Il cardinale Bagnasco alla carica: "Servono più cattolici in politica"

Il presidente della Conferenza episcopale italiana, ai microfon di Radio Vaticana, indica la strada politica da seguire: "I cattolici hanno dovere di essere nella vita politica del paese, portando la loro coscienza senza subalternità"

Per cambiare le sorti del paese, per la Chiesa c'è un'unica strada da percorrere: "Più cattolici in politica". E' questo l'invito ai fedeli mosso dal cardinale arcivescovo di Genova, Angelo Bagnasco, presidente della Conferenza episcopale italiana.

Il messaggio di Bagnasco, dai microfoni di Radio Vaticana, è chiaro: "Sostenere la famiglia e impegnarsi in politica, restando testimoni della fede". Per il porporato, "devono esserci i cattolici in politica, molti e preparati, con coerenza".

"Certamente - ha proseguito - i cattolici hanno un grave dovere di esserci in politica, il dovere di una testimonianza, come per ogni cristiano e il coraggio di avere la propria identità e la propria coscienza cristiana, senza complessi di subalternità verso nessuno. Per invertire certe derive culturali o sociali o politiche - ha detto ancora il presidente della Cei - è necessario in certi momenti, soprattutto in certi momenti storici, non essere preoccupati dei propri interessi né di carriera né succubi di ideologie".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gianni Morandi racconta il dolore per la perdita della figlia

  • Temptation Island Vip 2019: puntate, coppie e tutte le anticipazioni

  • Salvini-Renzi, "polveri bagnate" e poche sorprese nel confronto tv: chi ha vinto

  • Sciopero dei benzinai: per due giorni "senza" stazioni di servizio

  • Ora solare 2019: conto alla rovescia per il cambio dell'ora (e presto ci saranno novità)

  • Estrazioni Lotto, SuperEnalotto e 10eLotto di martedì 15 ottobre 2019: i numeri vincenti

Torna su
Today è in caricamento