Elezioni, 5 stelle e Lega disegnano la nuova cartina politica dell'Italia

Ci sono due vincitori, il Movimento 5 stelle e la Lega di Salvini che strappa la guida del centrodestra a Berlusconi. Per il Partito Democratico di Renzi è una sconfitta storica. Sotto le aspettative il risultato di Liberi e Uguali. Parlamento senza maggioranza

Inizio operazioni di scrutinio schede elettorali delle elezioni politiche, Roma 4 marzo 2018. ANSA/GIUSEPPE LAMI

Chi ha vinto le elezioni? Dopo le prime indicazioni arrivate dai collegi elettorali finalmente i primi dati veri dai seggi. Affluenza, alle elezioni 2018 hanno votato circa il 73% degli aventi diritto. Alle ultime elezioni politiche 2013 l'affluenza fu pari al 75% degli aventi diritto, ma si votava in due giorni. Al referendum costituzionale del 4 dicembre 2016 l'affluenza si fermò al 65%.

Chi ha vinto le elezioni

il nuovo parlamento-3Il Movimento 5 stelle ha vinto le elezioni e diventerà il primo gruppo parlamentare senza tuttavia raggiungere il 40% dei consensi.  Anche la coalizione di centrodestra non ha raggiunto il 40% ma si propone come prima coalizione con circa il 37%: la Lega all'interno del centrodestra è largamente il primo partito con il 18% e come da accordi Matteo Salvini potrà proporsi come candidato premier. 

Il nuovo Parlamento: gli eletti

Elezioni, esultano i 5 stelleMartina: "Per Pd sconfitta netta"Un governo M5s-Lega non è più fantapolitica

Chi ha perso è il Partito Democratico accreditato di meno del 20% dei consensi. Per la prima volta il Pd scende sotto questa quota. Il centrosinistra nel suo complesso non raccoglie neppure il 25% delle preferenze degli italiani. 

Sotto le aspettative anche il risultato di Liberi e Uguali con i leader Grasso, Boldrini e D'Alema che arrivano solo quarti nei loro collegi.

Male la "quarta gamba del centrodestra" con i fittiani di Noi con l'Italia. Bocciata anche la lista del ministro Lorenzin "Civica Popolare", la lista Insieme con Partito Socialista e Verdi. 

Sotto la soglia di sbarramento del 3% (nessun seggio) +Europa-Bonino, Noi con l'Italia-Fitto.
Sotto la soglia di sbarramento dell'1% (voto disperso) Civica popolare-Lorenzin, Lista Insieme.

Elezioni, i risultati aggiornati

Quando sono state scrutinate 61.171 sezioni su 61.401, ecco i risultati aggiornati. Come è possibile vedere dall'infografica dell'Ansa, il centrodestra rimane intorno al 37%, M5s sopra il 32%, mentre il centrosinistra resta sul 22%.

Schermata 2018-03-05 alle 16.34.03-2

Dal sito del ministero dell'Interno arrivano gli ultimi dati aggiornati alle ore 14:

Schermata 2018-03-05 alle 13.41.34-2

Schermata 2018-03-05 alle 13.41.44-2

Schermata 2018-03-05 alle 13.41.56-2

Schermata 2018-03-05 alle 13.42.16-2

Timori per le Borse: spread Btp/Bund si allarga sopra 140 punti

Lista* Camera % Senato %
Movimento 5 Stelle 31,74 31,48
Partito Democratico 19,07 19,44
Lega 18,05 18,12
Forza Italia 13,9 14,32
Fratelli D'Italia 4,34 4,27
Liberi E Uguali 3,36 3,26
+Europa 2,65 2,41
Noi Con L'Italia-Udc 1,29 1,19
Potere Al Popolo! 1,13 1,05
Casapound Italia 0,92 0,83
Il Popolo Della Famiglia 0,66 0,68
Italia Europa Insieme 0,5 0,54
Civica Popolare Lorenzin 0,5 0,5

* in grassetto eleggono parlamentari, barrati non partecipano al computo 

In Senato il Movimento 5 stelle sarà il gruppo più numeroso, Pd solo quarto

Elezioni Senato: a metà scrutinio M5s 31%, Lega 18,4%, Pd 19%, Fi 14,1%

senato proporzionale-2

Elezioni Camera: a metà scrutinio M5s al 31,1%, Pd 19,4%, Lega al 18,4%
camera proporzionale-2

La caotica notte ai seggi per il voto all'Estero

Il movimento cinque stelle sfonda in tutto il Mezzogiorno, con cifre che, come in Campania e Sicilia, sfiorano il 50%. Al nord vince il centrodestra, con una Lega che spesso doppia Forza Italia. Il Pd arranca nelle "regioni rosse" e il centrosinistra rimane primo solo in Toscana.

Elezioni, i primi dati dai seggi

Man mano che il Ministero dell'Interno renderà noti i risultati delle elezioni politiche 2018 si compone la nuova mappa politica dell'Italia e compariranno i nomi dei candidati che entrano in Parlamento con le percentuali raggiunte dai partiti Regione per Regione, Collegio per collegio.

In Piemonte il balzo della Lega spinge il centrodestra oltre il 40%, Cinque 5 nettamente sotto la media nazionale anche a Torino città amministrata dalla formazione pentastellata. Come coalizioni il centrodestra è al 41,7% il centrosinistra al 25,4%. Nel 2013 la coalizione di centrosinistra raccolse il 36,4% con il Pd al 31,7% e Sel al 4,3. 

In Veneto è la Lega a confermarsi il primo partito con oltre il 32,3% delle preferenze, a seguire il risultato del Movimento 5 Stelle con il 23,9% 

La Lega in Friuli Venezia Giulia quadruplica i voti di cinque anni fa, affermandosi come primo partito del Friuli Venezia Giulia, ottenendo il 26,27% dei consensi. Il M5S al secondo posto con 23.92, al terzo il Pd con 19,29%.

