"Stavo per diventare prete, poi ho sentito altri istinti": la confessione di Antonio Di Pietro

"Chissà, magari facendo il prete avrei fatto qualcosa di più utile rispetto a quanto fatto da magistrato", dice l'ex leader dell'Italia dei valori intervistato da Radio Cusano Campus

"Ho fatto tre anni il seminarista, poi invece della tonaca ho deciso di mettermi la toga". Antonio Di Pietro da ragazzo voleva diventare prete. La "vocazione" della magistratura, evidentemente, però ha vinto sul richiamo spirituale, come ha raccontato lui stesso ai microfoni di Radio Cusano Campus.

Intervistato da Roberto Arduini e Andrea Di Ciancio, conduttori della trasmissione radiofonica ECG, Di Pietro racconta di quando era bambino e i genitori lo iscrissero ai seminari. Lui voleva diventare prete, ma poi ha scelto la toga al posto della tonaca, mentre la sorella ha proseguito ed è diventata una suora:

Io ero in seminario, quando ho lasciato la campagna a dieci anni i miei genitori mi hanno fatto fare il seminarista, avrei dovuto fare il prete. Per un periodo della mia vita ho pensato che sarei diventato sacerdote, ne vado orgoglioso, in quel periodo ho imparato a rispettare le regole. Poi ho cambiato strada perché diventando adolescente ho iniziato a sentire altri istinti. Mia sorella ha fatto la suora. Era una tradizione familiare quella di mandare alcuni propri figli a servire la Chiesa.

Da confessore sarebbe stato duro come lo era da pm? "Beh, in chiesa si chiede perdono per i propri peccati, da pm è diverso - risponde Di Pietro - Chissà, magari facendo il prete avrei fatto qualcosa di più utile rispetto a quanto fatto da magistrato, magari in qualche missione. Mi è sempre rimasta questa voglia di vivere in collettività".

Guarda anche

Alcoa e Ilva, Di Pietro attacca: "E' un governo di asinoni, non di professori"

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Le dure parole del leader dell'Italia dei Valori nei confronti del governo Monti sulla questione degli stabilimenti sardi

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (2)

  • Avatar anonimo di Like
    Like

    I primi ti fan passare per un Giudizio Universale, i secondi solo per quello della Legge locale, entrambi credono di essere indispensabili e più giusti degli altri uomini e donne tanto da ergersi a Verità, ma sovente prendono fischio per fiasco e si vendono agli avvocati del diavolo.

  • mi sa che la carne è stata debole

Notizie di oggi

  • Economia

    "No al lavoro nei giorni di festa", ma lo sciopero del 25 aprile non ferma la spesa

  • Economia

    Italiani schiavi del lavoro? Ora abbiamo anche i sensi di colpa per ferie e permessi

  • Cronaca

    Alfie ha dimostrato che i medici sbagliano, speranza Roma per il bimbo di Liverpool

  • Politica

    Fico vede Martina: "Pd disponibile", ma in Direzione si prepara lo scontro coi renziani

I più letti della settimana

  • Giro d'Italia 2018, tutte le tappe: percorso e altimetria

  • Grande Fratello story, tutti i vincitori del reality show

  • Lotto, puntata folle (da 50 euro): giocatore fa terno e sbanca

  • In pensione a 61 anni e 7 mesi, il tempo sta per scadere: chi ha diritto al beneficio

  • "Tensioni con Barbara d'Urso", Ilary Blasi risponde in diretta

  • "Cerchiamo personale, si arriva a 1800 euro di stipendio: non troviamo nessuno"

Torna su
Today è in caricamento