Mani sulle nomine: perché al Movimento 5 stelle ora interessano le poltrone

Nei prossimi mesi si dovranno riassegnare 350 poltrone in 79 società controllate dal ministero del Tesoro, tra queste ci sono veri e propri salvadanai degli italiani come la Cassa depositi e prestiti, la Saipem e la Sogei. E ora il M5s rivendica la propria fetta

Il candidato premier M5s Luigi Di Maio con Andrea Roventini durante la presentazione della squadra di ministri M5s a Roma, 1 marzo 2018. Il ministro del Tesoro che il M5S propone è Andrea Roventini, professore alla Scuola superiore di Sant'Anna. ANSA/ALESSANDRO DI MEO

Da aprile e fino al 2019 ci sono da riassegnare 350 poltrone nei posti di comando di 79 società controllate, direttamente o indirettamente, dal ministero del Tesoro, tra queste veri e propri salvadanai degli italiani: tra queste ci sono la Cassa depositi e prestiti che raccoglie il risparmio postale degli italiani e viene utilizzata spesso per la risoluzione di crisi aziendali.

Nel triennio 2015-2017, la Cassa depositi e prestiti ha mobilitato risorse pari a 92 miliardi di euro, contribuendo a creare o mantenere 490mila posti di lavoro. Numeri da capogiro che da soli valgono il oltre 2% del Pil e che rendono l'idea di quanto sia importante per la politica aver un piede nella stanza dei bottoni. Nulla di nuovo, ma ora sono i 5 stelle a rivendicare questa prerogativa "di indirizzo per il Paese".

Per il ministro dell'economia del "governo ombra" dei 5 stelle "la Cassa Depositi e Prestiti è una risorsa dell’Italia che può assumere il ruolo di banca di sviluppo per stimolare l’innovazione, lo sviluppo tecnologico e aiutare le nostre imprese sul mercato nazionale e su quelli esteri" spiega Andrea Roventini, candidato ministro dell'economia del MoVimento 5 Stelle. "La CDP ha sempre finanziato gli enti locali e può pertanto promuovere lo sviluppo sfruttando le sinergie con Invitalia.

M5s, banca dati unica del Fisco per combattere evasione

Ma non solo. Le nomine riguarderanno anche i vertici della Sogei, società che presta servizi informatici per la pubblica amministrazione, in particolare per il Ministero dell’Economia e Finanze e per le Agenzie Fiscali. "Scelte mirate e meritocratiche  spiega Roventini in un post sul blog del Movimento 5 stelle - avranno l’obiettivo di realizzare la banca dati unica del fisco, per combattere l’evasione fiscale in maniera efficiente senza danneggiare le nostre imprese ed i contribuenti onesti".

Tra le altre cassaforti dello Stato c'è anche Saipem la società di cui la Cassa depositi e prestiti è azionista al 12% e che opera nel ricco settore petrolifero realizzando di infrastrutture per la ricerca, perforazione e messa in produzione di pozzi petroliferi, oleodotti e gasdotti. Il 3 maggio scadono i vertici di Saiperm e il neo deputato M5S, Stefano Buffagni, rivendica su Facebook il peso dei 5 Stelle: "Il Movimento 5 Stelle - scrive - è la prima forza politica del paese: nessuno sogni di non tenerne conto, a partire da Saipem e Cdp perché lo sviluppo del paese passa da questi nodi fondamentali".

Nei casi in cui la nomina dei vertici d’imprese di rilievo nazionale "un governo dimissionario, la cui maggioranza politica è stata così pesantemente ridimensionata dagli elettori, non può decidere da solo" rivendica ancora Roventini. 

Nomine ma non tabula rasa

Secondo il responsabile dell'economia del Movimento 5 stelle i manager che hanno "ben operato" potranno essere riconfermati: "Bisognerà pragmaticamente verificare i risultati ottenuti dai vertici uscenti caso per caso, considerando gli obiettivi ed il contesto competitivo e normativo".

"Tutto ciò dovrà avvenire nella massima trasparenza, evitando logiche politiche spartitorie che possano promuovere manager appartenenti a circoli di potere, che affondano le radici nella Prima e Seconda Repubblica, e cercano di riciclarsi anche oggi, o fornire una comoda poltrona agli amici degli amici, o un buen retiro per i soggetti (es. capi di gabinetto, consiglieri di stato, direttori generali, etc.) non più graditi e privi delle competenze necessarie". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • SuperEnalotto, vinti 59 milioni di euro nell'estrazione di oggi martedì 7 luglio 2020

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di sabato 4 luglio 2020

  • Mangiano e scappano senza pagare: ma la figuraccia di quattro amici è "epocale"

  • Rientra in Italia senza fare quarantena e dà una festa: esplode focolaio di coronavirus

  • Giro d'Italia 2020, tutte le tappe: altimetria, calendario e percorso

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di giovedì 9 luglio 2020

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
Today è in caricamento