Boom della Lega e del Movimento 5 Stelle in Liguria. In una delle regioni storicamente rosse, che alle ultime regionali aveva però visto imporsi il centrodestra guidato dall'ex delfino di Berlusconi, Giovanni Toti, il M5s è il primo partito con circa il 30% dei voti, seguito dal Carroccio, che ha raccolto a sorpresa oltre il 20% dei consensi e supera Forza Italia di quasi 8 punti percentuali. Crolla invece il Pd, che si attesta intorno al 20%, sostanzialmente in linea con la media nazionale.

Anche in Emilia-Romagna si consuma la sconfitta del centrosinistra alle elezioni politiche: M5s primo partito e centrodestra prima forza di coalizione, con la consacrazione della Lega.

Torino | Milano | Venezia | Udine | Firenze | Bologna | Ancona | Roma | Napoli | Bari | Palermo

collegi-2

Le sfide nei collegi uninominali

Il centrodestra ha vinto quasi tutti i collegi uninominali del Nord Italia. Il Movimento 5 Stelle prevale in quasi tutto il Sud Italia. Il centrosinistra è in testa in pochissimi collegi uninominali del Trentino Alto Adige, dell'Emilia Romagna, della Toscana e del Lazio. 

Gli sconfitti "eccellenti" nella sfida dei collegi uninominali: dem ko, D'Alema sprofonda 

Qui Piemonte, chi ha vinto a Torino

Su otto collegi uninominali del Senato in Piemonte, pressochè completati, sette seggi vanno al centrodestra, uno al centrosinistra. Spicca la sconfitta nel collegio di Collegno del senatore Pd Stefano Esposito che ha annunciato il suo addio alla politica. A Torino Mauro Laus, presidente Pd del consiglio regionale, vince con il 33,6% di un soffio su Paola Gobetti del centrodestra, indietro di meno di mille voti. A Collegno si impone Roberta Ferrero, centrodestra, con il 33,6%. Alle ultime schede il Pd Esposito retrocede addirittura dalla seconda alla terza posizione superato di qualche centinaio di voti dalla grillina Elisa Pirro (29,7%). A Settimo Virginia Tiraboschi, Forza Italia, con il 39,6% è davanti al M5s Pino Masciari (28,2%). A Moncalieri Marzia Casolati, della Lega, vince con il 37,6% seguita dal grillino Marco Scibona con il 31,6%. Fuori dall’area metropolitana a Novara si impone Gaetano Nastri, centrodestra, con il 46,4%, a Vercelli Gilberto Pichetto (Fi) è primo con il 46,8%. Ad Alessandria, Massimo Berruti (forza Italia) vince con il 45,2%, a Cuneo, Marco Perosino, sindaco di Priocca di Forza Italia, vince con il 46,3% dei voti. Per quanto riguarda la Camera nei collegi uninominali a Torino 1 si impone nettamente Andrea Giorgis, 40,93%, a Torino 2 Roberto Rosso, centrodestra (36,4%), a Torino 3 Augusta Montaruli (Fdi), (33,4%) che batte di un soffio la parlamentare Pd uscente Paola Bragantini (33,21%), mentre il Pd Stefano Lepri (32,8%) si impone nel collegio Torino quattro.

Qui Lombardia, chi ha vinto a Milano

Il collegio uninominale di Monza Senato ha eletto Stefania Craxi (centrodestra) al Senato. A Cremona Daniela Santanché doppia il candidato M5s Toninelli.

Qui Trentino, chi ha vinto a Trento

A Bolzano Maria Elena Boschi supera il 40% contro Micaela Biancofiore del centrodestra ferma al 25,4%.

Il Movimento 5 Stelle non ha conquistato alcun collegio uninominale in Trentino Alto Adige. Il centrosinistra con Svp conquista 3 senatori e 3 deputati.

Qui Veneto, chi ha vinto a Venezia

 In Veneto è la Lega a confermarsi il primo partito con oltre il 32,3% delle preferenze, a seguire il risultato del Movimento 5 Stelle con il 23,9% (4.436 sezioni su 4.739), il Pd si ferma al 17%. Sul fronte del centrodestra, Forza Italia (superato di una lunga distanza dall’alleato del Carroccio) raggiunge il 10,8% e Fratelli d’Italia il 4,3%. E il successo della coalizione di centrodestra in Veneto lo si legge tutto nel 48% conseguito che sorpassa nettamente il centrosinistra che permane al 20%. Entrando nei dati della coalizione, Più Europa di Emma Bonino non raggiunge il 3%. A sinistra Liberi e Uguali si ferma al 2,6%.Venendo ai collegi, nel collegio plurinominale Veneto 1 della Camera il centrodestra è al 47,9%, il centrosinistra al 21%, i Cinque stelle al 23,5. Nel collegio plurinominale Veneto 2 della Camera il centrodestra è al 49,4%, il centrosinistra al 19,4%, i Cinque stelle 23,2. E il Veneto si conferma anche per questa tornata elettorale la regionale con maggiore affluenza al voto.

Qui Friuli, chi ha vinto a Udine

La Lega in Friuli Venezia Giulia quadruplica i voti di cinque anni fa, affermandosi come primo partito del Friuli Venezia Giulia, ottenendo il 26,27% dei consensi. Il M5S al secondo posto con 23.92, al terzo il Pd con 19,29%. La presidente della Regione uscente, Debora Serracchiani, sta soccombendo nell’ uninominale di Trieste (lo spoglio è alle fasi finali): in testa Renzo Tondo del centrodestra, col 38,36% dei consensi, dietro la governatrice col 25,9%. Nel collegio senatoriale Riccardo Illy soccombe alla candidata del centrodestra. E’ probabile che, alla luce dei risultati elettorali, la Lega Nord rivendichi la candidatura alla presidenza ella Regione per il Centrodestra alle prossime Regionali del 29 aprile.

