Capodanno shock a Colonia: decine di donne aggredite in strada

Secondo la polizia, gli aggressori sarebbero stati circa un migliaio di uomini probabilmente di origine nord-africana. Il governo invita ad evitare qualsiasi strumentalizzazione

Sono diventate un caso le molestie di "gruppo" subite da decine di donne la notte di San Silvestro a Colonia da parte di gruppi composti da migliaia uomini ubriachi nella zona della stazione centrale e del duomo.

Il governo tedesco ha condannato le aggressioni, attribuite dalla polizia a uomini di origine nord-africana, ma ha rifiutato qualsiasi "strumentalizzazione" contro i rifugati. La vicenda, che sta assumendo proporzioni allarmanti visto il moltiplicarsi delle denunce da parte delle vittime, sta suscitando una forte emozione in Germania.

"Si tratta di una nuova forma di criminalità organizzata" e "bisognerà pensare a come combatterla", ha commentato il ministro della Giustizia tedesco Heiko Maas. Il guardasigilli ha messo in guardia contro la "strumentalizzazione" di questa vicenda nel dibattito sull'afflusso di migranti in Germania. L'apparenza degli aggressori "non deve portare a far pesare un sospetto generale sui rifugiati che, indipendentemente dalla loro origine, vengono a cercare protezione da noi", ha rincarato il ministro dell'Interno Thomas de Maizière.

La polizia aveva già registrato 90 denunce questa mattina che vanno dalle molestie ad almeno uno stupro passando per decine di aggressioni sessuali e di furti secondo un portavoce citato dall'agenzia tedesca Dpa. Queste aggressioni, attribuite a dei gruppi di giovani uomini ubriachi, si sono concentrate intorno al duomo e alla stazione centrale di Colonia, ma la polizia ha anche segnalato una decina di denunce a Amburgo. Il comune di Colonia, che accoglierà dal 4 al 10 febbraio centinaia di migliaia di persone per il carnevale ha tenuto questa mattina una riunione di crisi sulla questione.