Previti perde causa contro Wikipedia

L'ex ministro della Difesa con Berlusconi aveva citato in giudizio Wikipedia per un articolo sulla sua persona con "informazioni inesatte e diffamanti"

ROMA - Aveva citato in Tribunale la Wikimedia Foundation, la fondazione che gestisce l'enciclopedia online Wikipedia, per "avere fornito un luogo che consente la pubblicazione di contenuti presumibilmente diffamanti". Secondo Cesare Previti, ministro della Difesa del governo Berlusconi, infatti, l'articolo sulla sua persona era "un pettegolezzo pseudo giornalistico pieno di affermazione inessatte e diffamanti e alimentato dall'opera di soggetti assolutamente inattendibili". Per il Tribunale di Roma, che ha dato ragione alla Wikimedia, le accuse di Previti si sono rivelate assolutamente infondate.

A dare notizia della vittoria è la stessa Wikimedia che, in una nota sul blog ufficiale, ricostruisce l'intera vicenda. La casa, che era stata avviata il 30 gennaio 2013, si è "conclusa il 20 giugno scorso quando il Tribunale di Roma ha espresso parere contrario rilevando che, ai sensi delle leggi italiane, la Wikimedia Foundation è un fornitore di hosting piuttosto che di contenuti e come tale non può essere ritenuta responsabile dei contenuti scritti dagli utenti individuali".   

Inoltre, il Tribunale di Roma, ha anche rilevato che la Wikimedia Foundation "è esplicita sul fatto che, data la natura aperta e fluida dei progetti, non può garantire l'accuratezza dei contenuti disponibili su Wikipedia". Pertanto, il Tribunale - si legge ancora nella nota - ha concluso che il ruolo della comunità di utenti (piuttosto che della Fondazione) nella creazione di contenuti, bilanciato dalla capacità del signor Previti di segnalare le proprie rimostranze direttamente alla comunità, solleva la Wikimedia Foundation dall'obbligo di fornire garanzie di accuratezza". 

Comprensibile gioia da parte della Wikimedia. "Decisioni come questa, sottolinea la Fondazione, aiutano a garantire la sopravvivenza di Wikipedia, ed è per questo motivo che la decisione non è solamente una vittoria per la Wikimedia Foundation, ma anche per tutti coloro che usano i progetti di Wikimedia".

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Elezioni europee 2019

    Una settimana al voto: cosa succede nell'Europarlamento in caso di Brexit

  • Politica

    Decreto sicurezza bis e diritti umani, Salvini all'Onu: "Fa ridere, è da scherzi a parte"

  • Economia

    Reddito di cittadinanza, cambia (quasi) tutto: cosa si potrà acquistare

  • Cronaca

    Cosenza, detenuto evaso dal carcere: è caccia allʼuomo

I più letti della settimana

  • Giro d'Italia 2019, tutte le tappe: percorso e altimetria

  • Elezioni europee 2019, la guida al voto: tutto quello che c'è da sapere

  • Meteo, ecco il caldo (e sarà rovente): c'è la data

  • Era scomparsa da due mesi: trovata morta nel bagagliaio dell'auto

  • Matrimonio Pamela Prati, Georgette crolla: "Ho ricostruito il puzzle. Ora ho paura"

  • Meteo, sorpresa "amara": ecco quando arriva finalmente il caldo

Torna su
Today è in caricamento