Qui Liguria, chi ha vinto a Genova

Boom della Lega e del Movimento 5 Stelle in Liguria. In una delle regioni storicamente rosse, che alle ultime regionali aveva però visto imporsi il centrodestra guidato dall’ex delfino di Berlusconi, Giovanni Toti, il M5s è il primo partito con circa il 30% dei voti, seguito dal Carroccio, che ha raccolto a sorpresa oltre il 20% dei consensi e supera Forza Italia di quasi 8 punti percentuali. Crolla invece il Pd, che si attesta intorno al 20%, sostanzialmente in linea con la media nazionale. Tra le coalizioni in Liguria si impone ampiamente il centrodestra in tutti i collegi per la Camera, tranne in 2 collegi genovesi dove prevale il M5s. Anche i collegi per il Senato vanno al centrodestra, tranne quello del capoluogo che se lo aggiudica il movimento fondato dal comico genovese.

Qui Toscana, chi ha vinto a Firenze

Seguendo un trend che va avanti da alcuni anni, anche in Toscana si ridimensiona fortemente il centrosinistra, anche se con risultati che rimangono sempre ben superiori alla media nazionale. C’erano molti collegi dati per sicuri per esponenti persino del Governo uscente, ma a Pisa rischia grosso, in attesa dei dati definitivi, l’ex ministro Valeria Fedeli. E così torna il leit motiv della Toscana “meno rossa”, al punto che a Camera e Senato il Pd si attesta intorno al 30%, e perde in molti collegi strategici. La Lega, che per molti anni non era quasi esistita in questa Regione, arriva al 17%, contro lo 0,7 del 2013. Male Leu, che a partire dalla genesi di Mdp, ha visto la Toscana come laboratorio principale, ma, alla Camera no va oltre il 4,3%. Benissimo i Cinque Stelle, scelti dal 24,2% degli elettori. Forza Italia al 10, Fdi al 4. Tra i collegi più rilevanti, a Lucca eletto Massimo Mallegni (Forza Italia – Coalizione Centrodestra ) con il 30,19%.

A Sesto Fiorentino Dario Parrini  (Pd) prende il il 41%. A Firenze, Matteo Renzi eletto con il 43,56%. A Prato,, Giorgio Silli del centrodestra è al 34,48% davanti a Benedetto Della Vedova col 33,02%. A Siena, Pier Carlo Padoan è in testa col 36,18%, davanti a Claudio Borghi del centrodestra che ha il 32,48% e Leonardo Franci del M5S è al 22,29%. Bene ad Arezzo Riccardo Nencini, segretario del Psi, con il 35% su Tiziana Nisini. A Livorno Roberto Berardi per il centrodestra col 32,95 è avanti a Silvia Velo (Pd) ferma al 30,66%. A Pisa rischia grosso l’ex ministro Valeria Fedeli che ha il 31,5% ed è sotto a Rosellina Sbrana (centrodestra) con il 33,21%. A Massa è avanti Deborah Bergamini (centrodestra) col 37,72%. Male Cosimo Ferri candidato Pd col 25,56.

Qui Emilia, chi ha vinto a Bologna

La “rossa” Emilia-Romagna perde il suo colore storico e si tinge di giallo-blu. Gli eredi del Pci, che hanno guidato praticamente tutti i comuni dal dopoguerra a oggi, mollano la presa per far spazio a Movimento 5 stelle e al centrodestra, con la Lega a far da traino, che dopo le elezioni politiche del 4 marzo diventa il primo partito in regione. Quando sono state scrutinate oltre due terzi delle schede la fotografia è ormai nitida. Alla Camera – ma i dati del Senato sono speculari – la coalizione di centro destra si afferma con il 33,75% delle preferenze, con in testa la Lega che totalizza il 20% e Forza Italia appena il 10% (FdI 3,3% e Noi con l’Italia lo 0,59%). Il Partito democratico, assieme alle liste che hanno formato la coalizione di centro sinistra, hanno raggiunto il risultato storico (in negativo) del 30,2% (nel 2013 avevano ottenuto il 37%), con il partito di Renzi fermo al 26%, +Europa della Bonino con il 2,9% delle preferenze, la lista Insieme – sponsorizzata dallo stesso Romano Prodi – lo 0,73% e Civica Popolare del ministro Lorenzin a 0,56%.

E’ il partito di Luigi Di Maio la “mina a grappolo” esplosa un po’ ovunque in una regione dove i grillini non erano mai riusciti a “fare il botto”, se si esclude della città di Parma “rubata” sei anni fa dal fuoriuscito Federico Pizzarotti. Qui, nella regione guidata dal governatore Stefano Bonaccini, i candidati Cinquestelle totalizzano il 27,7% delle preferenze superando appunto nettamente il Pd che non è più il primo partito. Liberi e uguali va meglio che in altre parti d’Italia, ma certamente il 4% delle preferenze non può considerarsi un risultato soddisfacente soprattutto per il “carico da 90” che portavano sulle spalle candidati come l’ex segretario Pd, Pier Luigi Bersani, e l’ex governatore Vasco Errani. Seguono con lo 0,6% Casapound e il Popolo della Famiglia, con lo 0,4% Italia agli italiani; a quota 0,2% si fermano Pri-Ala e Per una sinistra rivoluzionaria.

