Il 16 dicembre alle urne 77mila italiani per il referendum che "cambia la geografia"

Dal 1995 ad oggi sono già stati soppressi 20 comuni veneti e altri potrebbero seguire: gli abitanti di ventisei comuni di cinque province del Veneto sono chiamati ad esprimersi su una serie di fusioni amministrative

Il 16 dicembre 2018 sarà giornata di referendum per 26 comuni veneti di cinque province, con una popolazione di quasi 83 mila abitanti di cui 77.464 elettori, chiamati ad esprimersi su una serie di fusioni finalizzate a far nascere 10 nuovi comuni. Si tratta della più rilevante tornata referendaria dal 1995 ad oggi, periodo nel corso del quale sono già stati soppressi 20 comuni veneti (l'85% del quali con meno di 5 mila abitanti) che si sono fusi in nove (per i due terzi con più di 5 mila abitanti).

Referendum Veneto 16 dicembre

I dati sono stati evidenziati nel corso dell'incontro che il vicepresidente della Regione Gianluca Forcolin ha avuto oggi a Palazzo Ferro Fini con i sindaci dei comuni interessati al voto.

"Il 16 dicembre - ha fatto presente Forcolin - la popolazione di questi territori si pronuncerà quindi per la nascita o meno di nuove realtà comunali. Se la consultazione referendaria avrà esito positivo, come auspichiamo, con la fusione il numero complessivo di Comuni componenti il territorio regionale passerà dai 571 attuali a 555. L'impegno comune deve essere quello di portare il maggior numero possibile di cittadini a votare, ma il messaggio che deve passare è che la fusione non è un'imposizione ma una grande opportunità, di cui la popolazione deve essere cosciente".

Il vicepresidente ha sottolineato anche il percorso che la Regione del Veneto ha fatto e continuerà a fare per supportare i processi di fusione sul territorio, soprattutto per le realtà comunali al di sotto dei 5 mila abitanti (che nel Veneto costituiscono il 45% dei comuni con circa un milione di abitanti complessivamente) mentre è già in consiglio regionale il testo della normativa per il riordino territoriale.

Forcolin ha garantito ai sindaci sia la continuità degli strumenti di incentivazione amministrativa ed economica nel bilancio regionale, coerentemente con quanto già messo a disposizione negli anni precedenti, sia l'affiancamento e la vicinanza della Regione in tutte le fasi anche quelle successive ai referendum.
 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • Ma quale referendum! Ancora spreco di denaro. Andate andate a votare dementi.

Notizie di oggi

  • Economia

    Manovra, dopo il taglio del deficit si allungano le finestre della Quota 100

  • Politica

    "Promesse tradite, non vi voto più": la rabbia sui social dei militanti di Lega e M5s

  • Mondo

    Antonio Megalizzi, la mamma: "Me l'hanno portato via, spero in un miracolo"

  • Politica

    Grandi opere, i 5 stelle si accorgono che non si può più dire "No"

I più letti della settimana

  • Estrazioni oggi Lotto e SuperEnalotto: i numeri vincenti di lunedì 10 dicembre

  • Estrazioni oggi Lotto e SuperEnalotto: i numeri vincenti di giovedì 13 dicembre 2018

  • Estrazioni oggi Lotto e SuperEnalotto: i numeri vincenti di martedì 11 dicembre 2018

  • Tassa sulle auto, beffa in arrivo: il paradosso della nuova legge

  • Estrazioni Lotto e SuperEnalotto posticipate

  • Sondaggi, Salvini sorride "solo a metà": c'è un'inattesa brutta notizia per lui e per Di Maio

Torna su
Today è in caricamento