Perché alle case automobilistiche è stata inflitta una maxi multa dall’Antitrust

L'AGCM, a conclusione di un'istruttoria ha inflitto una sanzione da 678 milioni di euro alle principali case automobilistiche: l'accusa è di aver fatto cartello per la vendita di auto tramite finanziamenti

Nella mattinata del 9 gennaio 2019 l’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ha diffuso sul proprio sito istituzionale la notizia riguardante una maxi multa dall’importo di 678 milioni di euro nei confronti dei principali case automobilistiche e relative captive bank operanti in Italia. Il provvedimento è stato comminato al termine di un’istruttoria conclusa lo scorso 20 dicembre 2018.

Il "cartello" delle case automobilistiche

Tale istruttoria durante cui l'AGCM si è avvalsa della collaborazione del Nucleo Speciale Antitrust della Guardia di Finanza, è partita a seguito della presentazione di una domanda di clemenza (leaning application) da parte delle società Daimler Ag e Mercedes Benz Financial Services Italia spa. Ciò che è emerso in seguito all'indagine è l'attuazione di "un'intesa unica, complessa e continuata avente ad oggetto lo scambio di informazioni sensibili relative a quantità e prezzi, anche attuali e futuri''.

Dinamiche di vendita alterate attraverso i finanziamenti

Nello specifico, l'Antitrust ha accertato l'esistenza di ''un'intesa restrittiva della concorrenza, tra il 2003 e il 2017, funzionale ad alterare le dinamiche concorrenziali nel mercato della vendita di automobili dei gruppi di appartenenza attraverso finanziamenti erogati dalle rispettive captive banks''. La maxi multa, spiega l'AGCM, è stata inflitta considerando ''la gravità e della durata dell'infrazione''.

Dieselgate: 800 milioni di multa ad Audi. Opel pronta a fare ricorso

I nomi delle società coinvolte

A finire nel mirino dell'Antitrust sono state Banca PSA Italia spa, Banque PSA Finance Sa, Santander Consumer Bank Spa, BMW bank Gmbh, BMV Ag, Daimler Ag, Merceds Benz Financial Services Italia Spa, FCA Bank Spa, FCA Italy Spa, Ca Consumer Finance Sa, FCE Bank plc, Ford Motor Company, General Motor Financial Italia spa, General Motors Company, Rci banque Sa, Renault Sa, Toyota Financial Services plc, Toyota Motor Corporation, Volkswagen Bank gmbh, Volkswagen Ag. Coinvolte anche le associazioni di categoria Assofin ed Assilea. L'Antitrust ha altresì riconosciuto il beneficio dell'immunità totale dalla sanzione a favore delle società Daimler AG e Mercedes Benz Financial Services Italia SpA che, in qualità di leniency applicant, hanno così evitato l'imposizione di una sanzione superiore a 60 milioni di euro.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • che mer#de

Notizie di oggi

  • Economia

    Irpef, cosa cambia in busta paga con il nuovo sistema. E gli 80 euro non sono più intoccabili

  • Lavoro

    Quei 4 milioni di posti di lavoro che restano vacanti

  • Cronaca

    A Lampedusa la nave italiana con 49 migranti a bordo: ma c'è il divieto di sbarco

  • Cronaca

    Luca Casarini, spirito "disobbediente" dal G8 di Genova al salvataggio dei migranti

I più letti della settimana

  • Isola dei Famosi 2019: cast, concorrenti, puntate e tutte le anticipazioni

  • Il duro messaggio di Alessandro Casillo: "Cara Maria, ecco perché ho lasciato Amici"

  • Estrazioni Lotto, SuperEnalotto e 10eLotto: i numeri vincenti di oggi sabato 16 marzo 2019

  • Estrazioni Lotto, SuperEnalotto e 10eLotto: i numeri vincenti di oggi martedì 12 marzo 2019

  • Olio di semi con clorofilla "mischiato" a extravergine: maxi-sequestro, è scandalo

  • Elezioni europee 2019, la guida al voto: tutto quello che c'è da sapere

Torna su
Today è in caricamento