Un assegno per i figli fino a 26 anni: la proposta che divide il Governo

Incentivi alla natalità da cento fino a trecento euro per ogni bambino: il ministro Fontana ha annunciato l'intenzione di introdurre un "nuovo assegno unico" per contrastare quella che definisce un'emergenza demografica epocale. M5s: "Costerebbe fino a 54 miliardi di euro"

Il ministro dell'Economia Giovanni Tria (S) con il ministro per la Famiglia e le Disabilità, Lorenzo Fontana

"Il governo lavora a un assegno che va dai 100 ai 300 euro per ogni bambino dai 0 ai 26 anni". L'annuncio arriva dal ministro della Famiglia Lorenzo Fontana durante un intervento al Tg5.

"Crediamo così di riuscire a contrastare il calo demografico" sottolinea l'esponente leghista che ammette le difficoltà che una simile proposta incontrerà in sede di Bilancio per non sforare i limiti di spesa. "È chiaro che tenteremo anche a livello europeo di far capire alla Commissione Europea che gli incentivi per la natalità devono essere considerati come un investimento e non come spesa".

assegno bambini fontana-2

Assegno per bambini, stop del M5s alla proposta della Lega

A rispondere alle suggestioni evocate dal ministro Fontana sono gli alleati di governo del Movimento 5 stelle. Il viceministro dell'Economia e delle Finanze, Laura Castelli, avanza infatti i dubbi sulle coperture visto che i costi di una proposta simile potrebbero lievitare fino a 54 miliardi di euro.

"Aspettiamo di leggere la proposta, che non abbiamo visto, ma basandosi sulle dichiarazioni, da un rapido calcolo sulla base dei dati Istat, considerata una platea di 15 milioni di residenti, l'assegno unico avrebbe un costo che oscilla tra i 18 ed i 54 miliardi di euro".

"Considerato che siamo politicamente d'accordo sull'assegno unico - spiega Castelli - dobbiamo capire esattamente a quale platea si riferiva il ministro e quali misure verrebbero eventualmente assorbite''.

Va ricordato tuttavia che fu lo stesso vicepremier Luigi Di Maio ad avanzare la proposta di destinare a favore di incentivi per le famiglie i risparmi del Reddito di cittadinanza e quota 100 (poi congelati per evitare la procedura di infrazione). Un'intrusione di campo che alla Lega -titolare del dicastero per le famiglie- non era piaciuta.

Il patto per la natalità

La proposta di un assegno unico per le famiglie - per quanto ancora fumosa - comunque coglie il plauso del forum delle famiglie. "Da sempre parliamo di un patto per la natalità con lo scopo di evitare le contrapposizioni che stiamo osservando in queste ore nel Governo" spiega  il presidente nazionale del Forum delle associazioni familiari, Gigi De Palo.

"Se c'è la volontà politica, allora s'istituisca un tavolo tecnico che coinvolga le famiglie e le opposizioni per fare un ragionamento serio sull'assegno unico. Dall'inverno demografico o se ne esce insieme o non se ne esce''. 

Vale la pena ricordarlo come lo scorso maggio al tavolo con le famiglie Lorenzo Fontana non era stato invitato. In quell'incontro l'associazione avanzò al Governo la richiesta di un aiuto universale slegato dal reddito da 150 euro al mese per ogni figlio. 

Crisi demografica, sull'Italia pende lo tsunami pensioni

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • A 12 anni va in ospedale per il mal di pancia: scoprono che è incinta di sette mesi

  • Oroscopo Paolo Fox, le previsioni della settimana dal 20 al 26 gennaio 2020

  • Grande Fratello Vip 2020: anticipazioni, cast e cosa c'è da sapere

  • Enzo Iacchetti sul rapporto con Ezio Greggio: "Tra noi un tacito accordo di buona convivenza"

  • Sanremo 2020, la furia di Claudia Gerini contro Amadeus: "Comportamento inaccettabile"

  • Vive con il cadavere del fratello, morto da tre mesi, ai piedi del letto

Torna su
Today è in caricamento