I candidati che Matteo Renzi ha piazzato nei collegi emiliano-romagnoli, considerati fino a qualche giorno fa i più “sicuri”, hanno deluso, anche se si dovrà aspettare la fine della conta, essendoci alcuni seggi ancora in bilico. A eccezione di Bologna, dove è ormai certa la vittoria di Pier Ferdinando Casini: la sua candidatura per il Senato è stata una delle più discusse dentro al Pd, ma alla fine è quella che è riuscita a tamponare (con il 33,59% delle preferenze, a spoglio ancora in corso) il pieno di voti che ha totalizzato la candidata del centro destra Elisabetta Brunelli ferma a 28,6%, e quella del M5s Michela Montevecchi che non va oltre il 26%. Di Vasco Errani, candidato di Leu, la maggior delusione in considerazione delle aspettative: si ferma al 7,2%.

A Bologna, alla Camera, passa anche Andrea De Maria (Pd), col 37,34%, davanti alla candidata del Carroccio, Paola Scarano, (26,77) e ad Alessandra Carbonaro del M5s, che ottiene il 21,43%. A Ferrara un altro risultato amaro per i democratici. Il ministro alla Cultura, Dario Franceschini, è bocciato con il 29,25%, ed è costretto a lasciare il posto a Maura Tomasi, del centro destra, che ha totalizzato il 39,5% dei voti. Terzo il grillino Mauro Falciano, con il 24,78%. Modena, una delle altre città che ha dovuto far spazio a candidati “paracadutati dall’alto”, la spunta con il ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, che ottiene oltre il 37%, superando la candidata del centro destra Ylenia Lucaselli (26,9%) e quella dei Cinquestelle Enrica Toce (26,5%). Male il Pd anche a Rimini: Sergio Pizzolante candidato alla Camera si piazza al terzo posto con il 26,05% delle preferenze, dietro a Elena Raffaelli del centrodestra (35,22%), e a Giulia Sarti, già parlamentare dei Cinquestelle (31,84%). A Piacenza, all’uninominale per il Senato, brinda il candidato della Lega Nord, Pietro Pisani (45%), mentre il Pd, con l’assessore regionale Paola Gazzolo (22,06%) deve far posto al Cinquestelle Pierluigi Baronio (23,7%). Non va meglio a Parma per il Partito di Renzi: Lucia Annibali si è fermata al 30% e alla Camera è passata Laura Cavandoli del Carroccio con il 35%.

Qui Marche, chi ha vinto a Ancona

Umbria e Marche non sono più regioni rosse. Se i dati definitivi confermeranno il trend attuale, i collegi uninominali delle due regioni sono stati tutti conquistati da centrodestra e M5s.

A Pesaro delle Marche il 'reprobo' M5S Andrea Cecconi, incappato nel caso rimborsi e che quindi in teoria dovrebbe rinunciare al seggio, con il 33,84% dei voti stacca il ministro degli Interni Marco Minniti per ora fermo al 28,72%.

Qui Lazio, chi ha vinto a Roma

A Roma il premier uscente Paolo Gentiloni si dirige verso la vittoria. Emma Bonino veleggia verso il trionfo.

Paola Taverna sarà riconfermata al Collegio 2 di Roma.

Qui Campania, chi ha vinto a Napoli

 Al di là dei risultati che danno per vincitore il M5S e segnano il crollo del centrosinistra, Pd in testa, in Campania la Lega è il secondo partito del centrodestra. Gli uomini di Salvini scesi al Sud riescono a battere Fratelli d’Italia, partito storicamente radicato in regione.

Se globalmente Forza Italia regge, per le altre componenti dello schieramento i dati parlano chiaro. Alla Camera, con lo spoglio di 2.889 sezioni su 2.894, in Campania 1 la Lega è al 2,90% sul 2,58 di FdI; in Campania 2 raggiunge il 5,86 rispetto al 4,59% del partito di Meloni. Al Senato, con 5.594 sezioni su 5.826, la Lega è al 4,88% rispetto al 3,30% di FdI.

Qui Puglia, chi ha vinto a Bari

-- in aggiornamento --

Qui Sicilia, chi ha vinto a Palermo

Il Movimento 5 Stelle fa il pieno di voti in Sicilia. Sull’isola che nel 2001 registrò lo storico 61 a 0 per il centrodestra, il partito di Grillo e di Di Maio sfiora, a scrutinio non ancora ultimato, il 50% delle preferenze. Si attesta attorno al 30% invece il centrodestra, con Forza Italia ancora forte di un 21% che lo pone al primo posto di una coalizione in cui la Lega non va oltre il 6%. Notte fonda invece per il Partito Democratico, per il quale ha votato al momento il 15% degli elettori isolani. Risultato al di sotto delle attese anche per Liberi Uguali, guidato dal siciliano Pietro Grasso, al 3%. Più in generale, il voto in Sicilia disegna un’isola in linea con quanto avvenuto negli ultimi 5 anni. E precisamente dal giorno della storica traversata a nuoto dello Stretto compiuta da Beppe Grillo, il 10 ottobre 2012 in occasione delle penultime elezioni regionali. Il Movimento 5 Stelle, infatti, da quel momento ha assistito ad una escalation che ha avuto in Sicilia la sua rampa di lancio.

Un’ascesa che lo ha portato ad essere il primo partito dell’isola, ottenendo in due occasioni il numero massimo di deputati regionali all’Ars, e a sfiorare la presidenza della Regione lo scorso novembre, a conclusione del testa a testa tra il candidato pentastellato Giancarlo Cancelleri e quello di centrodestra, poi vincitore, Nello Musumeci. In una regione fanalino di coda in termini di affluenza alle urne, ieri ha votato il 63,36% degli aventi di ritto, con 10 punti in meno rispetto alla media nazionale, l’orientamento politico mantiene solo gli echi di quella che fu una roccaforte azzurra, con una percentuale ancora alta di elettori di Berlusconi, ma che oggi appare definitivamente orientata verso il Movimento 5 Stelle. A uscire con le ossa rotte, e per certi versi in modo annunciato, è il Partito Democratico. Il partito di Matteo Renzi, già bocciato pesantemente lo scorso 5 novembre, quando il candidato alla Regione Fabrizio Micari fu sonoramente sconfitto dai suoi avversari, ha pagato a caro prezzo le divisioni interne, che hanno portato alla nascita di correnti e sottogruppi che hanno contribuito a frammentare il voto di centrosinistra da un lato; e le alchimie politiche dall’altro, con alcuni ex leader di centrodestra migrati alla corte di Renzi alla ricerca di una nuova collocazione politica. Strategie che gli elettori siciliani, più degli altri, non hanno apprezzato e hanno punito.

