Targhe auto, la novità nel decreto sicurezza

Con la conversione del Decreto Sicurezza entrerà in vigore un'importante novità. Non sarà più possibile l'escamotage della targa estera che consentiva di eludere il fisco, non pagare né bollo né assicurazione e di fatto anche eventuali multe: "Vietato per chi risiede in Italia da oltre 60 giorni"

Stop alle auto che circolano in Italia con una targa straniera: una norma inserita nel decreto sicurezza impone una vera e propria rivoluzione nel campo dell'automotive. 

L'annuncio in una nota del ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Danilo Toninelli.

"I furbetti che fino a ieri utilizzavano in Italia auto immatricolate all`estero, pur risiedendo nel nostro Paese, non potranno più eludere tasse e controlli"

Il ministro delle infrastrutture spiega che la norma inserita nel decreto Sicurezza vieta, a chi risiede in Italia da oltre 60 giorni, di circolare sul territorio nazionale con veicoli a targa estera

"Una misura che serve per porre un freno al fenomeno della cosiddetta esterovestizione e a bloccare chi, con l'escamotage della targa estera, fino a ieri eludeva il fisco, non pagava né bollo assicurazione e di fatto anche eventuali multe. Coloro che violeranno il divieto che abbiamo imposto dovranno pagare una multa salata e, se non si metteranno in regola, si potrà arrivare sino alla confisca del veicolo".
 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (9)

  • Credo che sia un decreto in rotta di collisione con le regole europee di libera circolazione di merci e persone. Chi ha lá possibilità di doppia residenza in qualsiasi altro Stato dell'Unione europea si adopera dove è più conveniente, anche io lo farei. Il problema si risolve abbassando il bollo e assicurazione

    • Oggi hanno approvato il decreto sicurezza e nessuna traccia della modica degli art. 93 e 132 del codice della strada. L'art. 29 bis del DL che era un emendamento è stato respinto. Perché nessuno scrive nulla a riguardo ora....?

  • Ho letto il decreto da capo a piedi pubblicato sulla gazzetta ufficiale del 4 ottobre 2018 n. 113, ma non c'è nessun articolo che parla dui quanto detto in questo sito sulle auto straniere.....

  • ne penso che voi italiani siete un popolo di mafiosi , e di stronzi per almeno il 30% di voi non hai diritto di multarmi se mi trovi alla guida di una macchina che io non sono proprietario , finche la macchina e aposto , assicurazione , revisione bollo indipendentemente dove targata , finche facciamo parte dalla comunita europea e ce il diritto di libera circolazione ,non mi puoi obligare di tenere una macchina inmatricolata nel tuo stato . abassa le tasse , le assicurazioni che non hanno niente da fare con la vita normale ,i passagi di proprieta che non sono per niente bilanciati con il valore della macchina, icentiva chi compra un auto che non inquina , invece voi italiani caga sotto , che accettate ogni cazzata che il governo vi fa , non avete il coraggio di andare a roma e rompere le teste a chi vi guida , voi vivete con 1000 euro al messe ,loro con 3 10000, dai siete veramente ironici , vi agrapate alle auto straniere per come si fose che cosi avete risolto tutti i problemi del paese buon fallimento

  • Mah...i furbetti troveranno sempre il modo...se l'auto non è intestata possono dire che "è il primo giorno che la uso/è a noleggio" o qualsiasi altra scusa che l'imperfetta legge non contempla. E vogliamo poi parlare dei "furbetti con le auto blu"? E noi poveri scemi paghiamo tasse assicurazioni e multe...

    • Veramente la norma si applica al guidatore e non all'intestatario del veicolo, chi guida l'auto con targa straniera se residente in Italia da piu di 60 giorni deve pagare la multa e cambiare la targa con quella italiana. Mi sembra una norma che regolarizza delle situazioni scorrette. Saluti

  • Era ora!!!!

  • Questa volta sono d'accordissimo con il ministro la mia preoccupazione è che ho dei dubbi che venga applicata dal momento che un giorno dice e il giorno dopo il contrario

  • Attendiamo controlli a tappeto...

Notizie di oggi

  • Politica

    Cos'è il 'caso Alpa' e perché le Iene vogliono una fattura dal premier Conte

  • Cronaca

    Migranti, nave alla deriva con 100 persone a bordo: “Dalla Libia non rispondono”

  • Mondo

    Bimbo caduto nel pozzo: corsa contro il tempo, scavato mezzo tunnel

  • Economia

    In pensione con Quota 100: come funzionano le finestre 'mobili'

I più letti della settimana

  • Estrazioni Lotto e SuperEnalotto: i numeri vincenti di martedì 15 gennaio 2019

  • Oroscopo Paolo Fox, la classifica della settimana dal 14 al 20 gennaio 2019

  • Fabrizio Corona: "Gli psichiatri mi dissero che Carlos non è un bambino come tutti, andai da Belen"

  • Benzina e diesel, ci sono brutte notizie per gli automobilisti: ecco i rincari

  • Isola dei Famosi 2019: cast, concorrenti e tutte le anticipazioni

  • Estrazioni Lotto e SuperEnalotto: i numeri vincenti di oggi giovedì 17 gennaio 2019

Torna su
Today è in caricamento