Legge elettorale, intesa per le riforme e l'abbassamento dell'età di voto

Stretta di mano tra i partiti che compongono la maggioranza di governo sul progetto relativo all'abbassamento dell'età per il voto per il Senato della Repubblica. "Omogeneizzare i requisiti di elettorato attivo e passivo di Camera e Senato".

'Omogeneizzare' il voto dell'elettorato, attivo e passivo, di Camera e Senato. Questo uno degli impegni assunti dalla maggioranza di governo nella riunione che ha visto siglare oggi l'intesa sulle riforme costituzioniali.

"Ci impegniamo a intervenire, nel corrente mese di ottobre - si legge nel documento che sancisce la 'stretta di mano' - sul progetto relativo all'abbassamento dell'età per il voto per il Senato della Repubblica per equiparare i requisiti di elettorato attivo e passivo di Camera e Senato.

"Ci impegniamo, altresì, a presentare un testo volto a modificare il principio della base regionale per l'elezione del Senato e per riequilibrare il peso dei delegati regionali che integrano il Parlamento in seduta comune per l'elezione del Presidente della Repubblica, a partire dall'elezione successiva a quella delle nuove Camere in composizione ridotta".

L'impegno è quello di aprire "entro dicembre" un percorso che coinvolga tutte le forze politiche di maggioranza, aperto al contributo dei costituzionalisti e della società civile, volto anche a definire possibili interventi costituzionali, tra cui quelli relativi alla struttura del rapporto fiduciario tra le Camere e il Governo e alla valorizzazione delle Camere e delle Regioni per un'attuazione ordinata e tempestiva dell'autonomia differenziata.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il testo firmato alla vigilia del voto dell'Aula della Camera sul taglio dei parlamentari è stato sottoscritto per il Movimento 5 Stelle da Francesco Silvestri e Gianluca Perilli, per il Partito Democratico da Graziano Del Rio e Andrea Marcucci, per Italia Viva da Maria Elena Boschi e Davide Faraone, per Liberi e Uguali da Loredana De Petris e Federico Fornaro, per il gruppo Autonomie del Senato da Julia Unterberger.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bonus ristrutturazione al 110%, dalle seconde case agli infissi: cosa prevede il decreto

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di martedì 19 maggio 2020

  • Si allontana la data del "contagio zero": le nuove stime, regione per regione

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di sabato 23 maggio 2020

  • Benzina e diesel, brutte notizie al distributore per gli automobilisti

  • Pensioni di giugno, il pagamento arriva in anticipo (ma non per tutti)

Torna su
Today è in caricamento