M5s fa meglio del 61 a 0 di Berlusconi in Sicilia nel 2001. Il Movimento di Luigi Di Maio, se il trend attuale sarà confermato dai dati definitivi, conquista tutti i collegi uninominali di Sicilia e Sardegna.

proiezioni-2-3

proiezioni senato-2

quarta proiezione camera swg la7-2

Italia al voto, tutte le ultime notizie

Berlusconi contestato al seggio da una femenUn uomo è stato denunciato per aver fotografato la scheda | Malore al seggio: donna muore prima di votare | Una scrutatrice ha dato in escandescenza mettendo a soqquadro il seggio | Bersani ha sbagliato ad "imbucare" la scheda | Di Battista ha sbagliato seggio | 

Elezioni regionali, la diretta

In Lombardia e nel Lazio dove il 4 marzo si sono tenute anche le elezioni regionali lo scrutinio delle schede delle elezioni regionali si terrà a partire dalle 14:00 di lunedì 5 marzo.

Exit poll elezioni Lazio

Lazio: Zingaretti 30-34%; Parisi 26-30%; Lombardi 25-29%

Nicola Zingaretti, per il centrosinistra, tra il 30 e il 34%; Stefano Parisi, per il centrodestra, tra il 26 e il 30%; Roberta lombardi per M5s tra il 25 e il 29%; Sergio Pirozzi tra il 2 e il 4%. E' questo il primo exit poll Rai (Consorzio Opinio Italia) per le regionali nel Lazio. Il campione è dell'80%.

La diretta di Roma Today

Exit poll elezioni Lombardia

Lombardia: Fontana 38-42%, Gori 31-35% 

Attilio Fontana 38-42%, per il centrodestra Giorgio Gori 31-35% per il centrosinistra; Dario Violi per il Movimento 5 Stelle 17-21%; Onorio Rosati per Liberi e Uguali 2-4%. E' questo il primo exit poll Rai (Consorzio Opinio Italia) per le regionali nel Lazio. Il campione è dell'80%.

La diretta di MilanoToday

Elezioni, tutti gli eletti

Dopo lo scrutino potremo conoscere chi sono i nuovi parlamentari eletti alla Camera dai Deputati e al Senato della Repubblica: la prima riunione delle nuove Camere è prevista per il 23 marzo 2018.

Elezioni, chi ha vinto in Valle d'Aosta

Deputato eletto: ELISA TRIPODI 24,10% (M5s)

I Senatore eletto: ALBERT LANIÈCE 25% (PD-UV-UVP-EPAV)

Elezioni, chi ha vinto in Piemonte

| Deputati eletti: --- (Partito)

Collegio Plurinominale Collegio Uninominale Deputati eletti % partiti
Piemonte 1 - 01 01 Torino - Zona Statistica 16
02 Torino - Zona Statistica 38
03 Torino - Zona Statistica 48
04 Torino - Zona Statistica 61
06 Collegno
Piemonte 1 - 02 05 - Ivrea
07 - Settimo Torinese
08 - Moncalieri
09 - Pinerolo
Piemonte 2 - 01 05 - Alessandria
06 - Asti
07 - Cuneo
08 - Alba
Piemonte 2 - 02 01 - Verbania
02 - Novara
03 - Biella
04 - Vercelli

I Senatori eletti: -- (Partito)

Collegio Plurinominale Collegio Uninominale Senatori Eletti % Partiti
Piemonte - 01 01 - Settimo Torinese
02 - Moncalieri
03 - Torino - Collegno
04 - Torino - Zona Statistica 61
Piemonte - 02 05 - Novara
06 - Vercelli
07 - Alessandria
08 - Cuneo

Elezioni, chi ha vinto in Liguria

I Deputati eletti: --- (Partito)

Collegio Plurinominale Collegio Uninominale Deputati eletti % partiti
Liguria - 01 01 - Sanremo
02 - Savona
03 - Genova - Sestri ROBERTO TRAVERSI 35% M5s 35,59%
Liguria - 02 04 - Genova - San Fruttuoso MARCO RIZZONE 32,8%
05 - Genova - Rapallo
06 - La Spezia MANUELA GAGLIARDI 37,37 % LEGA 19,93 FORZA ITALIA 11,70 FRATELLI D'ITALIA  3,63 NOI CON L'ITALIA 2,10

I Senatori eletti: -- (Partito)

Collegio Plurinominale Collegio Uninominale Senatori Eletti % Partiti
Liguria 01 - Savona
02 - Genova - San Fruttuoso
03 - Genova - La Spezia

Elezioni, chi ha vinto in Lombardia

In Lombardia dove il 4 marzo si terranno anche le elezioni regionali lo scrutinio delle schede delle elezioni regionali si terrà a partire dalle 14:00 di lunedì 5 marzo.  La diretta di MilanoToday

I Deputati eletti: --- (Partito)

