L'ex ministro Lotti si autosospende dal Pd (e cita Tortora)

"Io sono innocente. E spero di cuore che lo sia anche chi mi accusa di tutto, senza conoscere niente"

Luca Lotti si autosospende dal Pd. L'annuncio, in forma di lettera indirizzata al segretario dem, Nicola Zingaretti, è stato postato su Facebook dal parlamentare toscano. "Ti comunico la mia autosospensione dal Pdfino a quando questa vicenda non sarà chiarita -scrive l'ex ministro dello Sport- Io sono innocente. E spero di cuore che lo sia anche chi mi accusa di tutto, senza conoscere niente".

La lettera dell'ex ministro Lotti cita le parole conclusive con cui Enzo Tortora si rivolse ai giudici di Napoli concludendo la propria difesa al processo. Lotti torna a difendersi dalle accuse e ne adombra anche alcune sottraendosi, dice, "al festival dell'ipocrisia". "Quanti miei colleghi -scrive Lotti- durante l'azione del nostro governo e dopo, si sono occupati delle carriere dei magistrati? Davvero si vuol prendere a schiaffi la realtà in nome dell'ideologia, dell'invidia, dell'ipocrisia?".

La decisione di autosospendersi è maturata nel corso della giornata, presa in considerazione già mattinata quando l'intervista di Luigi Zanda e gli attacchi di Carlo Calenda avevano dato il via al "gioco al massacro".

Ricordiamo che il caso nasce in merito ad incontri che avrebbero in qualche modo condizionato la nomina dei procuratori di Roma e Perugia, durante i quali Lotti avrebbero incontrato consiglieri in carica del Csm.

Intanto oggi il vicepresidente del Consiglio superiore della magistratura David Ermini ha convocato per lunedì un plenum straordinario, con all'ordine del giorno "la presa d'atto delle dimissioni del consigliere Corrado Cartoni (implicato nello scandalo procure, ndr) e l'elezione di un componente effettivo della sezione disciplinare con funzioni giudicanti di merito".

"La furia giustizialista spazza la pax zingarettiana"

calenda lotti-2

Lotti è durissimo con Zanda e dopo lunghe settimane di 'tregua elettorale', va in pezzi la pax zingarettiana dentro il Pd. Il post su Fb di Simona Malpezzi rende bene lo stato delle cose, parla di esponenti dem che "hanno speculato su questa vicenda" con "una campagna denigratoria che non è neanche supportata da una indagine e da reati contestati". E poi Alessia Morani parla di "furia giustizialista" del Pd di Zingaretti che "perdona chi gli pare ,un po' come fanno i grillini" e di "gogna mediatica spinta anche dal nostro stesso partito attraverso dichiarazioni e interviste che sono a dir poco vergognose, l'intervista di Zanda su tutte".

A tirare le fila del malcontento montante dell'area ex-renziana, è il capogruppo al Senato, Andrea Marcucci: "Il Pd deve chiarirsi su un principio fondativo, il garantismo non può essere usato a fasi alterne, o a seconda delle aree politiche. Il garantismo è la ragione di esistere della nostra area politica. Grazie a Luca Lotti per la sua scelta non dovuta".

L'autosospensione è stata valutata come il modo per uscire dall'angolo in cui si voleva stringere Lotti, dicono i suoi. Certo la componente di Base riformista si trova decapitata visto che l'ex-ministro, insieme a Lorenzo Guerini, ne è stato l'animatore in questi mesi. A luglio era già prevista una riunione nazionale dell'area. Una riflessione sul rapporto tra politica e magistratura, anche sul Pd di Zingaretti e il garantismo che animerà certamente la due giorni -domani e domenica ad Assisi- dei 'turborenziani' di Roberto Giachetti. Ci saranno, tra gli altri, anche Maria Elena Boschi e Ettore Rosato.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Arriva intanto il ringraziamento a Lotti da parte del segretario dem Nicola Zingaretti che parla di "gesto non scontato" da parte dell'ex-ministro. "Ringrazio Luca Lotti per un gesto non scontato che considero di grande responsabilità nei confronti della politica, delle istituzioni e del Pd. Sono consapevole della difficoltà umana di questi giorni, ma ciascuno di noi ha una responsabilità alta nei confronti della comunità di cui facciamo parte e verso il Paese. Penso che questa scelta gli consentirà anche di tutelare al meglio la sua posizione in questa vicenda che, come ha detto lo stesso Lotti, deve essere ancora chiarita''.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bonus ristrutturazione al 110%, dalle seconde case agli infissi: cosa prevede il decreto

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di martedì 19 maggio 2020

  • Si allontana la data del "contagio zero": le nuove stime, regione per regione

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di sabato 23 maggio 2020

  • Benzina e diesel, brutte notizie al distributore per gli automobilisti

  • Ezio Bosso, il messaggio di Alba Parietti: "Mi hai voluto proteggere dal dolore"

Torna su
Today è in caricamento