La lista dei 5 candidati impresentabili secondo l'Antimafia (4 sono di Forza Italia)

A pochi giorni dal voto la Commissione parlamentare Antimafia ha esaminato le segnalazioni delle Procure. La rabbia forzista: "Ho avuto più di 200 milioni di voti" dice Berlusconi. Bernini: "Imboscata elettorale, tempistica inaccettabile"

Ansa

"La Commissione Antimafia che presiedo ha individuato 5 impresentabili per le elezioni europee di domenica: 4 sono di Forza Italia, uno è di Casa Pound". Le parole del presidente della commissione Antimafia, Nicola Morra, su Twitter, scatenano una dura reazione in casa forzista. Tra quelli di Fi ritenuti impresentabili ci sono Silvio Berlusconi, Giovanni Paolo Bernini, Salvatore Cicu e Pietro Tatarella. Per CasaPound è stata valutata incandidabile Emmanuela Florino.

In pratica la Commissione parlamentare Antimafia ha esaminato le segnalazioni delle Procure e ha valutato in base al Codice di autoregolamentazione. Le candidature segnalate sono "non conformi al codice di autoregolamentazione" perché si tratta di soggetti "rinviati a giudizio e con dibattimento in corso". In tutto erano 12 i nominativi segnalati per l'esame. Per quel che riguarda Berlusconi l'Antimafia segnala come sia imputato di più reati per corruzione in atti giudiziari.

Europee 2019, chi sono i candidati impresentabili per l'Antimafia

Nell'elenco discusso nella seduta di ieri sera ci sono poi per Forza Italia anche Giovanni Paolo Bernini (condannato a marzo dalla Corte di Bologna per corruzione per atti contrari a doveri di ufficio) e Salvatore Cicu, imputato per riciclaggio, con dibattimento in corso al Tribunale di Cagliari. Diversa la situazione di Pietro Tatarella, circoscrizione Nord Ovest, sottoposto a istanza di custodia cautelare ma in attesa del riesame. Passando all'estrema destra, per CasaPound è stata valutata incandidabile Emmanuela Florino, imputata per associazione sovversiva, banda armata, partecipazione, dibattimento in corso.

Berlusconi: "Io impresentabile? Ho preso 200 milioni di voti"

Tranchant la replica dell'ex premier. "Io come impresentabile ho avuto più di 200 milioni di voti da quando sono in campo nella politica, avrò milioni di voti anche domenica prossima" ha detto il leader di Forza Italia, Silvio Berlusconi, durante l'intervista a Diritto e Rovescio su Rete 4, accolto da un lungo appluso in studio.

"Un signore che si chiama Nicola Morra dei 5 Stelle, capo della commissione antimafia, ha tirato fuori un elenco di candidati alle elezioni europee, tra cui ci sono anche io come impresentabile", ha spiegato Berlusconi sottolineando che "qualcuno ha ipotizzato che ho fatto favori alla mafia, ma non c'è un governo che contro la mafia ha fatto più dei miei".

Sulla stessa lunghezza d'onda anche Gelmini e Bernini. "La Commissione antimafia a tre giorni dalle elezioni ha scoperto che Berlusconi ha dei procedimenti penali in corso. Una non notizia utilizzata in maniera assurdamente strumentale, anche perché le liste elettorali sono note da oltre un mese fa. Per la legge italiana Berlusconi è candidabile a tutti gli effetti e per noi è presentabilissimo: gli elettori lo confermeranno nelle urne perché siamo in democrazia e quello che conta è la volontà dei cittadini non le patenti di organismi a guida politica". Così Mariastella Gelmini, presidente dei deputati di Forza Italia.

Elezioni europee, perché l'affluenza degli italiani all'estero sarà (l'ennesimo) flop

forza italia silvio berlusconi-3-2

Bernini: "Imboscata elettorale, tempistica inaccettabile"

Anna Maria Bernini, presidente dei senatori di Forza Italia, parla di "uso a fini politici della commissione antimafia, è purtroppo da tempo una consuetudine, ma l'aver inserito il nome di Berlusconi nella lista degli impresentabili, rendendola nota proprio alla vigilia della chiusura della campagna elettorale è una scorrettezza che passa evidentemente ogni limite. Il presidente Berlusconi con i suoi governi ha inferto colpi terribili alla mafia, e nonostante i teoremi giudiziari che hanno tentato di coinvolgerlo anche nelle inchieste più infamanti, mai è stato trovato nemmeno uno straccio di prova contro di lui. La sua presenza fra gli impresentabili è dunque molto più che discutibile, così come il codice etico giacobino che l'ha determinata, ma ancora più inaccettabile sono il metodo e la tempistica di questa operazione dall'acre sapore di un'imboscata elettorale da cui però Berlusconi uscirà, come sempre, più forte di prima".

Europee 2019, il dopo elezioni è quasi tutto nelle mani di Salvini e Di Maio (e non solo in Italia)

Guarda anche

Berlusconi: "Il Paese è in mano a Di Maio, gli italiani sono tutti pazzi!"

Ospite di 'Pomeriggio Cinque', Silvio Berlusconi se la prende con gli italiani che hanno votato il Movimento 5 stelle. Il Cav si agita, sembra alzarsi dalla sedia e grida: "Siete tutti usciti fuori di testa, siete davvero matti a dare il Paese in mano a uno come Di Maio"

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Reddito di cittadinanza? No, grazie. La geniale trovata di Carlo per non lavorare

  • Temptation Island Vip 2019: puntate, coppie e tutte le anticipazioni

  • SuperEnalotto, estratto un 5+1 da mezzo milione di euro. I numeri vincenti di Lotto e 10eLotto

  • SuperEnalotto, estratto il 6 da 66 milioni di euro. I numeri vincenti e le combinazioni di Lotto e 10eLotto

  • Reddito di cittadinanza, sospensione temporanea: chi riguarda e come funziona

  • Calendario MotoGp 2019 | Data e orario di tutte le gare: dove vedere diretta e differita (Sky e Tv8)

Torna su
Today è in caricamento