Collegio Plurinominale Collegio Uninominale Deputati eletti % partiti
Lombardia 1 - 01 04 - Seregno
05 - Monza
06 - Gorgonzola
Lombardia 1 - 02 03 - Bollate
07 - Cinisello Balsamo
09 - Milano - Sesto San Giovanni
10 - Cologno Monzese
Lombardia 1 - 03 08 - Milano Area Statistica 117
11 - Milano Area Statistica 74
12 - Milano Area Statistica 84
13 - Milano Area Statistica 105
14 - Milano Area Statistica 144
Lombardia 1 - 04 01 - Abbiategrasso
02 - Legnano
15 - Rozzano
Lombardia 2 - 01 02 - Varese
03 - Gallarate
04 - Busto Arsizio
Lombardia 2 - 02 01 - Sondrio
05 - Como
06 - Cantù
07 - Merate
08 - Lecco
Lombardia 3 - 01 01 - Brescia
02 - Lumezzane
03 - Desenzano Del Garda
04 - Palazzolo Sull'oglio
Lombardia 3 - 02 05 - Bergamo
06 - Albino
07 - Treviglio
08 - Romano Di Lombardia
Lombardia 4 - 01 01 - Vigevano
02 - Pavia
03 - Lodi
Lombardia 4 - 02 04 - Cremona
05 - Suzzara
06 - Mantova

I Senatori eletti: -- (Partito)

Collegio Plurinominale Collegio Uninominale Senatori Eletti % Partiti
Lombardia - 01 16 - Pavia
17 - Cremona
18 - Mantova
Lombardia - 02 12 - Bergamo
13 - Treviglio
14 - Brescia
15 - Lumezzane
Lombardia - 03 08 - Lecco
09 - Cantù
10 - Como
11 - Varese
Lombardia - 04 01 - Milano - Area Statistica 84
02 - Milano - Area Statistica 74
03 - Milano - Legnano
04 - Rozzano
Lombardia - 05 05 - Cologno Monzese
06 - Monza
07 - Sesto San Giovanni

Elezioni, chi ha vinto in Veneto

I Deputati eletti: --- (Partito)

Collegio Plurinominale Collegio Uninominale Deputati eletti % partiti
Veneto 1 - 01 01 - Venezia
02 - San Dona' Di Piave
03 - Chioggia
04 - Castelfranco Veneto
Veneto 1 - 02 05 - Montebelluna
06 - Conegliano
07 - Belluno
08 - Treviso
Veneto 2 - 01 02 - Padova
03 - Vigonza
04 - Abano Terme
Veneto 2 - 02 05 - Vicenza
06 - Bassano Del Grappa
07 - Schio
Veneto 2 - 03 01 - Rovigo
08 - San Bonifacio
09 - Verona
10 - Legnago
11 - Villafranca Di Verona

I Senatori eletti: -- (Partito)

Collegio Plurinominale Collegio Uninominale Senatori Eletti % Partiti
Veneto 01 - Venezia
02 - Belluno
03 - Treviso
04 - Rovigo
05 - Padova
06 - Bassano Del Grappa
07 - Vicenza
08 - Verona
09 - Villafranca Di Verona

Elezioni, chi ha vinto in Trentino Alto Adige

I Deputati eletti: --- (Partito)

Collegio Plurinominale Collegio Uninominale Deputati eletti % partiti
Trentino-Alto Adige/Südtirol 01 - Bolzano/Bozen MARIA ELENA BOSCHI 41,2% SVP 24,79  PARTITO DEMOCRATICO 12,93
02 - Merano/Meran ALBRECHT PLANGGER 61,17% SVP 61%
03 - Bressanone/Brixen MEINHARD DURNWALDER 66,35% SVP - PATT 66%
04 - Trento
05 - Rovereto
06 - Pergine Valsugana

I Senatori eletti: -- (Partito)

Collegio Plurinominale Collegio Uninominale Senatori Eletti % Partiti
Trentino-Alto Adige/Südtirol 01 - Bolzano/Bozen GIANCLAUDIO BRESSA 43,03% SVP  26,39 PARTITO DEMOCRATICO 13,03
02 - Merano/Meran JULIANE UNTERBERGER 61,08% SVP  
03 - Bressanone/Brixen MEINHARD DURNWALDER 66,54% SVP  
04 - Trento
05 - Rovereto
06 - Pergine Valsugana

Elezioni, chi ha vinto in Friuli Venezia Giulia

I Deputati eletti: --- (Partito)

Collegio Plurinominale Collegio Uninominale Deputati eletti % partiti
Friuli-Venezia Giulia - 01 01 - Trieste RENZO TONDO 38,17%
02 - Gorizia GUIDO GERMANO PETTARIN 37,13%
03 - Udine
04 - Codroipo
05 - Pordenone VANNIA GAVA 46,22%

I Senatori eletti: -- (Partito)

Collegio Plurinominale Collegio Uninominale Senatori Eletti % Partiti
Friuli-Venezia Giulia 01 - Trieste LAURA STABILE 39,40%
02 - Udine LUCA CIRIANI 46,58%

Elezioni, chi ha vinto in Emilia Romagna

I Deputati eletti: --- (Partito)

Collegio Plurinominale Collegio Uninominale Deputati eletti % partiti
Emilia-Romagna - 01 02 - Cesena
03 - Ravenna
15 - Rimini
16 - Forlì
Emilia-Romagna - 02 04 - Ferrara
08 - Cento
09 - Modena
10 - Sassuolo
Emilia-Romagna - 03 01 - Imola
05 - San Giovanni In Persiceto
06 - Bologna - Zona Urbana Mazzini
07 - Bologna - Casalecchio Di Reno
Emilia-Romagna - 04 11 - Scandiano
12 - Parma
13 - Fidenza
14 - Piacenza
17 - Reggio Nell'emilia

I Senatori eletti: -- (Partito)

