"Salvini mollerà Di Maio, il governo dura poco": Forza Italia e Pd all'attacco, Conte tira dritto

"Durerà poco". "Cadrà in autunno". Da Forza Italia e Pd profezie poco incoraggianti per l'esecutivo legastellato. Ma il premier Conte compare a sorpresa su Facebook, prova a rassicurare tutti: "Stiamo cominciando a cambiare il Paese, a settembre sfide cruciali"

ANSA

"Durerà poco". "Cadrà in autunno". Da Forza Italia e Pd profezie poco incoraggianti per l'esecutivo legastellato. La maggioranza non è cosa su alcuni punti: dalle Grandi Opere ai migranti, dalla legge Mancino ai diritti civili. Ma il premier Conte prova a rassicurare tutti: "Stiamo cominciando a cambiare il Paese. Al centro dell'azione del governo riportiamo la parola dignità". Tenere insieme bilancio e promesse elettorali è la sfida, complessa, a cui sono chiamati Luigi Di Maio e Matteo Salvini.

Conte: "Da settembre sfide cruciali"

''Le cose da fare sono tante, tantissime, ma sento di poter dire che stiamo cominciando a cambiare davvero il Paese. A partire da settembre ci aspettano sfide importanti, cruciali per rilanciare il paese e la nostra economia''. Lo afferma il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, in un video su Facebook.  ''Per farlo -aggiunge il premier- abbiamo in cantiere una serie di  riforme strutturali fondamentali per la crescita dell'economia e lo sviluppo sociale''. Tra le "riforme fondamentali" Conte ha incluso anche "la digitalizzazione all'interno dei servizi pubblici e l'interconnessione tra pubbliche amministrazioni". Tutti interventi, ha garantito, che accompagneranno una legge di Bilancio "che non toccherà settori strategici come sanità, scuola e ricerca".

Con il decreto dignità "combattiamo la precarietà che affligge tanti nostri giovani, penalizziamo gli operatori economici che vogliono fare i furbi prendendo i soldi pubblici e poi scappano all'estero e combattiamo l'azzardopatia" aggiunge il premier. "Al centro dell'azione del governo - ha aggiunto - riportiamo la parola dignità, parola che abbiamo perso di vista ma che è fondamentale: dobbiamo rievocarla sempre e abbinarla alla persona, al lavoro".

Pd: "Imbarazzante, soggetto sviluppato da Rocco Casalino"

"Il presidente Conte si produce in un`imbarazzante comparsata, con la sua diretta Facebook. Il suo ruolo è quello di fare il bravo presentatore, ma il soggetto sviluppato da Rocco Casalino lascia ancora parecchio a desiderare". Il capogruppo del Pd a Palazzo Madama Andrea Marcucci va all'attacco del video del premier su Fb.

"Dieci minuti di pura propaganda - dice - non una parola sull`avanzata dello spread, sul blocco della Tav, sulle farneticanti decisioni sui vaccini, sulle incongruenze del decreto disoccupazione, sui tira e molla con il ministro Tria sugli 80 euro. Evidentemente i fatti non lo riguardano, per quelli ci sono Salvini e Di Maio".

Tajani: "Il governo dura poco"

'Il governo durerà poco. Salvini mollerà Di Maio, anche perchè il malcontento delle piccole e medie imprese e dell'Italia del Nord sta crescendo... seguire i 5 stelle gli fa  perdere i consensi". Lo dice Antonio Tajani, vicepresidente di Fi, in una intervista al quotiodiano 'Qn'. Quanto alla scelta della Lega di correre da sola in Abruzzo alle prossime regionali, il presidente del  Parlamento Ue taglia corto: ''Noi siamo fedeli al patto di centrodestra siglato con gli elettori. Se poi, qualcuno lo rompe, si prenderà le sue responsabilità".

''Mi auguro che Salvini scelga la strada del centrodestra -sottolinea Tajani- ma se vuol vincere le elezioni deve percorrerla per forza. Anche perchè se va avanti a braccetto con Grillo e Di Maio, una parte  importante dei suoi elettori lo mollerà''.

Boccia: "In ottobre scoppieranno le contraddizioni"

"Da queste prime battute è evidente che gli elettori del M5S si aspettavano altro, a partire - dice Francesco Boccia, deputato Pd - da un aiuto agli ultimi e a chi è in difficoltà. Il Pd, come sta facendo Maurizio Martina, deve ripartire proprio da lì, dalle periferie, rivolgendosi a quell'Italia sociale che negli ultimi anni non abbiamo saputo intercettare e che ha cercato delle risposte, finora disattese, proprio nel M5S. Quando in ottobre scoppieranno le contraddizioni tra Lega e M5S, il Pd dovrà essere pronto e il dialogo con gli elettori del 4 marzo scorso del M5S dovrà essere rinsaldato. Questo concetto molto semplice non piace a una parte del Pd, ma il congresso servirà a chiarire anche questo".

Lega, prove di maggioritario: rompe col centrodestra, soli alle elezioni in Abruzzo

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bollo auto, ecco cosa cambia davvero dal 1° gennaio 2020

  • Bollette luce e gas, buone notizie per metà delle famiglie italiane

  • Michelle Hunziker 'presenta' le figlie Celeste e Sole: tali e quali a mamma e papà (FOTO)

  • Prende il reddito di cittadinanza ma ha un bar: la sanzione è da capogiro

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di giovedì 12 dicembre 2019

  • Sonia Bruganelli: "Paolo Bonolis? La passione se n'è andata"

Torna su
Today è in caricamento