Migranti, aumentano gli sbarchi: la Lega rincara le multe "fino ad un milione"

Fanno discutere gli emendamenti al decreto sicurezza bis presentati dalla Lega durante il passaggio in conversione in legge. Intanto il ministro pentastellato Toninelli rilancia: "Vanno sequestrate le imbarcazioni di Ong"

Il ministro degli Interni Matteo Salvini intervistato da Nicola Porro su "Quarta Repubblica", Roma, 08, luglio 2019. ANSA/ RAFFAELE VERDERESE

Sono destinati a far discutere gli emendamenti al decreto sicurezza bis presentati dalla Lega durante il passaggio in conversione in legge. In primis quello che aumenta fino a 1 milione di euro la multa per le navi delle Ong.

Come si legge nell'emendamento presentato da Igor Iezzi - capogruppo del partito in commissione Affari costituzionali alla Camera - le sanzioni ammonteranno a somme tra i 150 mila euro e 1 milione, rispetto alle cifre attualmente previste dallo stesso decreto che vanno da 10 mila a 50 mila euro. 

"Dicano apertamente che i naufraghi devono morire" ironizza Alessandro Metz, armatore del veliero Alex, della ong Mediterranea. "Noi pensiamo il contrario. In ogni caso queste sanzioni non ci impediranno di salvare vite, che valgono più di un milione di euro".

Emendamenti al decreto sicurezza

In totale son 547 gli emendamenti presentati dai gruppi parlamentari, ben 160 da Forza Italia; 128 da Fratelli d'Italia; 119 dal Partito democratico. Sempre dalle minoranze, 41 modifiche arrivano da +Europa-Centro democratico, 15 da Leu, 7 dalle minoranze linguistiche.

Quanto alla maggioranza, la Lega ha depositato 21 proposte di modifica mentre 44 arrivano da M5s (al di la' degli emendamenti concordati alcuni sono pero' a firma di singoli deputati).

Toninelli: "Sequestrate le imbarcazioni delle Ong"

Mentre continuano a far discutere i provvedimenti presi dal Viminale in ordine all'uso delle navi militari per presidiare i porti italiani, il ministro dei Trasporti e delle Infrastrutture Danilo Toninelli chiede misure per sequestrare le navi come la Sea Watch che, spiega "sono tornate in circolazione".

"Vanno sequestrate le imbarcazioni di Ong che non rispettano il diritto internazionale e non rispondono alla guardia costiera libica".

Sequestrare queste imbarcazioni significa per Toninelli evitare che "tornino in mare per fare quello che vogliono, creando teatrini per tirarsi addosso tutte le telecamere del mondo e diventare eroi solo per qualche voto". Il ministro chiede al collega di governo Matteo Salvini se è d'accordo o meno ad eliminare il termine "reiterate azioni" dal decreto sicurezza. "Per noi basta una sola volta per sequestrare le imbarcazioni".

Scontri in Libia: 1048 morti

Intanto fanno impressione le cifre che raccontano la violenza degli scontri in corso in Libia. Da quando è stata lanciata il 4 aprile l'offensiva delle forze del generale Khalifa Haftar per espugnare Tripoli è arrivato a 1048 morti, tra i quali 106 civili, e 5.558 feriti, di cui 289 civili. Lo scrive su twitter l'Organizzazione Mondiale della Sanità in Libia aggiungendo che l'Oms "continua a inviare medici e attrezzature mediche per aiutare gli ospedali a gestire" l'emergenza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pensioni, c'è una buona notizia sull'età di vecchiaia

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di sabato 9 novembre 2019

  • Tasse sulla casa, arriva la nuova Imu (e scompare la Tasi): cosa cambia

  • Nuovo maxi concorso: oltre 300 posti a tempo indeterminato, si cercano laureati e diplomati

  • Dal bonus in busta paga ai buoni pasto: cosa cambia nel 2020 per i lavoratori dipendenti

  • Natalia Titova: "La malattia è peggiorata, costretta a lasciare 'Ballando con le stelle'"

Torna su
Today è in caricamento