Collegio Plurinominale Collegio Uninominale Senatori Eletti % Partiti
Emilia-Romagna - 01 01 - Rimini ANTONIO BARBONI 34,36%
02 - Ravenna
03 - Ferrara
04 - Bologna PIER FERDINANDO CASINI 33,12%
Emilia-Romagna - 02 05 - Modena EDOARDO PATRIARCA 31% 
06 - Reggio Nell'emilia
07 - Parma MARIA SAPONARA 31,88%
08 - Piacenza PIETRO PISANI 46,00%

Elezioni, chi ha vinto in Toscana

I Deputati eletti: --- (Partito)

Collegio Plurinominale Collegio Uninominale Deputati eletti % partiti
Toscana - 01 05 - Prato
06 - Pistoia
08 - Massa DEBORAH BERGAMINI 37%
09 - Lucca RICCARDO ZUCCONI 37%
Toscana - 02 10 - Pisa
11 - Poggibonsi
13 - Livorno
Toscana - 03 01 - Firenze - Quartiere Vecchio Novoli-Peretola GABRIELE TOCCAFONDI 43,23%
02 - Firenze - Scandicci ROSA MARIA DI GIORGI 42,97%
03 - Sesto Fiorentino
04 - Empoli LUCA LOTTI 40%
Toscana - 04 07 - Arezzo ROBERTO GIACHETTI 35%
12 - Siena PIETRO CARLO PADOAN 36%
14 - Grosseto MARIO LOLINI 36%

F

I Senatori eletti: -- (Partito)

Collegio Plurinominale Collegio Uninominale Senatori Eletti % Partiti
Toscana - 01 01 - Firenze
02 - Sesto Fiorentino
03 - Prato
05 - Lucca
Toscana - 02 04 - Arezzo
06 - Pisa
07 - Livorno

Elezioni, chi ha vinto nelle Marche

I Deputati eletti: --- (Partito)

Collegio Plurinominale Collegio Uninominale Deputati eletti % partiti
Marche - 01 01 - Ascoli Piceno
02 - Civitanova Marche
03 - Macerata
Marche - 02 04 - Ancona
05 - Fano
06 - Pesaro

I Senatori eletti: -- (Partito)

Collegio Plurinominale Collegio Uninominale Senatori Eletti % Partiti
Marche 01 - Pesaro
02 - Ancona
03 - Ascoli Piceno

Elezioni, chi ha vinto in Umbria

I Deputati eletti: --- (Partito)

Collegio Plurinominale Collegio Uninominale Deputati eletti % partiti
Umbria - 01 01 - Perugia EMANUELE PRISCO 35,38%
02 - Foligno RICCARDO AUGUSTO MARCHETTI 37,43 %
03 - Terni

I Senatori eletti: -- (Partito)

Collegio Plurinominale Collegio Uninominale Senatori Eletti % Partiti
Umbria 01 - Perugia
02 - Terni

Elezioni, chi ha vinto nel Lazio

Nel Lazio dove il 4 marzo si terranno anche le elezioni regionali lo scrutinio delle schede delle elezioni regionali si terrà a partire dalle 14:00 di lunedì 5 marzo. La diretta di Roma Today

I Deputati eletti: --- (Partito)

Collegio Plurinominale Collegio Uninominale Deputati eletti % partiti
Lazio 1 - 01 01 - Roma - Quartiere Trionfale
02 - Roma - Quartiere Montesacro
03 - Roma - Zona Castel Giubileo
04 - Roma - Quartiere Collatino
05 - Roma - Zona Torre Angela
Lazio 1 - 02 06 - Roma - Quartiere Tuscolano
08 - Roma - Quartiere Ardeatino
09 - Roma - Fiumicino
10 - Roma - Quartiere Gianicolense
11 - Roma - Quartiere Primavalle
Lazio 1 - 03 07 - Roma - Pomezia
12 - Guidonia Montecelio
13 - Velletri
14 - Marino
Lazio 2 - 01 01 - Viterbo
02 - Civitavecchia
03 - Rieti
Lazio 2 - 02 04 - Frosinone
05 - Cassino
06 - Terracina
07 - Latina

I Senatori eletti: -- (Partito)

Collegio Plurinominale Collegio Uninominale Senatori Eletti % Partiti
Lazio - 01 01 - Roma - Quartiere Gianicolense
02 - Roma - Quartiere Tuscolano
03 - Roma - Quartiere Portuense
Lazio - 02 04 - Roma - Quartiere Collatino
05 - Viterbo
06 - Guidonia Montecelio
Lazio - 03 07 - Frosinone
08 - Roma - Fiumicino
09 - Latina
10 - Velletri

Elezioni, chi ha vinto in Campania

I Deputati eletti: --- (Partito)

Collegio Plurinominale Collegio Uninominale Deputati eletti % partiti
Campania 1 - 01 01 - Giugliano In Campania
03 - Acerra
04 - Casoria
09 - Pozzuoli
Campania 1 - 02 05 - Napoli - Circoscrizione 7 San Carlo All'arena
06 - Napoli - Circoscrizione 28 Ponticelli
07 - Napoli - Circoscrizione 9 San Lorenzo
08 - Napoli - Circoscrizione 19 Fuorigrotta
Campania 1 - 03 02 - Nola
10 - Portici
11 - Torre Del Greco
12 - Castellammare Di Stabia
Campania 2 - 01 01 - Benevento
02 - Ariano Irpino
06 - Avellino
Campania 2 - 02 03 - Caserta
04 - Santa Maria Capua Vetere
05 - Aversa
Campania 2 - 03 07 - Scafati
08 - Salerno
09 - Battipaglia
10 - Agropoli

I Senatori eletti: -- (Partito)

Collegio Plurinominale Collegio Uninominale Senatori Eletti % Partiti
Campania - 01 01 - Benevento
02 - Caserta
03 - Avellino
Campania - 02 04 - Giugliano In Campania
06 - Casoria
07 - Napoli - Circoscrizione 7 San Carlo All'arena
08 - Napoli - Circoscrizione 19 Fuorigrotta
Campania - 03 05 - Portici
09 - Torre Del Greco
10 - Salerno
11 - Battipaglia

