Rai, maxi multa da 1,5 milioni di euro: il Pd chiede le dimissioni di Salini

Maxi sanzione per "non aver rispettato i principi di indipendenza, imparzialità e pluralismo" e diffidata per la vendita degli spazi pubblicitari. Due delibere dell'Agcom affondano la concessionaria di servizio pubblico. Il Pd chiede le dimissioni dell'Ad

L'amministratore delegato della Rai, Fabrizio Salini in una foto ANSA/ANGELO CARCONI

L'Autorità per le comunicazioni ha multato la Rai con una sanzione da 1,5 milioni​ di euro per non aver rispettato i principi di indipendenza, imparzialità e pluralismo. La decisione è stata presa "a seguito di un monitoraggio costante e continuo dal quale sono emersi numerosi episodi riguardanti la programmazione diffusa dalle tre reti generaliste".

Dopo la sanzione il vicecapogruppo Pd alla Camera dei deputati Michele Bordo ha chiesto le dimissioni dell'Amministratore Delegato Fabrizio Salini, così come quelle dei direttori dei telegiornali.

"Le ripetute violazioni del contratto di servizio, accertate dall'Agcom e richiamate più volte in questi mesi, rappresentano una doppia beffa ai danni della qualità dell'informazione Rai per i cittadini che dovranno anche pagare la multa visto che ne sono azionisti attraverso il Governo".

La multa dell'Agcom alla Rai

L'Autorità ha accertato "il mancato rispetto da parte di Rai dei principi di indipendenza, imparzialità e pluralismo, riferito a tutte le diverse condizioni e opzioni sociali, culturali e politiche, così - spiega - da garantire l'apprendimento e lo sviluppo del senso critico, civile ed etico della collettività, nel rispetto della dignità della persona, del diritto e dovere di cronaca, della verità dei fatti e del diritto ad essere informati".

rai multa par condicio-2

L'Agcom "in ragione dell'ampiezza e della durata delle infrazioni, ma tenendo conto di alcune iniziative ripristinatorie, ha ritenuto di irrogare una sanzione pecuniaria di 1,5 milioni di euro, ai sensi dell'art. 48 comma 7 del  Testo unico sulla radiotv.

Il Commissario Morcellini ha votato contro, astenuto il Commissario Posteraro.

L’Autorità ha poi diffidato la concessionaria pubblica affinché elimini, nella vigenza del contratto di servizio 2018-2022, le violazioni e gli effetti delle infrazioni accertate, adottando specifiche misure volte a garantire il rispetto degli obblighi e a evitare il ripetersi delle violazioni in futuro, richiamando l’importanza della responsabilità editoriale pubblica della concessionaria.

Agcom multa Rai, diffidata anche su vendita pubblicità

L’Autorità ha inoltre accertato  il mancato rispetto dei principi di non discriminazione e trasparenza, in relazione al pricing effettivamente praticato, dalla concessionaria RAI, nella vendita degli spazi pubblicitari.

L'Autorità ha diffidato la RAI a cessare immediatamente i comportamenti contestati, anche al fine di consentire ad Agcom la verifica del corretto utilizzo delle risorse pubbliche (canone) e private (pubblicità) per il finanziamento delle attività e della programmazione di servizio pubblico.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di giovedì 20 febbraio 2020

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di sabato 22 febbraio 2020

  • Il marito di Mara Venier dopo le accuse: "Il successo dà fastidio, prenderemo decisioni"

  • Grande Fratello Vip 2020: anticipazioni, cast e cosa c'è da sapere

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di martedì 18 febbraio 2020

  • Heather Parisi: "La mia vita in Cina nell'inferno del Coronavirus. Qui si lavora da casa, i prodotti sono razionati"

Torna su
Today è in caricamento