Fase 2, parla Conte: solo una serie di vaghi intenti e scuse per i ritardi negli aiuti

"Ci meritiamo il sorriso e l'allegria". Cosi il premier Giuseppe Conte nel giorno della rimozione dei vincoli agli spostamenti tra le regioni. Il Presidente del Consiglio ha annunciato la convocazione degli stati generali dell'economia mentre l'Istat fotografa un paese avviato a una dura recessione

Il premier Giuseppe Conte in diretta da Palazzo Chigi oggi 3 giugno 2020, Fotogramma da video in diretta

Oggi 3 Giugno, nel giorno della rimozione dei vincoli agli spostamenti tra le regioni, il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha tenuto una conferenza stampa da Palazzo Chigi in cui ha annunciato la convocazione degli stati generali dell'economia oltre ad una serie di vaghi intenti che toccano annosi problemi italiani come l'equità fiscale da riformare e interventi sui tempi della giustizia civile e penale. Molte le promesse, come quelle sulla scuola: "A settembre riaprirà, si tornerà alla didattica in presenza, stiamo facendo di tutto per il ripristino della normalità" ha detto Conte.

Quanto ai temi più politici, nessuna decisione è stata presa sulla richiesta di un prestito al Mes: Conte si riserva di decidere quando sarà chiaro il "regolamento" previo passaggio parlamentare. Per la tenuta del governo si registra una cauta apertura, o meglio una assenza di preclusione, sull'eventuale proposta di un Ponte sullo stretto di Messina caldeggiato da Italia Viva. Un progetto bollato come "immaginifico" a cui Conte preferisce altri investimenti come la rete ad alta velocità Roma-Pescara e infrastrutture al Sud.

Sulla ennesima procrastinazione della revoca della concessione ad Autostrade l'ultima nota di rilievo di un discorso vuoto, in cui sono tornate a riecheggiare ancora una volta le scuse per i ritardi nell'erogazione degli aiuti a imprese e famiglie.

Con la fine del lockdown torna a calare la fiducia nel governo

L'unica certezza è quella di come la Fase Due inizi all'insegna della crisi economica con dati da far tremare i polsi (persi 400mila posti di lavoro). Distanziamento sociale e mascherine ci accompagneranno ancora a lungo perché, per dirla con le parole di Conte, nonostante gli italiani meritino "il sorriso e l'allegria dopo settimane di duri sacrifici" la prudenza resta d'obbligo: "Chi ritiene che il virus sia scomparso - ha detto Conte - commette una grave leggerezza".

Conte discorso 3 giugno: la diretta

"Prudenza ma a partire dal 4 maggio dati di contagio incoraggianti, non ci sono situazioni critiche né di sovraccarico delle strutture sanitarie". "Ci meritiamo il sorriso e l'allegria dopo settimane di duri sacrifici". Così il presidente del consiglio Giuseppe Conte in diretta da Palazzo Chigi. "Distanziamento sociale e obbligo di mascherine restano, abbandonarli sarebbe una leggerezza".

"Si ritiene che oggi il virus sia scomparso, è una grave leggerezza".

"La fase più acuta dell'emergenza sanitaria è alle spalle, da oggi anche i turisti europei potranno tornare in Italia. La crisi sia una occasione storica per disegnare il Paese che vogliamo. Il Recovery Fund europeo è un'occasione da cogliere. Dobbiamo spendere bene questi soldi". L'Italia userà sicuramente il fondo `Sure' e le risorse della Bei, mentre sul Mes Giuseppe Conte si riserva di decidere quando sarà chiaro il "regolamento", in particolare sulla durata del piano di restituzione. 

"Per quanto riguarda il Mes non cambio idea da oggi a domani. Quando avremo tutti i regolamenti, li studierò, li porterò un parlamento e insieme al parlamento decideremo. Ricordo che è un prestito e quando si parla di prestito molto dipende da quanto dura il piano di restituzione".

Giuseppe Conte chiede "scusa" per i ritardi nell'erogazione dei sussidi a sostegno di lavoratori e imprese. "Stiamo lavorando per rendere più celeri queste procedure, per pagare più velocemente bonus e ammortizzatori sociali". "Ma queste misure - ha aggiunto - sono solo un'inizio, dobbiamo continuare ad intervenire", in particolare su "manifattura, turismo, spettacolo, ampi settori del commercio, artigianato, piccole aziende. Chiedo a tutte le forze politiche di lavorare per realizzare al più presto questi progetti di legge".

Conte ha parlato di grandi investimenti in opere pubbliche e a diretta domanda della stampa ha spiegato di non aver nessuna preclusione per un'eventuale presentazione di un progetto di un Ponte sullo Stretto di Messina come già annunciato da Italia Viva. "Non voglio parlare di opere immaginifiche... C'è tanto da fare, la Roma-Pescara e poi le infrastrutture al Sud, a cominciare dalla Sicilia".

Per quanto riguarda il caso Autostrade, Giuseppe Conte ha ricordato come siano conclamati gli inadempimenti. A giudizio del capo del Governo "ci sono i presupposti per la revoca, è di dominio pubblico che siano state avanzate proposte di transazione ma perché possano essere accettate vuol dire che prospettano un vantaggio per il concedente, un vantaggio maggiore a quella che sarebbe la scelta obbligata per la procedura di caducazione". "Se la procedura non si è conclusa - ha sottolineato Conte - alla luce proposte transattive evidentemente è perché non sono state considerate congrue". Sul tema, comunque, ha aggiunto in conclusione, "stiamo affinando le valutazioni con i ministri competenti".

Il bollettino di oggi: 321 nuovi casi di contagio, 71 morti nelle ultime 24 ore

Era l'11 marzo quando Giuseppe Conte in un difficilissimo discorso alla nazione annunciava il lockdown con le parole diventate iconiche: "Restiamo distanti oggi per abbracciarci più forte domani".  Oggi non si attendono annunci, ma probabilmente il presidente del consiglio ringrazierà i cittadini per i sacrifici compiuti, ricordando i morti e raccomandando prudenza. Come è noto la curva epidemilogica, per quanto considerevolmente in discesa, mostra come in alcune regioni, in primis in Lombardia, i contagi non siano affatto sotto controllo. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Al contempo l'Italia ha intrapreso un primo passo nella direzione di una recessione che, a detta di Bankitalia, potrebbe essere tutt'altro che breve. Nel frattempo il Governo si affida anche all'app Immuni per il contact tracing: l'applicazione è disponibile gratuitamente negli store Apple e Google. "Più persone la utilizzano, più l’app potrà essere efficace".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • SuperEnalotto, vinti 59 milioni di euro nell'estrazione di oggi martedì 7 luglio 2020

  • Coronavirus, in arrivo un altro Dpcm di Conte: ecco le nuove misure dal 14 luglio

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di giovedì 9 luglio 2020

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di sabato 11 luglio 2020

  • Giro d'Italia 2020, tutte le tappe: altimetria, calendario e percorso

  • Mamma controlla il cellulare del figlio e scopre l'orrore: denunciati 20 minorenni

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
Today è in caricamento