Elezioni, chi ha vinto in Abruzzo

I Deputati eletti: --- (Partito)

Collegio Plurinominale Collegio Uninominale Deputati eletti % partiti
Abruzzo - 01 03 - Pescara
04 - Chieti
05 - Vasto
Abruzzo - 02 01 - L'aquila
02 - Teramo

I Senatori eletti: -- (Partito)

Collegio Plurinominale Collegio Uninominale Senatori Eletti % Partiti
Abruzzo 01 - Pescara
02 - L'aquila

Elezioni, chi ha vinto in Molise

I Deputati eletti: --- (Partito)

Collegio Plurinominale Collegio Uninominale Deputati eletti % partiti
Molise - 01 01 - Isernia
02 - Campobasso

I Senatori eletti: -- (Partito)

Collegio Plurinominale Collegio Uninominale Senatori Eletti % Partiti
Molise 01 - Campobasso

Elezioni, chi ha vinto in Puglia

I Deputati eletti: --- (Partito)

Collegio Plurinominale Collegio Uninominale Deputati eletti % partiti
Puglia - 01 01 - Bari - Circoscrizione 8 Libertà-Marconi-San Girolamo-Fesca
02 - Bari - Bitonto
03 - Molfetta
05 - Altamura
Puglia - 02 07 - Lecce
08 - Nardò
09 - Casarano
12 - Francavilla Fontana
Puglia - 03 06 - Monopoli
10 - Taranto
11 - Martina Franca
13 - Brindisi
Puglia - 04 04 - Andria
14 - San Severo
15 - Cerignola
16 - Foggia

I Senatori eletti: -- (Partito)

Collegio Plurinominale Collegio Uninominale Senatori Eletti % Partiti
Puglia - 01 01 - Bari
02 - Altamura
03 - Andria
08 - Foggia
Puglia - 02 04 - Brindisi
05 - Lecce
06 - Nardò
07 - Taranto

Elezioni, chi ha vinto in Basilicata

I Deputati eletti: --- (Partito)

Collegio Plurinominale Collegio Uninominale Deputati eletti % partiti
Basilicata - 01 01 - Potenza
02 - Matera

I Senatori eletti: -- (Partito)

Collegio Plurinominale Collegio Uninominale Senatori Eletti % Partiti
Basilicata 01 - Potenza

Elezioni, chi ha vinto in Calabria

I Deputati eletti: --- (Partito)

Collegio Plurinominale Collegio Uninominale Deputati eletti % partiti
Calabria - 01 01 - Castrovillari
02 - Corigliano Calabro
03 - Cosenza
05 - Crotone
Calabria - 02 04 - Catanzaro
06 - Vibo Valentia
07 - Gioia Tauro
08 - Reggio Di Calabria

I Senatori eletti: -- (Partito)

Collegio Plurinominale Collegio Uninominale Senatori Eletti % Partiti
Calabria - 01 01 - Crotone
02 - Cosenza
03 - Catanzaro
04 - Reggio Di Calabria

Elezioni, chi ha vinto in Sicilia

I Deputati eletti: --- (Partito)

Collegio Plurinominale Collegio Uninominale Deputati eletti % partiti
Sicilia 1 - 01 01 - Palermo - Resuttana-San Lorenzo
02 - Palermo - Libertà
03 - Palermo - Settecannoli
Sicilia 1 - 02 05 - Bagheria
06 - Monreale
08 - Marsala
Sicilia 1 - 03 04 - Gela
07 - Agrigento
09 - Mazara Del Vallo
Sicilia 2 - 01 01 - Messina
02 - Barcellona Pozzo Di Gotto
03 - Enna
Sicilia 2 - 02 04 - Acireale
05 - Catania
06 - Misterbianco
Sicilia 2 - 03 07 - Paternò
08 - Ragusa
09 - Avola
10 - Siracusa

I Senatori eletti: -- (Partito)

Collegio Plurinominale Collegio Uninominale Senatori Eletti % Partiti
Sicilia - 01 01 - Palermo - Resuttana-San Lorenzo
02 - Palermo - Bagheria
03 - Marsala
04 - Agrigento
05 - Gela
Sicilia - 02 06 - Messina
07 - Acireale
08 - Catania
09 - Siracusa

Elezioni, chi ha vinto in Sardegna

I Deputati eletti: --- (Partito)

Collegio Plurinominale Collegio Uninominale Deputati eletti % partiti
Sardegna - 01 01 - Cagliari
03 - Carbonia
06 - Oristano LUCIANO CADEDDU 42,31%
Sardegna - 02 02 - Nuoro MARA LAPIA 45%
04 - Sassari
05 - Olbia

I Senatori eletti: -- (Partito)

Collegio Plurinominale Collegio Uninominale Senatori Eletti % Partiti
Sardegna 01 - Cagliari
02 - Nuoro
03 - Sassari

Italia al voto, come seguire su Twitter le #ElezioniPolitiche2018

Elezioni 2018

Tutti gli articoli dello speciale elezioni

Elezioni politiche | Elezioni Lazio | Elezioni Lombardia

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di giovedì 20 febbraio 2020

  • Il marito di Mara Venier dopo le accuse: "Il successo dà fastidio, prenderemo decisioni"

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di sabato 22 febbraio 2020

  • Grande Fratello Vip 2020: anticipazioni, cast e cosa c'è da sapere

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di martedì 18 febbraio 2020

  • Heather Parisi: "La mia vita in Cina nell'inferno del Coronavirus. Qui si lavora da casa, i prodotti sono razionati"

Torna su
Today è in caricamento