Mercedes-Benz GLC Coupé, sportività e praticità si fondono

L'ultima generazione del fortunato modello coniuga sapientemente la sportività di un coupé con la praticità di un SUV

Trascorse poche settimane dal debutto del nuovo GLC, Mercedes-Benz ha svelato la nuova generazione della versione Coupé, un modello che coniuga la sportività di un coupé con la praticità di un SUV.

Mercedes-Benz GLC Coupé può fregiarsi di un design individuale e di carattere, di sistemi di assistenza alla guida innovativi, una nuova gamma di motori e il sistema multimediale MBUX - Mercedes-Benz User Experience di ultima generazione, con le sue diverse opzioni di comando. Per ciò che concerne i sistemi di assistenza alla guida in più oggi vi sono funzioni di supporto nell’immissione in carreggiata, via di fuga e frenata a fine coda. Vi è inoltre un dispositivo di ausilio nelle manovre con rimorchio, che assiste nella retromarcia. 

Coupé e SUV allo stesso tempo

La vocazione off-road di GLC Coupé è accentuata dalle forme possenti: il frontale è imponente, sottolineato da dettagli cromati, come la protezione paracolpi anteriore e posteriore mentre lo stile coupé è conferito dalla silhouette ribassata, con la linea del tetto digradante e il lunotto arrotondato.

Internamente, l’abitacolo si caratterizza per la sua raffinata eleganza e grande praticità. Saltano subito all'occhio la plancia portastrumenti e la consolle centrale dalla linea sinuosa, dove un elemento unico di generose proporzioni si inarca dalle bocchette centrali fino al bracciolo. Una novità è rappresentata dalla tonalità grigio magma per gli interni. Il volante multifunzione, completamente ridisegnato e disponibile in due versioni, offre il comando per il sistema di assistenza attivo alla regolazione della distanza DISTRONIC, i pulsanti touch control per gestire la strumentazione, il sistema di Infotainment e la risposta acustica ai comandi.

Nuovi motori

GLC Coupé sarà disponibile con nuovi motori ai quali faranno seguito ulteriori motorizzazioni nel corso dell’anno. Tutte le versioni diesel sono conformi alla norma Euro 6d che diventerà vincolante a partire dal 2020. Un risultato che è stato possibile conseguire grazie al montaggio dei componenti del post-trattamento dei gas di scarico direttamente sul motore in modo isolato. Parliamo del catalizzatore ossidante diesel, del filtro antiparticolato con funzione di catalizzatore SCR e del catalizzatore SCR con iniezione di AdBlue. Tale sistema si completa con un catalizzatore SCR aggiuntivo, con catalizzatore di sintesi dell’ammoniaca nell’impianto di scarico di GLC.

I modelli a benzina, invece, sono elettrificati grazie all’integrazione di una rete di bordo a 48 volt (EQ Boost). Qui l'alternatore-starter con trasmissione a cinghia, svolge le funzioni dei sistemi ibridi come l’effetto boost o il recupero energetico. In tal modo i clienti ottengono un risparmio sui consumi finora riservato esclusivamente alla tecnologia ibrida ad alto voltaggio. Oltre a ridurre i consumi e le emissioni di CO2, la tecnologia incrementa il comfort e le prestazioni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Loredana Bertè: "Abbiamo nascosto in soffitta Mimì per un anno"

  • Bollo auto, ecco cosa cambia davvero dal 1° gennaio 2020

  • Prende il reddito di cittadinanza ma ha un bar: la sanzione è da capogiro

  • Estrazioni Lotto oggi e SuperEnalotto: i numeri di sabato 7 dicembre 2019

  • Michelle Hunziker 'presenta' le figlie Celeste e Sole: tali e quali a mamma e papà (FOTO)

  • Ladri in casa di Luca Argentero: "Mi hanno rubato il Telegatto". Un follower lo gela

Torna su
Today è in caricamento