Alemanno-Storace, nasce un nuovo partito: "Pronti a un polo con Meloni e Salvini"

Il congresso fondativo si svolgerà il 18 e il 19 febbraio. Il nuovo movimento (che non ha ancora un nome) sarà dichiaratamente "sovranista" e ostile al "superstato europeo"

Gianni Alemanno e Francesco Storace (S) durante la presentazione del libro 'Verita' Capitale. Caste e Segreti di Roma', Roma, 28 aprile 2016. ANSA/ETTORE FERRARI

Nascerà a metà febbraio il nuovo partito frutto dell'unione tra Azione Nazionale di Gianni Alemanno e La Destra di Francesco Storace: il congresso fondativo si svolgerà il 18 e il 19 febbraio al Marriot Park Hotel di Roma. In una conferenza stampa alla Camera, Alemanno e Storace fanno sapere di essere pronti a correre da soli alle prossime elezioni, sperando che "la soglia resti al 3%", ma allo stesso tempo auspicano un'aggregazione in un polo sovranista innanzitutto con Fratelli d'Italia di Giorgia Meloni ma anche con la Lega di Matteo Salvini e Direzione Italia di Raffaele Fitto.

Nome e simbolo del nuovo partito di destra non sono ancora noti. Verranno scelti online attraverso il sito www.creailtuomovimento.it dove chiunque potrà registrarsi e presentare le proprie proposte a partire da domani 31 gennaio. La segreteria unitaria del congresso sceglierà le "migliori" che saranno pubblicate sul sito l'11 febbraio e votate fino al 16.

I nomi e i simboli più votati saranno presentati al congresso che sceglierà quelli ufficiali. Nel frattempo, tuttavia, sul sito è possibile partecipare a un sondaggio preliminare che chiede ai simpatizzanti se il termine destra debba far parte del nome, se nel simbolo debbano essere richiamate la fiamma o la fiaccola tricolore, se si debba far riferimento ad Alleanza nazionale, se il nuovo soggetto debba essere un movimento o un partito.

"Oggi - ha detto Roberto Menia durante la conferenza stampa - non c'è una destra sufficientemente plurale, noi vogliamo si costruisca una destra di governo con capacità di discutere e ragionare. Non si tratta di fare una rissa a destra tra chi mostra più muscoli, abbiamo l'ambizione di costruire ciò che a destra manca perché le elezioni arriveranno presto e la destra deve poter essere competitiva e intelligente".

Storace ricorda che "in Msi e in An convivevano le personalità più disparate e si usciva da quei partiti con le proprie gambe non per editto o perché qualcuno ti cacciava. Pluralità non significa correnti, ma significa che un giorno puoi essere d'accordo con uno, un giorno con un altro". Il congresso sarà preceduto dalle assemblee regionali: "Siamo radicati in tutta Italia - ha spiegato Storace - siamo presenti in 20 regioni".

Un mese dopo il congresso fondativo, il nuovo partito scenderà in piazza a Roma il 25 marzo quando in Campidoglio ci saranno le celebrazioni dei trattati di Roma con i leader e i capi di Stato e di governo europei. "E' un'occasione per un movimento sovranista - ha detto Alemanno - non possiamo essere assenti. Ho depositato una richiesta di corteo su questo tema e per fortuna l'ho fatto perché già quasi tutte le piazze saranno occupate dagli antagonisti di sinistra. Il corteo partirà da piazza Santa Maria Maggiore e arriverà al Campidoglio attraverso via dei Fori Imperiali. Diciamo no a quest'Europa, contestiamo il tradimento dei trattati di Roma fatti per costruire un'Europa dei popoli e delle nazioni. Invece si è arrivati al tentativo di fare un superstato europeo che cancella le differenze e ingabbia le nazioni nella maglia tecnocratica asservita agli interessi della Germania. Abbiamo invitato tutti i leader sovranisti italiani ed europei, da Fitto a Salvini a Meloni".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A chi gli domanda cosa li distingue da Fdi, il partito della Meloni, Alemanno replica: "Noi siamo pronti ad affrontare la sfida elettorale anche con le nostre gambe, ci auguriamo che la soglia resti al 3%, ma ci auguriamo che ci sia un processo di aggregazione nel polo sovranista. Sicuramente ci sono la Meloni e la Lega e il nuovo partito di Fitto. Il nostro augurio è di un'unica grande aggregazione perché crediamo in una destra inclusiva che parta dal basso, che aggrega tutte le anime". Anche Storace auspica "un soggetto unitario sovranista" e fa sapere: "Abbiamo mandato due righe a Giorgia Meloni per invitarla al congresso dove sarebbe accolta con il massimo rispetto".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di sabato 30 maggio 2020

  • SuperEnalotto, l'estrazione di oggi lunedì 1 giugno 2020

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di giovedì 4 giugno 2020

  • Bonus auto da 4000 euro: arriva l'eco-sconto per salvare l'automotive

  • Coronavirus, ecco i divieti che resteranno in vigore anche dopo il 3 giugno

  • Frontale devastante tra due moto: centauro muore sul colpo

Torna su
Today è in caricamento