Governo, il Movimento 5 stelle verso Palazzo Chigi: si tratta a oltranza

Luigi Di Maio fino all'ultimo non mollerà l'idea di diventare lui stesso premier, concedendo più del previsto alla Lega sul fronte ministeri. Emilio Carelli declina

Si tratta "a oltranza" tra Lega e Movimento 5 stelle sul nome del premier del prossimo governo "legastellato": se infatti l'accordo sul contratto è stato raggiunto in maniera tutto sommato agevole, quando si passa a ragionare sui singoli nomi e sulle singole "poltrone" le difficoltà aumentano.

Il nuovo incontro stamani tra il leader della Lega Matteo Salvini e il capo politico del M5s Luigi Di Maio per mettere a punto il contratto di governo è iniziato a Montecitorio prima delle 9. Sul tavolo alcuni nodi da sciogliere nel contratto - non rilevanti - ma soprattutto il nome del presidente del Consiglio.

Governo, ultime notizie

Il Movimento avrebbe fatto circolare secondo alcune ricostruzioni quattro nomi, che potrebbero essere proposti ai leghisti nei prossimi incontri: i deputati Alfonso Bonafede, Riccardo Fraccaro (già eletto questore alla Camera) e i senatori Vito Crimi e Danilo Toninelli (capogruppo). La Lega è sostanzialmente d'accordo nel lasciare Palazzo Chigi ai pentastellati in cambio del Viminale a Salvini, e vedrebbe di buon occhio la figura di Emilio Carelli, ex direttore di Sky Tg24 e neo-deputato del M5s. Quest'ultimo però avrebbe declinato.

Governo M5s-Lega, cosa c'è davvero nel contratto tra Di Maio e Salvini

In realtà Luigi Di Maio fino all'ultimo non mollerà del tutto l'idea di poter arrivare lui stesso a Palazzo Chigi, concedendo persino più del previsto alla Lega sul fronte ministeri: il capo dello Stato Sergio Mattarella si aspetta non solo un programma definitivo che possa portare in tempi rapidi alla formazione di un esecutivo e dare così il via alla 18esima legislatura, ma anche il nome del nuovo presidente del Consiglio. Poi farà le sue valutazioni.

Lega e 5 stelle, spallata alla Ue: "No condono del debito, ma riscriviamo le regole" 

Meloni, appello a Salvini

"Faccio un appello a Matteo Salvini: sei sicuro che non sia il caso di tornare a chiedere con forza e convinzione l'incarico al centrodestra piuttosto che lanciarsi in una avventura con il M5s?". Lo ha detto Giorgia Meloni, leader di Fdi, in un video su Facebook. Dopo le elezioni, ha aggiunto, "l'unica scelta che il presidente della Repubblica non ha mai fatto è quella di dare l'incarico a chi aveva vinto le elezioni, cioè al centrodestra. La prima cosa da fare doveva essere questa".

Governo M5s-Lega, chiuso il contratto ora Salvini e Di Maio si dividono i ministeri

"Mi dispiace che ci sia stata una certa timidezza del centrodestra nel chiedere l'incarico, ma non è mai troppo tardi, siamo ancora in tempo per tornare a chiedere compatti l'incarico al centrodestra, che è l'unica soluzione che rispetta la volontà popolare", ha concluso.

Guarda anche

"Il presidente Ping": la gaffe di Di Maio in Cina

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Potrebbe interessarti

  • Sintomi, rimedi ed esercizi contro il dolore alla cervicale

  • Quando lo zenzero fa male

  • Formiche, i metodi naturali per allontanarle da casa

  • Tonno, come riconoscere quello di qualità (e quanto mangiarne)

I più letti della settimana

  • Saldi estivi 2019, tutte le date regione per regione: il calendario completo

  • Estrazioni oggi Lotto e SuperEnalotto: i numeri vincenti di martedì 18 giugno 2019

  • Tina Cipollari pazza d'amore, regalo super lusso per i 50 anni di Vincenzo Ferrara (FOTO)

  • Estrazioni oggi Lotto e SuperEnalotto: i numeri vincenti di giovedì 20 giugno 2019

  • Temptation Island 2019: puntate, anticipazioni e coppie

  • Autostrade, rivoluzione pedaggi al via: che cosa cambia con il nuovo sistema

Torna su
Today è in caricamento