Jobs Act, il referendum spaventa il governo: "Elezioni politiche entro giugno"

La Corte Costituzionale nella camera di consiglio dell'11 gennaio tratterà dell'ammissibilità delle richieste relative a tre referendum popolari abrogativi in materia di lavoro e jobs act. In caso di "via libera", il Governo avrà sei mesi per fissare la data delle votazioni. Poletti: "Andremo al voto presto, prima del referendum sul Jobs Act"

Poletti giura da ministro con Gentiloni e Mattarella (Ansa)

ROMA - "Mi sembra che l'atteggiamento prevalente sia quello di andare a votare presto, quindi prima del referendum sul Jobs Act". Così il ministro del Lavoro, Giuliano Poletti, conversando con i cronisti al Senato ha commentato la decisione della Corte Costituzionale che nella camera di consiglio dell'11 gennaio 2017, in aggiunta alle altre cause già fissate, tratterà dell'ammissibilità delle richieste relative a tre referendum popolari abrogativi in materia di lavoro e jobs act proposti dalla Cgil con il sostegno di Sinistra Italiana. 

renzi-jobs-act

TRE REFERENDUM SUL JOBS ACT - I tre referendum praticamente annullerebbero il cuore della riforma voluta da Renzi e considerata il fiore all'occhiello dell'esperienza di governo dell'ex sindaco fiorentino. Un quesito, quindi, sarà per cancellare i voucher. Un altro per tornare all'articolo 18 nelle aziende sopra i 5 dipendenti. Un altro ancora per garantire che le imprese subappaltatrici paghino i contributi ai loro dipendenti. L'obiettivo è quindi quello di tornare alle "vecchie" protezioni contro i licenziamenti senza giusta causa.

voucher
 
IL PD E LA PAURA DEL VOTO - Intanto nel Pd cresce la paura: "Potrebbero essere un problema". Se i quesiti passassero e non si andasse a votare a giugno il rischio sarebbe quello di spaccare ulteriormente il Pd e la società". Un motivo in più, secondo la maggioranza Dem, per andare a votare. La questione è semplice: votare per le elezioni nazionali dopo una campagna referendaria che si preannuncia dura almeno quanto quella sul referendum costituzionale potrebbe avere strascichi pesanti. Da qui, le due ipotesi in mano alla maggioranza: o si sciolgono le Camere prima e si fanne le elezioni politiche a giugno, e così saltano i referendum, o si dovrebbero modificare le norme in Parlamento, aggirando così il referendum.

IL PD APRE ALL'IPOTESI GIUGNO - "Giugno è una data realistica per tornare alle urne". La conferma arriva dal vice-segretario Pd Lorenzo Guerini. Durante la registrazione di Porta a porta, Guerini ha spiegato: "Il G7 importante è a maggio, poi ci sono i G7 'di settore'... Ma volendo si può votare a giugno. È' tutto un ragionamento italico dire che non si possono fare le elezioni perché ci sono appuntamenti internazionali. C'è un governo in carica...". Per Guerini "il tema vero è la legge elettorale: ci sono partiti che utilizzano il tema della legge elettorale per non andare al voto. Tendendo conto degli interessi dell'Italia, delle scadenze internazionali, penso che quella (giugno, ndr) sia una data possibile".

Guarda anche

Poletti contestato dai lavoratori del sindacato di base: ecco il video

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Contestazione di una quindicina di lavoratori pubblici dell'Unione sindacale di base verso il ministro del Lavoro, Giuliano Poletti

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (9)

  • il rischio del refero è che: PASSATA LA FESTA, GABBATO LO SANTO! - ma se gli italiani dovessero andare ad esprimere il proprio parere, sarebbe il colpo del KO per questa sinistra sociodistruttiva.

  • I voucher credo non esistano in nessun posto al mondo. Non si capisce quale sia il beneficio.

    • l'Italia ha copiato dai francesi, i quali utilizzano da anni il voucher per regolamentare i lavoratori stagionali agricoli per la vendemmia. In Italia, (governo PD) abbiamo dato possibilita' a TUTTI di usare questo sistema, creando una vera oscenità.

      • Invece di lagnarsi, agisca.

        • ricky, parlo sinceramente, sei veramente un troll ignorante, parecchio. Aspetti ogni mio commento per replicare sempre la stessa solfa. Non sei capace (CAPACE) di fare un commento piu' lungo di 10 parole, chiunque lo puo' veri@#?*%$re.Tuttavia, prima di te altri provavano godimento a commentarmi, sono passati tutti, passerai anche tu..

  • io penso che l'uso dei voucher, cosi come era stato pensato e messo in atto dal governo PD a guida Renzi, sia una delle piu' grandi "andata al cesso" del mondo del lavoro italiano. Per forza che hanno paura che la gente voti il proprio parere... te credo :-)

  • I movimenti sono pronti.

Notizie di oggi

  • Politica

    Spese militari mai così alte in Italia, i 5 Stelle: "Ridiscutiamo la presenza nella Nato"

  • Cronaca

    Cambiano le priorità degli italiani: il diritto alla salute batte sicurezza

  • Cronaca

    Delitto Sarah Scazzi, la Cassazione conferma gli ergastoli per Sabrina e Cosima

  • Citta

    Omicidio Luca Varani, Manuel Foffo condannato a 30 anni di carcere

I più letti della settimana

  • Da Uber agli affitti fino agli scontrini: tutte le novità del decreto Milleproroghe

  • Renzi lancia la sfida alla minoranza: "Non cedo ai ricatti, mi ricandido"

  • Pd, Emiliano: "Sostegno a Gentiloni fino al 2018, abbiamo convinto Renzi"

  • Il Financial Times boccia la Raggi: "Un fiasco che mina le ambizioni nazionali dei 5 Stelle"

  • Statali, Madia: "Assunzioni per 50 mila precari, allo studio sblocco del turn over"

  • Il Partito democratico verso la scissione: in 70 pronti a lasciare

Torna su
Today è in caricamento