Scontro sulle liberalizzazioni, Governo ottiene la fiducia

Il ministro Giarda chiede il dodicesimo voto e scatena l'ira della Camera. Fini: "Esecutivo insensibile". Lega Nord: "Siamo già al presidenziale?"

Tra le proteste dell'opposizione, ieri il ministro per i Rapporti con il Parlamento Piero Giarda ha posto la fiducia sul disegno di legge di conversione del decreto liberalizzazioni in seconde lettura a Montecitorio. Un modo, questo, per accelerare i lavori: scade infatti il 24 marzo il termine della conversione del dl, pena la decadenza. 

Voto di fiducia numero 12 - Ma la dodicesima questione di fiducia posta dal Governo Monti fa esplodere i banchi del Parlamento.

Fini contro il Governo - Il presidente della Camera, Gianfranco Fini, prima di dare la parola al ministro Giarda e subito dopo il respingimento a maggioranza dell'aula sulla richiesta dell'Idv di rinviare il decreto in commissione dopo che la Ragioneria aveva rilevato cinque norme prive di copertura finanziaria, si scaglia contro "l'insensibilità mostrata dall'esecutivo che non ha ritenuto opportuno fornire all'aula ulteriori chiarimenti" soprattutto in relazione ai dubbi di copertura economica avanzati dalla Ragioneria di Stato."Ne prendo atto" la risposta di Giarda. 

Durissima la Lega Nord - "Da molti anni è la prima volta che un presidente della Camera richiama il governo per qualcosa che poteva essere benissimo fatto", ha sottolineato il capogruppo della Lega Nord Giampaolo Dozzo. "Essendo la questione posta molto importante, mi chiedo se non voglia informare il Presidente della Repubblica". "Se qualcuno pensa che siamo già passati da una forma parlamentare a una presidenziale si è sbagliato, a meno che il governo non ci dia già adesso la scaletta delle fiducie in modo che sia lui a determinare i lavori dell'Aula indipendemente da lei, presidente".

Il voto - Entro oggi alle 19,30 è previsto il voto finale sugli ordini del giorno del dl. Intanto ieri la Camera ha confermato la fiducia al Governo con 449 voti a favore, 79 contrari e 29 astenuti. La votazione è stata palese e per appello nominale, alla presenza in aula del premier Mario Monti. Subito dopo è iniziato l'esame degli ordini del giorno al decreto legge, la cui votazione è prevista oggi.

Guarda anche

Trombato dagli elettori, Gianfranco Fini ci riprova come allenatore di calcio

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Impazza sulla rete lo spot dell'ex presidente della Camera nelle vesti di mister. Ma, tranquilli, Fini non si è dato al calcio: è "solo" lo spot per lanciare la convention "Partecipa" che si terrà a Roma il 28 giugno

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Loredana Bertè: "Abbiamo nascosto in soffitta Mimì per un anno"

  • Bollo auto, ecco cosa cambia davvero dal 1° gennaio 2020

  • Prende il reddito di cittadinanza ma ha un bar: la sanzione è da capogiro

  • Estrazioni Lotto oggi e SuperEnalotto: i numeri di sabato 7 dicembre 2019

  • Michelle Hunziker 'presenta' le figlie Celeste e Sole: tali e quali a mamma e papà (FOTO)

  • Ladri in casa di Luca Argentero: "Mi hanno rubato il Telegatto". Un follower lo gela

Torna su
Today è in caricamento