La Corte Suprema argentina concede la libertà di abortire alle donne vittime di stupro

In un paese nel quale le leggi sull'aborto sono molto restrittive, la Corte Suprema autorizza l'interruzione di gravidanza per le vittime di stupro

La Corte suprema argentina ha autorizzato l'aborto per le donne vittime di stupro. "In questi casi, i medici non avranno più bisogno dell'approvazione della corte. Dovranno solo avere una dichiarazione delle vittima o del suo legale in cui si afferma che la gravidanza è l'esito di uno stupro", ha dichiarato la massima autorità giudiziaria, in una sentenza adottata all'unanimità.

In Argentina, dove il 91% della popolazione è di fede cattolica, l'aborto è consentito solo per le donne con problemi psichici o nei casi in cui sia a rischio la vita o la salute della donna.

Secondo un rapporto di Human Rights Watch pubblicato nel 2010, sono tra 400mila e 600mila gli aborti illegali registrati ogni anno nel paese.

 

Fonte: TmNews →

Potrebbe interessarti

Più letti della settimana

Torna su
Today è in caricamento