Gabanelli: "Rai in mano alla politica, la competenza non è più requisito"

Milena Gabanelli, storico volto del giornalismo d'inchiesta della Rai, ha lasciato il servizio pubblico dove lavorava dal 1982. "Fino al 15 Novembre sono una dipendete Rai, dopo vedremo", dice intervistata su Micromega. Escluso, almeno per ora, l'approdo in politica

Milena Gabanelli, storico volto del giornalismo d'inchiesta della Rai, ha lasciato il servizio pubblico dove lavorava dal 1982

"La Rai è sempre stata in mano alla politica e sempre lo sarà. Lo ha affermato, fra l'altro, Milena Gabanelli, intervistata su Micromega sulle dimissioni dal servizio pubblico.

"La differenza sta nella qualità delle persone che la governano, indipendentemente dal partito di riferimento. Un manager capace sceglierà una filiera gerarchica competente, in modo da rendere sempre l'azienda quantomeno competitiva e all'altezza della sua mission. La competenza è un requisito purtroppo non più richiesto, né in Rai né in altri settori della vita pubblica. Su questo occorre battersi, ovvero pretendere dalla politica che indichi dirigenti con capacità dimostrate sul campo, e non sulla carta. Il resto sono chiacchiere demagogiche".

"Una cosa che la politica sa fare benissimo - dice fra l'altro Gabanelli- quella di strumentalizzare l'informazione; renderla indipendente non ha mai interessato nessun partito". Non si sbottona, invece, sul suo futuro. "Fino al 15 Novembre sono una dipendete Rai, dopo vedremo", dice. Escluso, almeno per ora, l'approdo in politica. "E' un mestiere che richiede competenza, e io non ce l'ho", ha detto.

Fonte: Micromega →

In Evidenza

Più letti della settimana

Potrebbe interessarti

Torna su
Today è in caricamento