Elezioni europee, seggi aperti: inizia la lunga maratona

Ogni singolo Paese vota per rinnovare i suoi rappresentanti al Parlamento europeo con tempi differenti fino a domenica sera. Oggi tocca a Regno Unito (con lo spettro Brexit) e Olanda. Previsti exit poll, ma proiezioni e risultati finali solo da domenica sera

Seggi aperti per le elezioni europee. Ogni singolo Paese vota per rinnovare i suoi rappresentanti al Parlamento europeo con tempi differenti fino a domenica sera. Oggi il Regno Unito e l'Olanda sono i primi due Paesi membri dell'Ue a votare. Le urne in Gran Bretagna, all'ombra della Brexit, sono aperti dalle 7 locali  (le 8 in Italia) e chiuderanno alle 22 (le 23 in Italia) mentre nei Paesi Bassi i seggi saranno accessibili dalle 7:30 alle 21.

In Olanda possono votare fino a stasera 13,5 milioni di persone (3,6% sono cittadini di altri Paesi Ue), occhi puntati sull'euroscettico Thierry Baudet, favorito sui liberali del Primo ministro Marke Rutte. Al termine delle operazioni di voto nei Paesi bassi sono previsti gli exit poll, ma le proiezioni e i risultati finali saranno resi noti solo a partire da domenica sera quando i cittadini comunitari avranno finito di votare in tutti i Paesi membri. L'Olanda deve eleggere 26 deputati che diventeranno 29 se il Regno Unito riuscirà a trovare una soluzione per uscire dall'Ue prima del 2 luglio. Dopo Regno Unito e Paesi Bassi, venerdì saranno Irlanda e Repubblica Ceca a recarsi alle urne per le elezioni europee. Sabato il secondo giorno per la Repubblica ceca e votano anche Slovacchia, Lettonia e Malta. Tutti gli altri Paesi, Italia inclusa, votano domenica 26 maggio.

Elezioni europee, Regno Unito al voto con lo spettro Brexit

Particolarmente significativa è la situazione della Gran Bretagna, che vota alle europee malgrado la Brexit incombente. Secondo i sondaggi il Brexit Party di Nigel Farage potrebbe risultare il grande vincitore di questa tornata. 

Il negoziato con la Ue per la Brexit è stato finora vano. L'accordo ha infatti ricevuto addirittura una tripla bocciatura dal parlamento, al punto che la premier Theresa May si è vista costretta a chiedere ai partner un rinvio della Brexit fino al prossimo 31 ottobre. Non è dato sapere a quali condizioni il Paese uscirà dall'Unione Europea. Che cosa accadrà se e quando la Brexit diverrà realtà? Il numero di parlamentari Ue scenderà a 705 e 27 dei seggi che spettano a Londra verranno distribuiti tra i Paesi sottorappresentati, tra cui l'Italia, che ne riceverà tre. Una piccola parte sarà riservata ai futuri nuovi membri dell'Unione europea.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Elezioni europee 2019, la guida al voto: tutto quello che c'è da sapere 

elezioni-europee-ripartizione-seggi-infografica-ansa-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, la fidanzata di Dybala rompe il silenzio: "Tosse e dolori al corpo, sensazione perenne di disagio"

  • Belen contro Barbara d'Urso: l'affondo durante una diretta su Instagram

  • Domenica In, Roby Facchinetti annulla l'ospitata: "Bergamo è la mia città, sono devastato dal dolore"

  • Coronavirus, come sono cambiati i trasporti pubblici durante l'epidemia

  • Coronavirus, dalla suola delle scarpe alle verdure: i chiarimenti dell'Iss

  • Coronavirus, lo stop dei benzinai: "Chiudiamo gli impianti: prima sulle autostrade, poi gli altri"

Torna su
Today è in caricamento