il Giappone con epicentro a Takatsuki alle 7.58 ora locale (pochi minuti prima dell'una in Italia). Gli esperti hanno avvertito di possibili nuovi forti scosse. Nel 1995, la regione fu devastata da un terremoto di magnitudo 7,3 in cui morirono oltre 6.434 persone.

Terremoto in Giappone: ci sono vittime

Tra le vittime ci sarebbe una bambina di nove anni morta per il crollo del muro di una piscina, sotto il quale è rimasto sepolto anche un anziano, mentre un'altra persona è deceduta dopo che il mobile di una biblioteca gli è caduto addosso.

Il forte terremoto ha anche lasciato più di 170.000 case nella prefettura di Osaka e nella vicina prefettura di Hyogo senza energia. Per circa 100.000 famiglie, l'approvvigionamento di gas è stato interrotto. Alcune persone sono rimaste intrappolate negli ascensori mentre andavano a lavorare.

Terremoto: almeno 3 morti, 100 feriti

Osaka, è la seconda città del Giappone. Non c'è stato alcun allarme tsunami. Inoltre, non sono state fornite informazioni sulle irregolarità nelle centrali nucleari di Takahama, Mihama e Oi.

Interrotto il servizio dei treni veloci Shinkansen e cancellati sei voli aerei da e per l'aeroporto del Kansai.

Giappone: dopo il sisma paura per i vulcani

"Le scuole sono state evacuate per precauzione, ma resta alta la preoccupazione per le scosse di assestamento che ora seguiranno. L'agenzia meteorologica giapponese ha diffuso un allert preventivo per i due vulcani della regione, a livello 3 su 5, che indica l'obbligo a non avvicinarsi al vulcano".  Lo afferma all'AdnKronos Tommaso Della Longa, portavoce della Federazione Internazionale di Croce Rossa.

"La Croce Rossa e tutto il sistema di emergenza giapponese si sono subito mobilitati, alcune nostre unità sono state inviate nella prefettura di Osaka per fare un assessment delle situazioni sul terreno e coordinare tutti gli interventi medici. Uno dei principali problemi in questi casi, lo abbiamo visto anche in Italia, è il post-scossa. Perciò si deve subito capire dove è necessario intervenire sulla scala dei bisogni".

Terremoto in Giappone, le prime immagini

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Belen contro Barbara d'Urso: l'affondo durante una diretta su Instagram

  • Coronavirus, dalla suola delle scarpe alle verdure: i chiarimenti dell'Iss

  • Coronavirus, come sono cambiati i trasporti pubblici durante l'epidemia

  • Coronavirus, a Rimini guarisce anziano di 101 anni: è nato durante l'epidemia di spagnola

  • Coronavirus, lo stop dei benzinai: "Chiudiamo gli impianti: prima sulle autostrade, poi gli altri"

  • Coronavirus, Mattarella ha firmato il decreto: da oggi al via la nuova stretta, cosa cambia

Torna su
Today è in caricamento