Agevolazioni fiscali per acquistare l'auto: chi ne ha diritto

Depositata in Parlamento la proposta di legge primo firmatario il deputato Leonardo Donno che vuol estendere le agevolazioni fiscali riconosciute alle persone con disabilità per l'acquisto di auto anche ibride ed elettriche

È stata depositata in Parlamento la proposta di legge primo firmatario il deputato Leonardo Donno che riconosce agevolazioni fiscali per l'acquisto dell'auto alle persone con disabilità. Nello specifico il parlamentare del Movimento 5 stella ha proposto l’estensione dell’agevolazione Iva, ridotta al 4%, riservata all'acquisto di auto elettriche o ibride. Questo benefit tributario, ad oggi, è previsto soltanto per i mezzi alimentati a benzina o diesel.

"Un limite anacronistico - spiega Donno - non si considerano, di fatto, i nuovi modelli di veicoli già disponibili sul mercato, parliamo di quelli ibridi ed elettrici. Una discriminazione immotivata"

"Gli studi di mercato prevedono che, nel giro di pochi anni, il settore delle auto registrerà un notevole incremento dell’offerta di auto full-electric oltre all’aumento delle vendite delle automobili ibride. L’agenzia delle entrate, interpellata sulla questione, ha escluso la possibilità di un’interpretazione estensiva della norma in modo da poter includere nel beneficio i veicoli di nuova generazione, rimettendo quindi questo compito esclusivamente al legislatore"

L'articolo 2 e 3 della proposta di legge estende "ai veicoli a motore ibridi, ai veicoli elettrici ibridi ricaricabili tramite collegamento e ai veicoli alimentati da cellule a combustibile" la possibilità di applicare l’aliquota Iva del 4%.

Le norme vigenti stabiliscono che delle agevolazioni per il settore auto possono usufruire diverse categorie di disabili.

In primis i non vedenti, o che hanno un residuo visivo non superiore a un decimo ad entrambi gli occhi con eventuale correzione. Seguono poi le persone sorde, ossia colpite da sordità alla nascita o prima dell'apprendimento della lingua parlata, i disabili con handicap psichico o mentale titolari dell'indennità di accompagnamento, i disabili con grave limitazione della capacità di deambulazione o affetti da pluriamputazioni e i disabili con ridotte o impedite capacità motorie. 

Se il portatore di handicap è fiscalmente a carico di un suo familiare (possiede cioè un reddito annuo non superiore a 2.840,51 euro), può beneficiare delle agevolazioni il familiare che ha sostenuto la spesa nell'interesse del disabile.

Tali agevolazioni sono riconosciute solo se i veicoli sono utilizzati, in via esclusiva o prevalente, a beneficio delle persone disabili.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Heather Parisi: "La seconda quarantena a Hong Kong? Ecco come stanno davvero le cose"

  • Coronavirus, dagli alimenti alle banconote: a cosa stare attenti quando facciamo la spesa

  • Coronavirus, l'appello disperato di Linda da Londra: "Ci lasciano morire soli a casa come animali"

  • Coronavirus, perché i contagi restano stabili: "Il paradosso del plateau"

  • Morta Susanna Vianello, figlia di Edoardo e Wilma Goich

  • Coronavirus, medico muore a 61 anni. L'ultimo post su fb: "Non uscite, è l'unica arma che avete"

Torna su
Today è in caricamento