"Perché i tg hanno censurato i fischi a Di Maio?": così la contestazione diventa un caso

Sabato Di Maio è stato fischiato alla manifestazione sulle banche: una "normale"protesta. Ma ancora prima che venisse data la notizia gli addetti alla comunicazione del M5s hanno cominciato a negare. E così una piccola contestazione diventa un caso politico

Nulla di strano, succede da sempre: i fischi ai politici non sono certo una notizia da prima pagina, soprattutto se a contestare sono poche decine di persone. Sabato il vicepremier Luigi Di Maio è stato fischiato alla manifestazione sulle banche: una "normale"protesta. Ma ancora prima che venisse data la notizia, secondo quel che ha scritto Marco Imarisio sul Corriere della sera, gli addetti alla comunicazione del Movimento 5 stelle hanno cominciato a negare l'accaduto (nonostante i video circolassero già in rete). E così una piccola contestazione diventa un caso politico.

"Il presidente della commissione di Vigilanza Rai Barachini convochi in audizione in commissione i Cdr di Tg1, Tg2 e Tg3. E' necessario fare luce sulle eventuali pressioni del Movimento 5 stelle per censurare nei telegiornali Rai i fischi al vicepremier Di Maio durante la manifestazione sulle banche a Vicenza. Dopo le rivelazioni del 'Corriere della sera' sui messaggi dei responsabili comunicazione di Palazzo Chigi alle redazioni per negare la contestazione, confermata invece in modo imbarazzante dai video in rete, è urgente chiarire come sono andate le cose". Lo scrive su facebook il deputato del Partito democratico Michele Anzaldi, segretario della commissione di Vigilanza Rai.

Italia in recessione, l'allarme di Bankitalia: dito puntato contro il governo

Vicenza, Anzaldi: "Censurati i fischi a Di Maio?"

"Il Tg2 della rete guidata da Carlo Freccero - prosegue Anzaldi - ha totalmente oscurato la notizia delle proteste, il Tg1 è riuscito nell'impresa di far passare i fischi per applausi e il Tg3 ha riferito delle contestazioni ma senza mostrarle. Hanno subito pressioni da Palazzo Chigi? Di che genere? Parlino le redazioni, i Comitati di redazione ma anche tutti i giornalisti interessati a chiarire la dinamica di questi fatti. Marco Imarisio, inviato e una delle firme più autorevoli del quotidiano, racconta dettagliatamente come la macchina dei portavoce M5s abbia tentato nel corso della giornata prima di negare l'evidenza, poi di attribuirla a una contestazione a Salvini. I Tg Rai eseguono pedissequamente, anche negando l'evidenza, ciò che gli viene detto da Palazzo Chigi? Lo dicano chiaramente di fronte a una commissione parlamentare".

Bankitalia e Consob, Salvini e Di Maio attaccano: "Azzerare i vertici"

Guarda anche

"Il presidente Ping": la gaffe di Di Maio in Cina

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Potrebbe interessarti

  • Come scegliere salumi e affettati senza correre rischi per la salute

  • Via alla svendita anti-deficit: lo Stato mette in vendita i suoi tesori

  • Aria condizionata, qual è la temperatura ideale (secondo i medici) per evitare brutte sorprese

  • 10 alimenti che devono essere conservati fuori dal frigo

I più letti della settimana

  • Tour de France 2019, tutte le tappe: percorso e altimetria

  • Lotto e SuperEnalotto, estrazioni di oggi: i numeri vincenti di martedì 16 luglio 2019

  • Lotto e SuperEnalotto, estrazioni di oggi: i numeri vincenti di giovedì 18 luglio 2019

  • Temptation Island 2019: puntate, anticipazioni e coppie

  • Calendario MotoGp 2019 | Data e orario di tutte le gare: dove vedere diretta e differita (Sky e Tv8)

  • Lotto e SuperEnalotto, estrazioni di oggi: i numeri vincenti di sabato 20 luglio 2019

Torna su
Today è in caricamento