Uragano Sandy, il blackout di New York ha oscurato la catastrofe nei Caraibi

La East Coast americana prova a tornare alla normalità e conta i danni: almeno 50 milioni di dollari. Ma il web 'si indigna' per una strage oscurata dagli Stati Uniti: quella di Haiti e Cuba, vittime dello stesso uragano di New York

Il bilancio delle vittime continua ad aggravarsi, mentre la East Coast americana cerca di tornare alla normalità dopo il passaggio dell'uragano Sandy: sono almeno 92 le persone rimaste uccise, di cui 40 nella sola città di New York.

E si teme che il numero dei morti possa continuare a salire, a fronte delle ricerche ancora in corso delle persone che risultano disperse.



Sono circa 4,5 milioni le persone che risultano ancora senza elettricità in 12 Stati del Paese e si registra anche una grave carenza di carburante.



Complessivamente, Sandy potrebbe costare agli Stati Uniti 50 miliardi di dollari, stando alla stima fatta dalla società di ricerca specializzata Eqecat, che ha raddoppiato la sua precedente valutazione.La conta dei danni dell'uragano "più forte di sempre", secondo gli esperti, che si è abbattuto sulla costa orientale degli Stati Uniti è quindi spaventoso.

SPECIALE SANDY: FOTO E VIDEO

Come spaventoso - "ma dimenticato" - è il bilancio del passaggio di Sandy su Haiti e Cuba, dove i morti sono 54 e 16.

Un passaggio silenzioso ma che ha lasciato devastazioni, morti, dispersi. Basti pensare che sono nella città di Santiago de Cuba le abitazioni distrutte sono 200mila.

Mezzo metro d'acqua in meno 24 ore ha invece letteralmente allagato Haiti, isola già alle prese con il dramma del terremoto che, anche se distante quasi tre anni, ancora non è stato messo alle spalle soprattutto dalla popolazione più povera, cioè "il 75% degli abitanti dell'isola" denunciano da Terre des Hommes.

Ma "il vero problema" non è il numero dei morti, "a quello siamo tristemente abituati" raccontano dalle Ong "ma il dramma che potrebbe scaturire da una ormai certa emergenza alimentare".

Ad Haiti, infatti, "è andato distrutto il 70% del raccolto di banane e mais". E ogni settimana nuovi casi di colera si registrano in un paese che dal terremoto del gennaio 2010 ha visto morire oltre 7500 persone per problemi alimentari.

Nonostante ciò, e nonostante le immagini di distruzione che vi abbiamo mostrato qui sopra, questo dramma è andato dimenticato. O meglio, oscurato dal blackout di New York City.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Economia

    Via gli 80 euro in busta paga, Tria: "Verranno riassorbiti dalla riforma fiscale"

  • Politica

    L'Agcom diffida il Tg2: "Servizi parziali e non obiettivi, episodi reiterati e non occasionali"

  • Politica

    Busta con proiettile a Salvini intercettata dagli artificieri

  • Sport

    È morto Niki Lauda, leggenda della Formula 1: addio a uno dei più grandi piloti di sempre

I più letti della settimana

  • Giro d'Italia 2019, tutte le tappe: percorso e altimetria

  • Elezioni europee 2019, la guida al voto: tutto quello che c'è da sapere

  • Era scomparsa da due mesi: trovata morta nel bagagliaio dell'auto

  • Matrimonio Pamela Prati, Georgette crolla: "Ho ricostruito il puzzle. Ora ho paura"

  • Meteo, sorpresa "amara": ecco quando arriva finalmente il caldo

  • Reddito di cittadinanza, cambia (quasi) tutto: cosa si potrà acquistare

Torna su
Today è in caricamento