Lombardia, si dimette capo segreteria Boni

Dario Ghezzi abbandona il suo incarico. Ma il presidente del Consiglio regionale travolto dall'inchiesta sulle tangenti non intende lasciare: "Sono innocente"

Dario Ghezzi, capo segreteria del presidente del Consiglio regionale della Lombardia Davide Boni, si è dimesso dal suo incarico. Anche lui, come Boni, è indagato dalla Procura di Milano nell'inchiesta sulle tangenti per un milione di euro in un periodo di tempo che va dal 2008 al 2010 e che sarebbero finite sui conti della Lega Nord.

Resta invece fermo al suo posto Davide Boni che ribadisce la ferma intenzione di non dimettersi "in quanto innocente". Secondo gli inquirenti, il denaro veniva versato dagli imprenditori direttamente alla segreteria di Boni per ottenere facilitazioni per la realizzazione di centri commerciali nell'hinterland milanese.

In difesa di Boni si è espresso Renzo Bossi, figlio del leader della Lega Nord nonché consigliere regionale: "Conosco i principi su cui è nata la Lega e non sono quelli. Spero che, come ha già detto lui, Boni sia estraneo ai fatti".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ma di dimissioni, in casa Lega Nord non si parla.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Morta Susanna Vianello, figlia di Edoardo e Wilma Goich

  • Coronavirus, dagli alimenti alle banconote: a cosa stare attenti quando facciamo la spesa

  • Massimiliano e Davide uccisi, lo strazio della sorella: "Mi sembra di impazzire"

  • Coronavirus, l'appello disperato di Linda da Londra: "Ci lasciano morire soli a casa come animali"

  • Coronavirus, le tre condizioni (secondo il virologo) per tornare alla "pseudo normalità"

  • Michelle Hunziker, famiglia XXL in quarantena: "Per me Goffredo e Sara due figli acquisiti"

Torna su
Today è in caricamento