Portogallo, morto l'ex presidente Mario Soares: tre giorni di lutto nazionale

L'ex presidente, 92 anni, si è spento ieri in ospedale dove era ricoverato dal mese scorso a causa di "un aggravamento generale del suo stato di salute". E' considerato il padre della democrazia portoghese

(Credit Image: © Orlando Almeida/Global Imagens via ZUMA Press/ZUMAPRESS.com)

Il Portogallo ha decretato tre giorni di lutto nazionale, a partire da lunedì, per la morte dell'ex presidente socialista Mario Soares. "Abbiamo perso colui che è stato il volto e la voce della nostra libertà, per cui si è battuto tutta la vita - ha detto il premier Antonio Costa da Nuova Delhi, dove è in visita ufficiale - perdere Mario Soares significa perdere qualcuno di insostituibile nella nostra storia recente".

Considerato il padre della democrazia, Mario Soares, 92 anni, è morto ieri nell'ospedale della Croce rossa di Lisbona dove era ricoverato dal mese scorso a causa di "un aggravamento generale del suo stato di salute". Il 24 dicembre, il portavoce dell'ospedale, José Barata, aveva riferito di un ulteriore peggioramento delle sue condizioni di salute, definite "critiche".

mario-soares

L'ex presidente, che ha contribuito all'avvento della democrazia nel 1974 e all'integrazione europea del Paese, è stato per più di 40 anni sulla scena politica del Portogallo. Fondatore del Partito socialista portoghese, Soares è stato ministro degli Esteri, due volte capo del governo, presidente della Repubblica dal 1986 al 1996, e deputato europeo. La sua ultima apparizione pubblica risale allo scorso settembre, in occasione di una cerimonia in omaggio alla moglie. L'ex presidente aveva festeggiato i 92 anni il 7 dicembre scorso

"E' stato un combattente per la libertà" e il Portogallo deve ora lottare per "l'immortalità della sua eredità", ha detto, commosso, il presidente della Repubblica Marcelo Rebelo de Sousa, un conservatore. "Sono sicuro che è un giorno triste per tutti i portoghesi. E' uno dei fondatori del sistema democratico in cui viviamo oggi", ha detto il leader del centrodestra, Pedro Passos Coelho.

Potrebbe interessarti