Berlusconi ci riprova: una nuova "discesa in campo" per salvare Forza Italia

Il colpo di scena al termine della kermesse di Fiuggi. Il leader degli azzurri non ha risparmiato stoccate a Salvini e attacchi al M5s. Poi sceso dal palco ha avuto un lieve malore

L'intervento di Berlusconi a Fiuggi, FOTO ANSA/FEDERICO PROIETTI

"Noi, donne e uomini liberi d'Italia, ribadiamo la nostra fede nei principi liberali espressi nel 'credo laico' di Forza Italia e lanciamo un grido d'allarme per il pericolo che tali principi corrono nel nostro Paese e in Europa". Così recita l'incipit del 'Manifesto per la libertà' presentato oggi a Fiuggi dal leader di Fi Silvio Berlusconi, protagonista della giornata conclusiva della kermesse azzurra organizzata da Antonio Tajani.

Silvio Berlusconi è tornato a parlare dell'alleanza del centrodestra, senza risparmiare stoccate al governo gialloverde e al compagno di coalizione Salvini.

Berlusconi, nuova discesa in campo

Io candidato alle europee? "Penso di sì, è ciò che mi chiedono tutti. E poi, se dobbiamo salvare l'Italia, bisogna cominciare a fare le cose sul serio". Il colpo di scena (in verità atteso) è arrivato al termine della kermesse azzurra di Fiuggi, senza l'enfasi che magari la platea avrebbe auspicato. 

L'annuncio ufficiale del Cav arriva all'uscita del Grand Hotel Palazzo della Fonte in una breve risposta ai cronisti. D'altra parte, fiume in piena sul palco, il capo di Forza Italia lo aveva già detto. "Sarò in campo alle prossime elezioni per salvare anche io il paese che amo", annunciava, per poi scandire: "Dobbiamo aprirci a quegli altri italiani che in definitiva la pensano come noi e questa volta sono rimasti a casa o hanno espresso un voto di protesta. Dobbiamo ritornare ad avere un voto importante e che faccia ancora di noi la prima forza politica in Italia".

Elezioni europee 2019, la guida al voto: tutto quello che c'è da sapere 

Il pressing di Tajani fa il paio con i timori del corpaccione di Forza Italia che ha paura di essere fagocitato dalla Lega di Salvini e dissolversi nel voto di maggio. Eppure, pochi giorni fa aveva proposto a Matteo Salvini la possibilità di presentarsi alle elezioni europee con liste comuni e aveva spiegato di non avere intenzione di scendere in campo in prima persona.

Ma il rapporto con l'alleato continua a non prendere una piega precisa: appena tre giorni fa il vertice di palazzo Grazioli aveva sancito che l'alleanza era viva e vegeta, almeno alle Regionali. Poi, ad Atreju, il leader della Lega ci ha tenuto a precisare che si tratta soltanto di un accordo a livello locale. Frasi che hanno infastidito Berlusconi, che sceglie di deviare dal discorso scritto preparato per l'occasione e per la prima volta punge davvero il leader del Carroccio. Le sue, afferma, sono frasi "sgradevoli" e "inaccettabili".

Centrodestra unito alle regionali, è il "patto del babà"

Nel corso dell'intervento Berlusconi ha anche sottolineato come il vertice del centrodestra a Palazzo Grazioli "ha confermato che la coalizione è definitiva per tutti e tre i partiti". Però, aveva anche sottolineato, "Salvini ha delle uscite che non sono gradevoli e accettabili da perte nostra. Forse deve tentare di non far scoppiare un diverbio assoluto con i 5 Stelle, quel diverbio che noi auspichiamo anche presto".

Il nuovo manifesto di Forza Italia

I deputati di Forza Italia in privato non nascondono le preoccupazioni: Berlusconi è spento, poco carico. Poco dopo essere sceso dal podio ha anche avuto un lieve malore, forse dovuto al caldo.

La gran parte del discorso pronunciato da Berlusconi ha due obiettivi: attaccare i 5stelle e annunciare (per l'ennesima volta) la voglia di rinnovamento e di apertura di Forza Italia alla società civile. Dei pentastellati ne dice di tutti i colori: che sono peggio persino dei comunisti perché "improvvisati e ignoranti", che Di Maio è un "dilettante" che pensa di poter usare il ministro dell'Economia guidato da Tria come un "bancomat".

Attacca anche il portavoce del premier Conte, Rocco Casalino, autore di un audio in cui si usano toni minacciosi verso i tecnici del Mef se non dovessero trovare risorse per il reddito di cittadinanza. "In una democrazia - sostiene - sarebbe già fuori con la valigia in mano". Ma in cotanta preoccupazione per la presenza dei grillini al governo, Berlusconi non nasconde nemmeno i suoi timori per la propria pecunia: le annunciate misure sui tetti alla pubblicità - lancia l'allarme - "farebbero chiudere Mediaset". L'attacco verso i pentastellati è soprattutto sul fronte economico. Il leader azzurro contesta l'afflato verso le nazionalizzazioni che - dice - ci farebbero tornare alla "stagione più buia del '900" e spiega che l'aumento del deficit "sarebbe un disastro".

Il presidente di Forza Italia sa anche di dover trasmettere un messaggio di rinnovato entusiasmo alla platea ancora stordita dalla rapida ascesa della Lega. Per questo lancia il "manifesto della libertà", con l'obiettivo di mobilitare "l'altra Italia", anche se ci tiene a precisare che non si tratta di un nuovo movimento politico.

L'altra Italia, ecco il manifesto della Libertà

Un manifesto programmatico per il rilancio del partito che si articola in 5 punti. "La libertà è la condizione naturale di ogni essere umano. La garanzia della libertà e della dignità di ogni essere umano è la prima e più importante funzione dello Stato".

I principi "sui quali si fonda la comune civiltà europea, sono oggi minacciati dai movimenti pauperisti, giustizialisti, statalisti e ribellisti che in varie forme operano in alcuni Stati europei" e, prosegue il manifesto, "questo pericolo riguarda direttamente il nostro Paese, nel quale la delusione di molti cittadini per gli errori del vecchia politica ha condotto al governo un movimento come i Cinque Stelle, ispirato dall'invidia e dall'odio sociale, nemico delle libertà, del progresso, della democrazia rappresentativa".

Per questo "da responsabili politici di Forza Italia, facciamo appello a tutti coloro che hanno a cuore i principi liberali" affinché compiano una scelta di campo e si uniscano a noi per difendere l'avvenire del nostro Paese", è il messaggio del presidente di Fi. "Come nel 1994 - si legge ancora nel documento presentato alla platea di Fiuggi - è l'ora di una grande mobilitazione delle coscienze per noi che rappresentiamo l'Italia seria, onesta, concreta, fattiva": l'obiettivo è costruire "un centrodestra rinnovato e unito, nel quale possano riconoscersi gli italiani moderati, ragionevoli e di buon senso".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bollette luce e gas, buona notizia per metà degli italiani

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di giovedì 13 febbraio 2020: centrato un 5+1 da mezzo milione

  • Grande Fratello Vip 2020: anticipazioni, cast e cosa c'è da sapere

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di martedì 11 febbraio 2020

  • La moglie di Piero Pelù rivela: "Mi ha sposata perché aveva strizza"

  • Il fidanzato di Antonella Elia contro Barbara d’Urso: “E’ tutto manipolato, non dovevo venire”

Torna su
Today è in caricamento