Lombardia, si dimette capo segreteria Boni

Dario Ghezzi abbandona il suo incarico. Ma il presidente del Consiglio regionale travolto dall'inchiesta sulle tangenti non intende lasciare: "Sono innocente"

Dario Ghezzi, capo segreteria del presidente del Consiglio regionale della Lombardia Davide Boni, si è dimesso dal suo incarico. Anche lui, come Boni, è indagato dalla Procura di Milano nell'inchiesta sulle tangenti per un milione di euro in un periodo di tempo che va dal 2008 al 2010 e che sarebbero finite sui conti della Lega Nord.

Resta invece fermo al suo posto Davide Boni che ribadisce la ferma intenzione di non dimettersi "in quanto innocente". Secondo gli inquirenti, il denaro veniva versato dagli imprenditori direttamente alla segreteria di Boni per ottenere facilitazioni per la realizzazione di centri commerciali nell'hinterland milanese.

In difesa di Boni si è espresso Renzo Bossi, figlio del leader della Lega Nord nonché consigliere regionale: "Conosco i principi su cui è nata la Lega e non sono quelli. Spero che, come ha già detto lui, Boni sia estraneo ai fatti".

Ma di dimissioni, in casa Lega Nord non si parla.

Potrebbe interessarti

  • Falsi amici: 7 alimenti che pensi facciano dimagrire ma che invece fanno ingrassare

  • Come fare la valigia perfetta

  • I rimedi per liberarsi dei ragnetti rossi

  • Pannelli fotovoltaici: come funzionano e i vantaggi

I più letti della settimana

  • Estrazioni Lotto, SuperEnalotto e 10eLotto di oggi sabato 17 agosto 2019: numeri vincenti

  • Estrazioni Lotto, SuperEnalotto e 10eLotto di oggi martedì 20 agosto 2019: numeri vincenti

  • Oroscopo Paolo Fox, la classifica della settimana dal 19 al 25 agosto 2019

  • Virginia, figlia di Paola Ferrari, è tale e quale a mamma: la prima foto su Instagram

  • Temptation Island Vip 2019: data, coppie, conduttore e tutte le anticipazioni

  • Reddito di cittadinanza, lavora (in nero) con uno stipendio di 1.220 euro e prende il sussidio

Torna su
Today è in caricamento