Governo Conte al completo, decisi i 42 sottosegretari: metà sono M5s

Sono stati scelti i 42 sottosegretari: 21 ai 5 stelle, 18 al Pd, 2 a LeU e uno al Maie. Sei viceministri saranno pentastellati e quattro dem: ecco la lista completa 

Il premier Giuseppe Conte (FOTO ANSA)

Con la conclusione della partita sui sottosegretari e i viceministri va a completarsi l'organico del governo Conte bis. Durante il Consiglio dei Ministri tenutosi questa mattina sono stati decisi i 42 sottosegretari che andranno così a riempire le caselle vuote nel sudoku dell'esecutivo giallorosso. La metà esatta dei posti, 21 su 42, andranno al Movimento 5 stelle, mentre caselle occupate dal Pd saranno 18. infine, due andranno a Liberi e Uguali, una al Maie. Saranno 6 i viceministri in quota M5S, 4 quelli del Partito democratico.

Governo Conte bis, i viceministri e i sottosegretari

Antonio Misiani per il Pd e Laura Castelli per il M5s saranno i viceministri all'Economia, Stefano Buffagni (M5s) viceministro allo Sviluppo economico e Marina Sereni (Pd) e Emanuela Del Re (M5s) viceministri agli Esteri.

Gli altri viceministri sono il 5stelle Giancarlo Cancelleri alle Infrastrutture e il 5stelle Pierpaolo Sileri alla Salute, mentre la Dem Anna Ascani andrà all'Istruzione. All'Interno saranno viceministri Matteo Mauri (Pd) e Vito Crimi (M5s).

Sottosegretari all'Interno Crimi, Sibilia, Mauri e Variati. Ferraresi e Giorgis alla Giustizia. Castelli, Villlarosa, Misiani, Baretta, Guerra sottosegretari al Mef. Traversi e Margiotta sottosegretari al Mit. Un solo sottosegretario al ministero dell'Ambiente ed è Roberto Morassut, parlamentare del Partito democratico, già assessore all’Urbanistica e a Roma Capitale nella giunta Veltroni. Nella nuova squadra di governo, Morassut, romano classe 63, subentra a Salvatore Micillo (M5s) e Vannia Gava (Lega).

Ecco l'elenco completo:

  • Presidenza consiglio dei ministri: Mario Turco (programmazione economica e investimenti); Andrea Martella (editoria).
  • Rapporti con il Parlamento: Gianluca Castaldi; Simona Malpezzi. Affari Ue: Laura Agea.
  • Esteri: Emanuela Del Re (viceministro); Manlio Di Stefano; Marina Sereni (viceministro); Ivan Scalfarotto; Riccardo Merlo.
  • Interni: Vito Crimi (viceministro); Carlo Sibilia; Matteo Mauri (viceministro); Achille Variati. Giustizia: Vittorio Ferraresi; Andrea Giorgis. Difesa: Angelo Tofalo; Giulio Calvisi;
  • Economia: Laura Castelli (viceministri); Alessio Villarosa; Antonio Misiani (viceministro); Pierpaolo Baretta; Cecilia Guerra.
  • Mise: Stefano Buffagni (viceministro); Alessandra Todde; Mirella Liuzzi; Gianpaolo Manzella; Alessia Morani.
  • Politiche agricole: Giuseppe L'Abbate.
  • Ambiente: Roberto Morassut. Mit: Giancarlo Cancelleri (viceministro); Roberto Traversi; Salvatore Margiotta.
  • Lavoro: Stanislao Di Piazza; Francesca Puglisi.
  • Istruzione: Lucia Azzolina; Anna Ascani (viceministro); Giuseppe De Cristofaro. Cultura: Anna Laura Orrico; Lorenza Bonaccorsi. Salute: Pierpaolo Sileri (viceministro); Sandra Zampa.

Salvini: ''Vergognosa spartizione di poltrone''

"Continua la vergognosa spartizione di posti e poltrone di Pd e 5Stelle. Festeggiate e mangiate finché siete in tempo, tanto prima o poi gli italiani vi manderanno a casa". Questo il commento a caldo rilasciato dal leader della Lega Matteo Salvini.

Sottosegretari, le diverse "anime" dei nominati dem

Dalla prodiana Sandra Zampa ai cinque esponenti della minoranza dem, compresi i due 'ultrarenziani' Anna Ascani e Ivan Scalfarotto. E poi Matteo Mauri dell'area di Maurizio Martina. La 'gentiloniana' Lorenza Bonaccorsi e Marina Sereni, dirigente di spicco di Areadem, la componente che fa capo a Dario Franceschini. Insomma, tutte le anime del Pd sono rappresentate nella squadra del sottogoverno Conte II.

Alcune 'compensazioni' personali come quella per Ascani, data fino all'ultimo come ministro e poi esclusa. Altre 'di area' come per la componente Martina che era rimasta fuori dall'esecutivo. E poi ci sono anche assenze a sorpresa: vedi Emanuele Fiano e Walter Verini il cui passaggio al governo veniva dato per molto probabile. Ma anche Lia Quartapelle che molti avrebbero ben visto agli Esteri.

Su 18 sono 7 le donne. Per quanto riguarda la minoranza dem: oltre a Scalfarotto e Ascani ci sono anche Simona Malpezzi, Salvatore Margiotta e Alessia Morani di Base Riformista, la componente Lotti-Guerini. Mentre per la maggioranza, è vicino ad Andrea Orlando il nuovo sottosegretario all'Editoria, Andrea Martella, attualmente coordinatore della segreteria Zingaretti.

Dal Nazareno, dove è responsabile riforme Pd, arriva alla Giustizia il deputato e costituzionalista, Andrea Giorgis. Vicini al segretario anche Giampaolo Manzella (Mise), assessore con Zingaretti in regione Lazio, Roberto Morassut (Ambiente) e il nuovo viceministro dell'Economia, Antonio Misiani, il cui nome e ruolo non sono mai stati messi in dubbio nel toto-sottosegretari e che, nella fase della formazione del governo, era stato indicato come possibile titolare del Mef.

Di maggioranza anche il sardo Guido Calvisi, ex-deputato, si è schierato con Zingaretti al congresso. Areadem di Franceschini è rappresentata, oltre che da Sereni, da Francesca Puglisi (Lavoro), Pierpaolo Baretta (Mef) e Achille Variati all'Interno insieme al martiniano Mauri che sarà viceministro al Viminale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • A 12 anni va in ospedale per il mal di pancia: scoprono che è incinta di sette mesi

  • Oroscopo Paolo Fox, le previsioni della settimana dal 20 al 26 gennaio 2020

  • Enzo Iacchetti sul rapporto con Ezio Greggio: "Tra noi un tacito accordo di buona convivenza"

  • Grande Fratello Vip 2020: anticipazioni, cast e cosa c'è da sapere

  • Sanremo 2020, la furia di Claudia Gerini contro Amadeus: "Comportamento inaccettabile"

  • Vive con il cadavere del fratello, morto da tre mesi, ai piedi del letto

Torna su
Today è in caricamento