Tsunami tra Giava e Sumatra, in Indonesia è una nuova strage: il video shock

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...
 

Sale ad almeno 43 morti e 600 feriti il primo bilancio dello tsunami che ha colpito la costa attorno allo stretto della Sonda, tra le isole indonesiane di Giava e Sumatra. Con un muro d'acqua di circa 20 metri, lo tsunami ha danneggiando centinaia di costruzioni tra cui diversi alberghi.

Tsunami in Indonesia: almeno 43 morti

Secondo l'Agenzia di meteorologia e geofisica indonesiana le onde anomale potrebbero essere state causati da frane sottomarine seguite a un'eruzione di Anak Krakatau, un'isola vulcanica formatasi nel corso degli anni dal vicino vulcano Krakatoa.

La nuova tragedia arriva dopo neppure 3 mesi da quel tragico terremoto e successivo tsunami che lo scorso settembre devastarono l'isola di Sulawewsi causando una vera e propria ecatombe.

Le prime immagini che arrivano dall'Indonesia dopo lo tsunami

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (2)

  • Anche in Italia esiste un pericolo simile, è il Marsili, un vulcano sommerso delle dimensioni simili al Krakatoa, con vetta a -500 mt. e mostrava frane sulle pareti circa 20 anni orsono.

  • Tsunami tra Giava e Sumatra: ci sono morti e feriti „Anak Krakatau“ L'Anak Krakatau è il cono vulcanico emerso dal Krakatoa esploso alla fine del 19° secolo, il tsunami è provocato da frane sottomarine originate da terremoti o sollevamenti del fondale. Nulla di nuovo salvo le vittime e i danni che, suppongo, ci siano anche a Sumatra.

Potrebbe Interessarti

  • Video

    Daniele Nardi, l'ultima intervista alle Iene: "Sono un po' folle, in montagna cerco la vita"

  • Alimentazione

    Mangiare la frutta a fine pasto fa male? Il parere (sorprendente) dell'esperto

  • Isola dei Famosi 2019

    Isola, il videomessaggio di Corona a Fogli: “Ho le prove del tradimento di tua moglie”

  • Video

    "Così ho salvato la vita ad Antonello Venditti"

Torna su
Today è in caricamento