Scatta il “vitalizio day”: pensione integrativa per 2 parlamentari su 3

Da oggi 608 parlamentari hanno diritto a una pensione integrativa di 1000 euro, calcolata con sistema contributivo, che scatta dopo 4 anni e sei mesi di legislatura. Il M5s promette di rinunciare “con un impegno scritto” e annuncia battaglia

E alla fine il giorno “X” è arrivato: a partire da oggi 15 settembre 608 parlamentari hanno diritto a una pensione di circa 1.000 che potranno incassare, qualora non venissero rieletti, a 65 anni. Non proprio dei veri vitalizi, ma una pensione aggiuntiva, altrettanto invisa al M5s, contro cui non ha mancato di dare battaglia fin dal suo primo ingresso in Parlamento. 

Come funziona la pensione aggiuntiva

La pensione aggiuntiva da 1.000 euro viene calcolata con il sistema contributivo, scatta dopo quattro anni e sei mesi dalla legislatura e riguarda tutti i deputati e senatori negletti nell’attuale legislatura, ossia circa due parlamentari su tre (considerando che con le elezioni del 2013 sono entrati in Parlamento diversi nuovi membri). Sarà trasversale: ad usufruire infatti ben oltre cento parlamentari del Partito Democratico e diversi esponenti di Forza Italia, gruppo Misto, Scelta Civica e anche Sinistra Italiana. 

Vitalizi, tutto sul ddl Richetti

La battaglia del M5s

Il MoVimento 5 Stelle promette di rinunciare con un impegno scritto” alla pensione integrativa, considerata una delle loro battaglie principali in vista della campagna elettorale. "Ci stiamo per abbattere su di voi come un asteroide e siete destinati a fare proprio la fine dei dinosauri”, si legge sul blog di Beppe Grillo, in un post apparso giovedì, proprio il giorno in cui, prima al Senato e poi alla Camera, gli esponenti del Movimento hanno imbucato nelle cassette postali dei parlamentari un cruciverba anti-casta dal titolo significativo: "La pensione enigmistica” e il messaggio: “dato che maturerete la pensione privilegiata eccovi un presente per allietare le ore del vostro dolce far nulla mentre gli italiani continueranno a lavorare”.