Monti inaugura "l'operazione ripresa"

Il premier è intervenuto alla Camera: "In arrivo nei prossimi giorni le misure per la crescita. La disciplina, tuttavia, dovrà essere nostra compagna di viaggio"

ROMA - I timori dei mercati sull'Italia, lo spread che torna a salire e la crisi dell'Eurozona. Il presidente del Consiglio Mario Monti, tuttavia, è "molto sereno" sulla situazione dell'Italia e ha annunciato che il governo provvederà "nei prossimi giorni a un altro piccolo concentrato di misure per la crescita: propongo di non chiamarlo semplicemente decreto sviluppo ma di inscriverlo in una operazione crescita, che la gente dovrà valutare nel complesso, di cui è un tassello, non è la prima cosa che viene fatta per la crescita".

Il Professore ha parlato questa mattina nell'aula della Camera durante un'informativa urgente. "Ci vuole tempo perché questi provvedimenti diano frutti", ha aggiunto. Inoltre "se si vogliono avere risultati nei Consigli europei che corrispondano ai nostri interessi, bisogna cercare di costruirli passo passo in una situazione europea complicata e in una situazione italiana adeguatamente rafforzata rispetto ai mesi scorsi. Dobbiamo essere consapevoli delle sfide ma anche del lavoro che in queste Aule, nel governo e nel Paese è stato fatto in questi mesi".

Il premier ha poi smentito un retroscena di Repubblica su una telefonata con Angela Merkel: "Smentisco che avrei avuto una telefonata con Merkel nella quale ci sarebbero stati una serie di no. Ieri non ho mai chiesto o ricevuto telefonate, con la cancelliera, siamo in dialogo ma questa telefonata non c'è mai stata e quindi non ci sono stati i no".

Monti ha infine spiegato: "Siamo tutti consapevoli dell'ansia di crescita, così necessaria, e l'ansia ci può portare qualche volta a dividere il tempo in categorie logiche che non hanno grande riscontro nella realtà. Avuti questi buoni risultati sul fronte della stabilità potremmo ben chiudere la fase uno e aprire la fase due: non è così, prima di tutto perché la disciplina dovrà essere nostra compagna di viaggio, alla quale ci abitueremo e che non è necessariamente foriera di depressione e recessione, se accompagnata da politiche adeguate. E poi perché, udite udite, sulle azioni per la crescita il governo si è messo al lavoro già all'inizio della propria attività e in provvedimenti come il pesante pacchetto 'salva Italia' e altri provvedimenti per evitare situazioni molto compromettenti per il Paese, abbiamo già ricavato all'interno misure pro-crescita".

Guarda anche

Monti: "Pd a conduzione ignota, con Renzi vedute comuni"

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

L'ex premier Mario Monti risponde ai giornalisti che chiedono come vedrebbe un Pd guidato dal sindaco di Firenze Matteo Renzi. Nel corso del suo intervento a The State of the Union" Monti ha precisato di essere "molte volte d'accordo" con lo stesso Renzi

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bollo auto, ecco cosa cambia davvero dal 1° gennaio 2020

  • Michelle Hunziker 'presenta' le figlie Celeste e Sole: tali e quali a mamma e papà (FOTO)

  • Bollette luce e gas, buone notizie per metà delle famiglie italiane

  • Prende il reddito di cittadinanza ma ha un bar: la sanzione è da capogiro

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di sabato 14 dicembre 2019

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di giovedì 12 dicembre 2019

Torna su
Today è in caricamento