Aquarius, Di Maio prova a metterci il cappello: "L'immigrazione non è più un business"

Il capo politico del M5s: "Chi voleva solo fare profitti, dovrà cercarsi un'altra occupazione". Il Pd contro l'esecutivo: "L'Italia ha dato una cattiva idea di sé"

"Da oggi l'immigrazione non è più un business" ma "una questione che deve essere affrontata da tutti i Paesi europei" e "chi voleva solo fare profitti, dovrà cercarsi un'altra occupazione. La fine del business dell'immigrazione è nei nostri venti punti. E oggi abbiamo messo la prima pietra". Lo scrive il vice premier Luigi Di Maio su Facebook, commentando il caso della nave Aquarius, che nelle prossime ore dovrebbe attraccare nel porto di Valencia, dopo il via libera del primo ministro spagnolo Pedro Sanchez.

Politicamente, questo sembra fuor di dubbio, per Matteo Salvini si tratta di una prima ma importante vittoria sul fronte immigrazione. Una vittoria su cui Di Maio e il M5s, apparsi un po’ defilati rispetto all’attivismo leghista, provano ora a mettere il cappello.

In merito all'Aquarius, scrive Di Maio, "il nostro governo ha deciso, visto che non c'era nessuna emergenza, di non far sbarcare la nave e di fare appello agli altri Paesi europei affinché non lasciassero ancora una volta da sola l'Italia nella gestione dei flussi migratori che è un fenomeno che riguarda tutta l'Europa. Abbiamo chiesto quello su cui a parole tutti i Paesi europei sono d'accordo: aiuto, solidarietà, suddivisione equa dei migranti che arrivano".

"Poche ore fa - sottolinea il vice premier - il Presidente spagnolo Sanchez ha annunciato che la Spagna accoglierà la nave Aquarius. È unanotizia importante perché segna un punto di svolta. E' bastato fare ciò che avrebbero dovuto fare i governi precedenti, cioè dire 'l'Italia non può più farsi carico da sola di questa fenomeno globale'che finalmente si è attivato un altro Paese".

"Da oggi l'Italia - afferma - non è più sola e ci auguriamo che gli altri leader europei seguano l esempio di Sanchez. Questa è la dimostrazione che se si vuole si può fare. Ora speriamo che questo nonrimanga un gesto isolato ma che dia il via ad un approccio strutturale. Che deve passare prima di tutto per la modifica del Regolamento di Dublino".

Martina: "L'Italia ha dato una cattiva idea di sé"

Critiche dal Pd, in particolare dal reggente Maurizio Martina che sulla vicenda Aquarius segnala "l'assoluta assenza di dibattito all'interno della maggioranza. E' incredibile il silenzio dei vertici del Movimento 5 Stelle". Per quanto riguarda la gestione dei flussi migratori "non siamo in emergenza", ha detto Martina in conferenza stampa, "vorrei che Salvini studiasse i numeri della realtà".

In ogni caso "nessuno canti vittoria, l'Italia in queste ore ha dato una cattiva idea di sé", rimarca l'esponente dem. "Quello della Spagna è un gesto nobile che non risolve il problema italiano. Oggi siamo più isolati di ieri".

Guarda anche

Di Maio è il nuovo ministro degli Esteri, ma l'inglese non è certo il suo forte

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Il capo politico del Movimento 5 stelle lascia il doppio incarico di ministro del lavoro e dello sviluppo economico e approda alla Farnesina, dove dovrà in qualche modo migliorare le proprie competenze in inglese

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bollo auto, ecco cosa cambia davvero dal 1° gennaio 2020

  • Michelle Hunziker 'presenta' le figlie Celeste e Sole: tali e quali a mamma e papà (FOTO)

  • Bollette luce e gas, buone notizie per metà delle famiglie italiane

  • Prende il reddito di cittadinanza ma ha un bar: la sanzione è da capogiro

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di sabato 14 dicembre 2019

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di giovedì 12 dicembre 2019

Torna su
Today è in caricamento